Recupera password

In primo piano

ASSUNZIONI AGEVOLATE

Assunzioni di giovani dal 1° luglio 2022: esonero under 30 o under 36?

La Legge 30 dicembre 2020, n. 178, cosiddetta Legge di Bilancio 2021, ha, tra le molteplici disposizioni, disciplinato speciali misure agevolative volte all’assunzione di giovani che non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età. Secondo le previsioni di cui all’articolo 1, commi da 10 a 15 della predetta legge, infatti, viene riconosciuto, ai datori di lavoro, un esonero, nella misura del 100%, nel biennio 2021-2022, per un periodo massimo di 36 mesi, nel limite di importo di 6.000 euro annui, con riferimento ai soggetti che alla data della prima assunzione o trasformazione a tempo indeterminato incentivata non abbiano compiuto il 36° anno di età.

Attualmente, la misura è stata approvata dalla Commissione Europea sino al 30 giugno 2022. Cosa accade, dunque, per le assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato decorrenti dal 1° luglio 2022? Sarà ancora possibile avere accesso al beneficio di cui alla Legge di Bilancio 2021 o vi sono ulteriori incentivi possibili?



NEWS

a cura di studiomarini.net

CONSULENTI DEL LAVORO

Divario crescente tra domanda e offerta di lavoro: l’indagine della Fondazione Studi CdL

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro – con l’Indagine denominata “Il lavoro che c’è, i lavoratori che non ci sono” – ha analizzato il divario crescente tra domanda e offerta di lavoro.

Dall’analisi emerge che il calo dell’offerta di lavoro (-838.000 persone attive di 15-64 anni tra 2018 e 2021), dovuta allo sfavorevole quadro demografico (636mila residenti in meno tra 2018 e 2021, di cui 262.000 giovani), ma anche alla crescita degli inattivi (+194.000 nello stesso periodo), interessa anche le componenti della popolazione tradizionalmente più dinamiche, come gli immigrati (14,4% di inattivi in più).


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Letturisti, Acqua, Gas ed Energia Elettrica: siglato il nuovo CCNL

In data 3 giugno 2022 è stato sottoscritto - tra CONFLAVORO PMI e FESICA CONFSAL, CONFSAL FISALS con l'assistenza della CONFSAL - il nuovo CCNL Letturisti, Acqua, Gas e Energia Elettrica.

Il CCNL - che decorre da aprile 2019 a marzo 2022 - prevede le seguenti nuove retribuzioni: ...


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato il nuovo CCNL Aziende di Animazione e Intrattenimento

In data 3 giugno 2022 è stato siglato - tra CONFLAVORO PMI e la FESICA CONFSAL, la CONFSAL FISALS con l’assistenza della CONFSAL - il nuovo CCNL Aziende di Animazione e Intrattenimento.

Il CCNL - in vigore da giugno 2022 a maggio 2025 – prevede i seguenti minimi contrattuali: ...

 


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO    FREE  

Al via il contributo mensile obbligatorio per la rappresentanza contrattuale di Metalmeccanica Piccola Industria

A mente dell’art. 81bis , CCNL 22 giugno 2016 di Metalmeccanica Piccola Industria (Confimi) si prevede un contributo mensile obbligatorio per la rappresentanza contrattuale imprenditoriale pari ad € 0,50 per ciascun dipendente in forza.

L’omesso versamento del contributo obbligatorio costituisce inadempimento contrattuale.


IMPOSIZIONE FISCALE

Agenzia delle Entrate: tassazione delle somme erogate a seguito di accordo transattivo

L’Agenzia delle Entrate – con risposta ad Interpello  23 giugno 2022, n. 344 – ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla corretta tassazione da adottare in merito a somme erogate a seguito di accordo transattivo, nell’ambito di un rapporto di lavoro.


INCENTIVI

Mense scolastiche biologiche, raggiunto l'accordo sul riparto dei contributi

In Conferenza Unificata è stata raggiunta un'intesa sullo schema di decreto del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, di concerto con il Ministro dell'Istruzione, per il riparto del fondo da 5 milioni di euro per le mense scolastiche biologiche per il 2022.


IMPOSIZIONE FISCALE

Qualificazione delle somme riconosciute in sede di una conciliazione in materia di lavoro: chiarimenti dell'AE

L’Agenzia delle Entrate – con risposta ad Interpello 23 giugno 2022, n. 343 – ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla corretta qualificazione delle somme riconosciute in sede di una conciliazione in materia di lavoro, ex artt. 17 e 51 del TUIR.


PREVIDENZA

Fondo di previdenza per i lavoratori di imprese di spedizione e corrieri, dalla Corte dei Conti ok al bilancio 2020

Con la Delibera n. 39/2022, la Sezione controllo enti della Corte dei Conti ha approvato la relazione sulla gestione 2020 del Fondo nazionale di previdenza per i lavoratori delle imprese di spedizione, corrieri e delle agenzie marittime raccomandatarie e mediatori marittimi (FASC). 


INPS, PRESTAZIONI

Pubblicati i dati dell’Osservatorio su Reddito e Pensione di Cittadinanza

In data 21 giugno 2022, l’INPS ha pubblicato i dati aggiornati al 14 giugno 2022 dell’Osservatorio su Reddito e Pensione di Cittadinanza, relativi ai nuclei percettori di RdC e PdC negli anni 2019-2022.

I dati relativi ai primi cinque mesi del 2022 riferiscono di 1.555.035 nuclei