Recupera password

In primo piano

INAIL

Malattie professionali industria e agricoltura: le nuove tabelle INAIL

L’INAIL - con Circolare 15 febbraio 2024, n. 7 - ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla revisione delle tabelle delle malattie professionali nell'industria e nell'agricoltura, di cui agli artt. 3211 del Testo unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, approvata con D.M. 10 ottobre 2023.

Le nuove tabelle sono state elaborate a conclusione dei lavori di aggiornamento di quelle precedenti da parte della Commissione scientifica, costituita ai sensi dell’art. 10, D.Lgs. n. 38/2000.

Con il provvedimento in specie, l’INAIL ha rappresentato le caratteristiche generali delle nuove tabelle e le principali modifiche e l'efficacia nel tempo del D.M. 10 ottobre 2023 .



NEWS

a cura di studiomarini.net

INPS, PRESTAZIONI

Iscrizione al Centro per l’impiego e limiti d’età

L’INPS – con Messaggio del 20 febbraio 2024, n. 750 – ha recepito un parere del MLPS ed ha chiarito che l’esplicita previsione normativa, relativamente al limite massimo di età per l’iscrizione al Centro per l’Impiego, è presente esclusivamente rispetto all’iscrizione negli elenchi del collocamento mirato. Al contempo, non è previsto alcun limite massimo di età per quanto riguarda l’iscrizione al collocamento ordinario, anche ai fini dell’accesso alle prestazioni di disoccupazione NASpI e Dis-coll.


INPS, PRESTAZIONI

APE sociale: i chiarimenti dell’INPS sulle nuove disposizioni

L’INPS – con Circolare del 20 febbraio 2024, n. 35 – ha fornito le istruzioni in merito alle modifiche introdotte dall’art. 1, commi 136 e 137 , legge n. 213/2023, alle disposizioni in materia di APE sociale.


INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Le novità fiscali di prestazioni previdenziali e di accompagnamento a pensione

L’INPS – con Messaggio del 20 febbraio 2024, n. 755 – ha ricordato che, a decorrere dal 2024, è prevista una riduzione a tre degli scaglioni di reddito e delle corrispondenti aliquote progressive di tassazione del reddito delle persone fisiche, come di seguito indicato:

  • 23% per i redditi fino ad € 28.000;
  • 35% per i redditi superiori ad € 28.000 e fino ad € 50.000;
  • 43% per i redditi che superano € 50.000.


INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Pubblicati i dati dell’Osservatorio Polo unico di tutela della malattia

L’INPS – con comunicato del 20 febbraio 2024 – ha reso noto che nel secondo semestre dell’anno 2023 sono arrivati complessivamente 14,3 milioni di certificati, di cui il 78,0% dal settore privato, con una riduzione del 14% rispetto allo stesso periodo del 2022.


PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Svolgimento del ruolo di responsabile e diritto all'indennità di posizione organizzativa

La Cassazione - con sentenza del 16 febbraio 2024, n. 4256 - ha affermato che lo svolgimento di fatto di compiti connessi ad una specifica posizione organizzativa genera il diritto a vedersi erogare l'intero trattamento retributivo relativo insieme alle indennità aggiuntive, indipendentemente dall’illegittimità del provvedimento di formale attribuzione della posizione.


CONFLITTO NEL RAPPORTO DI LAVORO

Ambiente lavorativo stressogeno, assenza di mobbing e legittimità del risarcimento del lavoratore

La Cassazione - con ordinanza del 16 febbraio 2024, n. 4279 - ha ritenuto legittima la richiesta di risarcimento del lavoratore sottoposto ad un ambiente lavorativo stressogeno, pur non essendo stato mobbizzato.


CONFLITTO NEL RAPPORTO DI LAVORO

Modifiche peggiorative delle previsioni contrattuali e reato di estorsione

La Cassazione – con sentenza del 16 febbraio 2024, n. 7128 – è intervenuta in merito alla configurazione del reato di estorsione realizzato attraverso lo strumento contrattuale del rapporto di lavoro subordinato, distinguendo due diverse situazioni ...


INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Gestione dipendenti pubblici: compilazione della sezione “Ente Versante” delle denunce UniEmens/ListaPosPA

L’INPS – con Messaggio del 20 febbraio 2024, n. 749 – ha illustrato le modalità di compilazione della sezione “Ente Versante” delle denunce UniEmens/ListaPosPA nei casi di corresponsione, dopo la cessazione (o durante la sospensione) dal servizio, di emolumenti arretrati a lavoratrici e lavoratori beneficiari dell’esonero, ex art. 1, comma 15, Legge n. 213/2023  e altre misure che prevedono la valorizzazione dell’elemento <RecuperoSgravi>.


FORMAZIONE ON-LINE

Fringe benefit. Le novità per le aziende e i dipendenti - Videoconferenza in diretta giovedì 14 marzo, alle ore 15.00

Giovedì 14 marzo, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, si svolgerà in diretta streaming la Videoconferenza Fringe benefit. Le novità per le aziende e i dipendenti, con l'obiettivo di approfondire, alla luce delle novità introdotte dalla Legge di bilancio per il 2024, i benefici per dipendenti e collaboratori e la gestione delle spese.

Il Corso è incluso nell'abbonamento alla Piattaforma MySolution.


CONSIGLIATI DALLA REDAZIONE

AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

Esonero contributivo a favore delle lavoratrici madri di 3 o più figli: istruzioni INPS

La Legge 30 dicembre 2023, n. 213 (Legge di Bilancio 2024), ha introdotto, per il triennio 2024-2026, un nuovo esonero contributivo totale a favore delle lavoratrici madri di 3 o più figli con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato; analogo incentivo è riconosciuto, in via sperimentale, e per il solo 2024, anche alle lavoratrici madri di 2 figli, sempre con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Le istruzioni operative per la gestione della misura sono state fornite dall’INPS con la Circolare 31 gennaio 2024, n. 27.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 19 febbraio 2024

PARI OPPORTUNITÀ

Certificazione della parità di genere per le micro, piccole e medie imprese: entro il 28 marzo le domande

È stata prevista, tramite Avviso pubblico 6 novembre 2023, pubblicato sul sito del Dipartimento per le Pari Opportunità,  la concessione di contributi alle micro, piccole e medie imprese per servizi di assistenza tecnica e accompagnamento in forma di voucher e per servizi di certificazione della Parità di Genere prevista dal PNRR; le domande di contributo possono essere presentate dalle imprese interessate, a decorrere dal 6 dicembre 2023, fino alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, fatte salve eventuali e sopravvenute modifiche legislative e/o regolamentari in ordine ai termini di ammissibilità previsti per il PNRR. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini.

Circolare monografica a cura di Studio Tributario Gavioli & Associati | 15 febbraio 2024

AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

Esonero contributivo per le lavoratrici madri: istruzioni INPS

Con la Circolare n. 27 del 31 gennaio 2024, l’INPS ha fornito le indicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali, previsti per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026, connessi all’esonero del 100% della quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico delle lavoratrici madri di 3 o più figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, fino al mese di compimento del diciottesimo anno di età del figlio più piccolo, si sensi dell’articolo 1, comma 180, della Legge 30 dicembre 2023, n. 213). L’agevolazione, che si sostanzia in un abbattimento totale della contribuzione previdenziale dovuta dalla lavoratrice, nel limite massimo di 3.000 euro annui, da riparametrare su base mensile, deve essere richiesta dalla lavoratrice al loro datore di lavoro, rendendo noti il numero dei figli e i codici fiscali di 2 o 3 figli.

Circolare monografica di Daniele Bonaddio | 14 febbraio 2024

AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

Confermato per il 2024 l’esonero contributivo sulla quota INPS a carico dei dipendenti

Con le disposizioni di cui all’articolo 1, comma 15, della Legge 30 dicembre 2023, n. 213 (c.d. Legge di Bilancio 2024), viene previsto che “In via eccezionale, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024, per i rapporti di lavoro dipendente, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, è riconosciuto un esonero, senza effetti sul rateo di tredicesima, sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore di 6 punti percentuali, a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per 13 mensilità, non ecceda l'importo mensile di 2.692 euro, al netto del rateo di tredicesima ...”.

Sul punto, con Circolare 16 gennaio 2024, n. 11, l’INPS fornisce le indicazioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi alla misura di esonero contributivo introdotta dalla Legge di Bilancio 2024.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 9 febbraio 2024

CONTENZIOSO DEL LAVORO

L’insostenibile leggerezza del ramo (d’azienda): un altro caso di esternalizzazione “impossibile”

Il Tribunale di Roma (Sentenza n. 668/2024 ) - chiamato a pronunciarsi su di un’operazione di esternalizzazione di alcuni servizi  realizzata da una nota Banca mediante la cessione di un “ramo d’azienda” a un altrettanto nota società di consulenza - ha avuto modo di ribadire che: “Ai  fini dell'operatività dell'art. 2112 c.c. è richiesto che il ramo 'conservi' la sua identità perché l'analisi non può svolgersi sull'assetto assunto dopo la cessione nel senso che il ramo ceduto deve avere la capacità di svolgere autonomamente dal cedente e senza integrazioni di rilievo da parte del cessionario il servizio o la funzione cui esso risultava finalizzato già nell'ambito dell'impresa cedente anteriormente alla cessione, perchè l'indagine non deve basarsi sull'organizzazione assunta dal cessionario successivamente alla cessione, eventualmente grazie alle integrazioni determinate da coevi o successivi contratti di appalto, ma all'organizzazione consentita già dalla frazione del preesistente complesso produttivo costituita dal ramo ceduto”.


INPS, CONTRIBUZIONE

Massimali e minimali retributivi: l’INPS aggiorna i dati per il 2024

L’INPS aggiorna per il 2024 i valori minimali e massimali di retribuzione che costituiscono la base contributiva per la generalità dei lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato, inclusi gli sportivi professionisti e il personale dirigente delle aziende sanitarie e ospedaliere; in particolare il documento specifica le modalità di calcolo da applicare ai rapporti di lavoro part-time e i valori di riferimento da utilizzare per il versamento dei contributi dei lavoratori a domicilio.

Circolare monografica a cura di Studio Tributario Gavioli & Associati | 5 febbraio 2024

IMPOSIZIONE FISCALE

Welfare aziendale 2024: nuove regole per i lavoratori dipendenti

Ormai da qualche anno, la materia del welfare è diventata oggetto di continue rimodulazioni. A partire dal periodo della pandemia, infatti, si sono susseguiti interventi normativi volti ad innalzare le soglie di esenzione dei beni ceduti e dei servizi prestati al lavoratore di cui all’articolo 51, comma 3 del TUIR.

Anche il 2024, dunque, vede un’importante novità sul tema. La Legge di Bilancio 2024, all’articolo 1, commi 16 e 17 , prevede un innalzamento delle soglie di esenzioni dei fringe benefit entro il limite complessivo di euro 1.000,00 per i lavoratori dipendenti, elevato ad euro 2.000,00 per i soli lavoratori con figli fiscalmente a carico.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 2 febbraio 2024

AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

Esonero contributivo spettante ai lavoratori subordinati per il 2024: chiarimenti INPS

L’INPS - con Circolare 16 gennaio 2024, n. 11 - ha fornito le indicazioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi alla misura di esonero contributivo, ex art. 1, comma 15 , Legge n. 213/2023 che eccezionalmente riconosce, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024, in favore dei lavoratori dipendenti, a esclusione dei lavoratori domestici.

L’esonero non ha effetti sul rateo di tredicesima: le soglie di retribuzione imponibile mensile espressamente previste dalla norma devono, quindi, essere considerate al netto del rateo di tredicesima.

Circolare monografica a cura di studiomarini.net | 1 febbraio 2024

COSTO DEL LAVORO

Assunzioni a tempo indeterminato 2024: la deduzione del costo al 120% o al 130%

L’art. 4 del D.Lgs. 30 dicembre 2023, n. 216 introduce una nuova disposizione normativa in tema di maggiorazione del costo ammesso in deduzione in presenza di nuove assunzioni.

Per il periodo d’imposta 2024, infatti, si dispone che per i titolari di reddito d’impresa e per gli esercenti arti e professioni, il costo del personale di nuova assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato sia maggiorato, ai fini della determinazione del reddito, di un importo pari al 20% del costo riferibile all’incremento occupazionale e nel rispetto delle ulteriori disposizioni di cui al predetto Decreto. L’agevolazione è rivolta ai soggetti che hanno esercitato l’attività nel periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2023 per almeno 365 giorni.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 26 gennaio 2024

INAIL, SICUREZZA SUL LAVORO

Bando ISI 2023: destinatari e progetti finanziabili

Previsti dall’INAIL 508.400.000 di euro per il Bando ISI 2023 il cui testo è stato pubblicato sul portale dell’Istituto assicuratore. Un estratto di tale bando è stato pubblicato, attraverso un comunicato dell’INAIL, nella Gazzetta Ufficiale serie generale n. 296 del 20 dicembre 2023.

Circolare monografica di Giulio D'Imperio | 24 gennaio 2024

AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

Assunzioni giovani under 30: la verifica di pregressi contratti a tempo indeterminato

A decorrere dal 1° gennaio 2024, viene meno la deroga introdotta dalla Legge di Bilancio 2021 (Legge 30 dicembre 2020, n. 178), e successivamente prorogata sino al 31 dicembre 2023, concernente le assunzioni di giovani. In particolare, non sarà più possibile accedere alla misura “under 36” che prevedeva un esonero del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro (entro il limite di 6.000 euro annui, innalzato ad 8.000 per l’anno 2023), per 36 mesi, per le assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori di età inferiore a 36 anni che non avessero mai avuto un precedente rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Quale misura, dunque, può ora essere utilizzata per l’assunzione di giovani nell’anno in corso? La risposta è l’esonero under 30, beneficio nato grazie alla Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018) e, poi, reso strutturale.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 19 gennaio 2024

PREVIDENZA

APE sociale e Opzione donna: le novità della Legge di Bilancio 2024

La Legge di Bilancio 2024 modifica la disciplina degli istituti dell’APE sociale e di Opzione donna; la disposizione prevede, altresì, con riferimento all’APE sociale, che il relativo regime si applichi fino a tutto il 2024, e, con riferimento ad Opzione donna, estende l’ammissione al relativo beneficio anche alle lavoratrici che abbiano maturato i requisiti al 31 dicembre 2023.

Circolare monografica a cura di Studio Tributario Gavioli & Associati | 18 gennaio 2024

INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Autoliquidazione 2023/2024: le istruzioni operative INAIL

L’INAIL - con Istruzioni operative 27 dicembre 2023, prot. n. 13439 - ha reso note le istruzioni operative relative all’autoliquidazione 2023/2024, con particolare riferimento alle riduzioni contributive.

Al riguardo, fermo restando il termine del 16 febbraio 2024 per il versamento del premio di autoliquidazione in unica soluzione o della prima rata in caso di pagamento rateale, il termine per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno 2023 è il 29 febbraio 2024.

In data 9 gennaio 2024 l’Istituto ha inoltre pubblicato la Guida all’Autoliquidazione aggiornata.

Circolare monografica a cura di studiomarini.net | 17 gennaio 2024

PRIVACY

Diritto all’oblio oncologico

Sulla Gazzetta Ufficiale 18 dicembre 2023, n. 294, è stata pubblicata la Legge 7 dicembre 2023, n. 193, che contiene importanti e innovative disposizioni per la prevenzione delle discriminazioni e la tutela dei diritti delle persone che sono state affette da malattie oncologiche. Il provvedimento è entrato in vigore martedì 2 gennaio 2024. Si propone l’analisi delle norme in esso contenute.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 16 gennaio 2024

AGEVOLAZIONI E INCENTIVI

Nuovo Regolamento UE sugli aiuti "de minimis"

La Commissione Europea ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 15 dicembre 2023 il nuovo Regolamento UE 2023/2831 che disciplina gli aiuti "de minimis" e sarà in vigore dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2030.

Circolare monografica di Francesca Bicicchi - Studio Nevio Bianchi & Partners | 15 gennaio 2024

 
POLITICHE SOCIALI

Assegno di Inclusione: validazione delle certificazioni

L’INPS, con il Messaggio n. 623 del 10 febbraio 2024, ha comunicato che è stato rilasciato il servizio di validazione delle certificazioni per l’Assegno di Inclusione, attraverso il quale l’Asl competente può accertare la veridicità della dichiarazione attestante la condizione di svantaggio per il richiedente e/o per i soggetti del proprio nucleo familiare, nonché l’inserimento nei programmi di cura e assistenza con data antecedente a quella di presentazione della domanda.


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Scheda di sintesi: CCNL Lavoro domestico - Conviventi

È on line l'aggiornamento alla scheda di sintesi del CCNL Lavoro domestico - Conviventi con i nuovi importi dei minimi retributivi e dei valori convenzionali di vitto e alloggio.

La scheda propone i contenuti del contratto collettivo in forma sintetica e tabellare strutturati nelle seguenti voci: dati retributivi, costituzione del rapporto, orario di lavoro, vicende del rapporto, discipline speciali, diritti sindacali, welfare contrattuale, estinzione del rapporto.

Le fonti contrattuali elencate nella parte iniziale della scheda sono disponibili, nel testo integrale, nella sezione CCNL della Banca Dati MySolution|Lavoro.

È possibile inoltre visualizzare, scaricare e stampare il formato pdf della scheda di sintesi.


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Scheda di sintesi: CCNL Lavoro domestico - Non conviventi

È on line l'aggiornamento alla scheda di sintesi del CCNL Lavoro domestico - Non conviventi con i nuovi importi dei minimi retributivi e dei valori convenzionali di vitto e alloggio.

La scheda propone i contenuti del contratto collettivo in forma sintetica e tabellare strutturati nelle seguenti voci: dati retributivi, costituzione del rapporto, orario di lavoro, vicende del rapporto, discipline speciali, diritti sindacali, welfare contrattuale, estinzione del rapporto.

Le fonti contrattuali elencate nella parte iniziale della scheda sono disponibili, nel testo integrale, nella sezione CCNL della Banca Dati MySolution|Lavoro.

È possibile inoltre visualizzare, scaricare e stampare il formato pdf della scheda di sintesi.


COLLOCAMENTO

L'iscrizione ai Cpi non prima dei 16 anni

Per il collocamento non s'invecchia mai. Non c'è un limite d'età massimo, infatti, per iscriversi al contrario di quello minimo, invece, fissato a 16 anni (età minima anche per l'ammissione al lavoro). Limiti che valgono, quindi, anche ai fini del diritto all'indennità di disoccupazione: Naspi e Dis-Coll. A precisarlo, tra l'altro, è l'Inps nel messaggio n. 750 del 20 febbraio 2024, su parere del ministero del lavoro.


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Shopper, arriva il contratto

Arriva il contratto collettivo per l'e-grocery, ovvero il settore della spesa e consegna online di alimentari e articoli per la casa. L'associazione Assogrocery ha infatti firmato un accordo nazionale con i sindacati Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil che introduce disposizioni specifiche riguardanti il trattamento economico e il quadro normativo riservato ai lavoratori (shopper).


FINE RAPPORTO DI LAVORO

Reintegrato e risarcito il licenziato per mafia

Reintegrato e risarcito il lavoratore licenziato per mafia. La condanna per «416 bis», pur infamante, risale a prima che fosse instaurato il rapporto e non incide sull'esecuzione del contratto né mette in pericolo lo svolgimento futuro. È escluso che il datore possa estromettere un dipendente soltanto perché pregiudicato, senza verificare l'eventuale compromissione dei successivi adempimenti: equivale a «impedire il reinserimento del condannato che invece il nostro Stato propugna in base all'articolo 27 della Costituzione». Così la Corte di cassazione civile, sez. lavoro, nell'ordinanza n. 4458 del 20/02/2024.



Quando deve essere effettuata la comunicazione alle RSU in merito alla concessione dei fringe benefit nei limiti innalzati per il 2024?

a cura di Studio Platti - Consulenza del Lavoro

Videopillola

Video Pillola del Lunedì - Novità dal 12 al 18 febbraio 2024

La Video Pillola del Lunedì offre una panoramica di tutte le novità relative agli adempimenti più importanti in materia di Lavoro intervenute nella settimana appena conclusa. Fra gli argomenti trattati si segnalano i più interessanti: rilasciato un nuovo servizio “EASY INPS” per aiutare intermediari e datori di lavoro nella risoluzione delle anomalie; chiarimenti in merito all’esclusione dall’obbligo contributivo per i trattamenti di integrazione salariale (CIGO e CIGS) dell’Agenzia del demanio; la Camera è convocata lunedì 19 febbraio per la discussione del disegno di legge di conversione, con modificazioni, del decreto Milleproroghe...


GUIDE OPERATIVE

Assunzioni agevolate

Il nostro ordinamento prevede una serie di agevolazioni di natura economica, contributiva e/o fiscale a favore dei datori di lavoro che procedono all’assunzione di particolari categorie di soggetti.
Nella Guida "Assunzioni agevolate" vengono illustrati i requisiti oggettivi e soggettivi che devono necessariamente possedere le aziende e i lavoratori ai fini della fruizione degli incentivi all’occupazione, la misura e la durata degli stessi, nonché le tipologie di rapporti incentivati.
La Guida è 
aggiornata, da ultimo, con le nuove previsioni a favore dei datori di lavoro che assumono i beneficiari di Assegno di Inclusione e del Supporto per la Formazione e il Lavoro e con la prassi più recente.


GUIDE OPERATIVE

Colf e badanti: gestione del rapporto di lavoro

La Guida “Colf e badanti: gestione del rapporto di lavoro” affronta con taglio pratico ed estremamente operativo tutti gli aspetti contrattuali, contributivi e assicurativi del lavoro domestico, grazie a un’analisi dettagliata delle disposizioni contenute nel CCNL per il personale domestico. Per ciascun capitolo sono presenti esempi, schemi e tabelle di sintesi che rendono l’opera intelligibile.
In particolare, la Guida è aggiornata con i nuovi minimi retributivi e con la circolare 29 gennaio 2024, n. 23 che ha comunicato gli importi dei contributi dovuti per l'anno 2024 per il lavoro domestico.


PODCAST

Lavoratori sportivi: la gestione della CU 2024

Il D.Lgs. n. 36/2021 è stato oggetto di notevoli cambiamenti nella regolamentazione del lavoro sportivo. Le novità introdotte nel 2023 trovano ora impatto anche nella compilazione della Certificazione Unica che dovrà essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate entro il 18 marzo 2024 (il 16 marzo cade di sabato quindi la scadenza viene posticipata al primo giorno feriale successivo).

Con Francesco Geria analizziamo le novità che dovranno essere gestite e attenzionate nella compilazione della certificazione.


PODCAST

Benefit e soglia esenzione 2024: applicabile anche ai collaboratori?

Con la Legge di Bilancio per il 2024 il Legislatore ha innalzato, solo per quest’anno, la soglia di esenzione concernente i fringe benefit di cui all’art. 51, comma 3 del Tuir. La misura, rispetto al testo normativo, è applicabile ai lavoratori dipendenti. Rimane ancora una volta il dubbio se tale beneficio possa essere applicato anche ai soggetti percettori di reddito da lavoro assimilato a quello dipendente come collaboratori e amministratori.

In attesa dei dovuti chiarimenti, con Francesco Geria, in questo nuovo Podcast cercheremo di dare una prima risposta alla questione con una particolare attenzione agli amministratori di società.


Videoconferenza

Disponibile la registrazione della Videoconferenza Legge di Bilancio 2024 e Decreti collegati: le novità per il Lavoro

Disponibile la registrazione della Videoconferenza Legge di Bilancio 2024 e Decreti collegati: le novità per il Lavoro.
Il corso analizza le nuove disposizioni introdotte dalla Legge 30 dicembre 2023, n. 213, valutando gli aspetti critici e gli aspetti pratici e operativi che impattano sull’attività degli addetti ai lavori. Si procede, poi, con l’analisi delle novità introdotte da altri provvedimenti, in parte collegati alla Legge di Bilancio, che potranno avere riflessi sul mondo del lavoro. 


PODCAST

Esonero lavoratrici madri: criticità della misura

La legge di Bilancio 2024 (Legge 30 dicembre 2023, n. 213 ) ha introdotto un nuovo ed ulteriore esonero contributivo a favore delle lavoratrici madri con tre o più figli nel limite di 3.000 euro annui. In attesa di conoscere le modalità operative e pratiche di applicazione e fruizione dell’esonero analizziamo alcuni aspetti critici riscontrati dalla lettura della normativa e nella recente Circolare Inps n. 11/2024 .

Ne parliamo in questo nuovo Podcast con Francesco Geria.


PODCAST

Esonero contributivo 2024: cumulabilità con più rapporti di lavoro e agevolazioni

La Legge di Bilancio 2024 (Legge 30 dicembre 2023, n. 213 ) conferma, per l’anno 2024, il c.d. esonero dei contributi a carico dei lavoratori dipendenti. La misura porta con sé alcune novità rispetto alle precedenti versioni. Nel nostro intervento vogliamo soffermarci sulla questione relativa alla compresenza di più rapporti di lavoro (con lo stesso datore di lavoro o con datori diversi) e sulla cumulabilità dell’esonero con altre misure agevolative. In tale ultimo caso in particolare si vuole sottolineare l’alternatività tra l’esonero contributivo e la nuova misura a favore delle lavoratrici madri introdotta dalla stessa legge di Bilancio 2024.

Ne parliamo in questo nuovo Podcast con Francesco Geria.


PODCAST

Modello 770: dal 2025 cambiano le regole

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.Lgs. 8 gennaio 2024, n. 1 entra a regime un ulteriore tassello della c.d. “Riforma Fiscale”. Con tale provvedimento viene regolamentata la semplificazione di molti adempimenti tributari, tra i quali anche l’annuale dichiarazione dei sostituti d’imposta, meglio conosciuta come Modello 770. Le novità sortiranno effetto a decorrere dal periodo di imposta 2025.

In questo nuovo Podcast, con Francesco Geria, analizziamo le novità.


Guide operative

Manovra 2024 - Le novità per il lavoro

La nuova Guida “Manovra 2024 - Le novità per il lavoro” è stata redatta allo scopo di fornire agli operatori del settore, quali Consulenti del Lavoro e Dottori Commercialisti, tutte le ultime novità della Legge 30 dicembre 2023, n. 213 che interessano i temi prettamente previdenziali e lavoristici. L’elaborato affronta con taglio estremamente pratico ed operativo tutti gli aspetti principali che hanno efficacia nel 2024, e con i quali i professionisti devono confrontarsi giornalmente per fornire ai propri clienti un servizio al passo con i tempi. Tra le novità di quest’anno si segnala, ad esempio, la proroga del taglio del cuneo contributivo per la quota a carico dei lavoratori dipendenti. La quota di esonero rimane al 6% per le retribuzioni mensili imponibili fino a 2.692 euro (parametrate su 13 mensilità) ed al 7% per quelle fino a 1.923 euro (sempre parametrate su 13 mensilità). Sul versante pensionistico si segnala la proroga di “quota 103”, così come la proroga di “opzione donna” e APE sociale.


PODCAST

Assunzione percettori Assegno Inclusione: la cumulabilità dei benefici

Il D.L. n. 48/2023 ha introdotto l’istituto dell’Assegno di Inclusione. Lo stesso provvedimento ha, altresì, previsto che i datori di lavoro privati che dovessero assumere percettori di Assegno di Inclusione possono beneficiare, a decorre dal 1° gennaio 2024, di un esonero dei contributi previdenziali a loro carico. La Circolare Inps 29 dicembre 2023, n. 111 ha fornito le istruzioni operative per poter godere del beneficio, soffermandosi, tra l’altro sulla cumulabilità di questo nuovo esonero con altre agevolazioni.

Con Francesco Geria analizziamo in particolare la possibile cumulabilità tra il nuovo esonero per i percettori di AdI e quello a favore di giovani in cerca di occupazione.


PODCAST

Fringe benefit 2024: esenzione a 1000 euro per tutti

Con la Legge del 30 dicembre 2023, n. 213 (Legge di Bilancio 2024) il Legislatore torna sulla gestione della soglia di esenzione concernente i benefit di cui all’art. 51, comma 3 del Tuir. La previsione normativa è una sorta di riedizione delle precedenti versioni ma presenta anche alcuni caratteri di novità interessanti.

Con Francesco Geria, analizziamo il nuovo dettato normativo tenendo conto che, come sempre, saranno necessari interventi di prassi per definire gli aspetti pratici e operativi.


PODCAST

Compenso agli amministratori: pagamento entro il 12 gennaio

Anche per gli amministratori di società, le somme erogate a titolo di compenso costituiscono reddito nel periodo di imposta di riferimento se corrisposte entro il 12 gennaio dell’anno successivo, in applicazione del c.d. principio di cassa allargato. E tale termine ne permette anche la deducibilità per competenze dal reddito d’impresa della società erogante. Il compenso agli amministratori, quindi, deve essere corrisposto tenendo presente alcuni importati aspetti che andremo insieme ad analizzare.


PODCAST

Whistleblowing: ancora dubbi sul calcolo del numero dei dipendenti

A decorrere dal 17 dicembre 2023, le aziende con almeno 50 dipendenti dovranno attivare le procedure di segnalazione secondo le disposizioni di cui al D.Lgs. n. 24/2023 . Tra i vari requisiti da verificare per capire se si sia soggetti agli obblighi vi è quello della verifica dell’organico aziendale. Come si contano i dipendenti al fine di capire se il datore di lavoro sia collocabile sopra o sotto la soglia prevista dalla norma? Ad oggi non vi sono ancora indicazioni definite se non quelle diffuse dall’ANAC attraverso le proprie linee guida.


Videoconferenza

Disponibile la registrazione della Videoconferenza Mansioni e inquadramento dei lavoratori

È disponibile la registrazione della Videoconferenza Mansioni e inquadramento dei lavoratori.
Il corso analizza le vicende legate alla corretta assegnazione delle mansioni al lavoratore subordinato, facendo riferimento anche alla possibilità per il datore di lavoro di modificare le mansioni già affidate al prestatore di lavoro. 


Videopillola

La Riforma dello sport tra adeguamento degli statuti e acquisizione della personalità giuridica

Con la pubblicazione del D.Lgs. 29 agosto 2023, n. 120, appare completata la riforma dello sport, quantomeno dal punto di vista normativo, sebbene si sia ancora in attesa dei necessari decreti attuativi. Il D.Lgs. n. 120/2023 interviene ulteriormente sui precedenti provvedimenti legislativi della riforma del comparto (dal D.Lgs. n. 36/2021 al D.Lgs. n. 40/2021), come richiesto dalla legge delega n. 86/2019, con decorrenza dal 5 settembre 2023, al fine di correggere o integrare gli stessi provvedimenti. Le associazioni e/o società sportive hanno tempo fino al prossimo 31 dicembre 2023 per adeguare i propri statuti alle novità introdotte dal comma 1 dell’art. 7 del D.Lgs. n. 36/2021. Analizziamo le principali problematiche relative all’adeguamento degli statuti e all’acquisizione della personalità giuridica da parte delle associazioni sportive dilettantistiche.


Guide in vetrina

Articoli Più Letti

  1. COMMENTI

    Assegno di Inclusione: validazione delle certificazioni

    21 febbraio 2024

    di Daniele Bonaddio

  2. NEWS

    Svolgimento del ruolo di responsabile e diritto all'indennità di posizione organizzativa

    21 febbraio 2024

  3. COMMENTI

    Aziende agricole: aliquote contributive 2024 per OTI e OTD

    22 febbraio 2024

    di Francesca Bicicchi - Studio Nevio Bianchi & Partners

  4. NEWS

    Trasformazione del rapporto di lavoro da part time a full time e cd. fatti concludenti

    22 febbraio 2024

  5. CIRCOLARE MONOGRAFICA

    Strumenti operativi per accedere al modello OT23

    22 febbraio 2024

    di Barbara Garbelli

  1. Deducibilità dei contributi di previdenza complementare per il lavoratore di prima occupazione

    COMMENTI

    16 febbraio 2024

    di Alice Chinnici

  2. Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati

    NEWS

    16 febbraio 2024

  3. Studi professionali: firmato il contratto

    NEWS

    19 febbraio 2024

  4. Studi, arriva l'aumento

    ITALIA OGGI

    20 febbraio 2024

    di Michele Damiani

  5. Decreto Milleproroghe: gli emendamenti in materia di lavoro

    PRIMA LETTURA

    16 febbraio 2024

    di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato

  1. 28. Risoluzione del rapporto della lavoratrice madre e del lavoratore padre

    GUIDA

    9 maggio 2023

    di Emanuele Maestri

  2. Riduzione contributiva nel settore edile per l’anno 2023: istruzioni operative INPS

    COMMENTI

    2 febbraio 2024

    di Francesca Bicicchi - Studio Nevio Bianchi & Partners

  3. Deducibilità dei contributi di previdenza complementare per il lavoratore di prima occupazione

    COMMENTI

    16 febbraio 2024

    di Alice Chinnici

  4. Svolgimento delle mansioni lavorative da “remoto” ed illegittimità del licenziamento

    NEWS

    2 febbraio 2024

  5. Alluvione Emilia-Romagna: chiarimenti sull’indennità di disoccupazione agricola

    COMMENTI

    9 febbraio 2024

    di Daniele Bonaddio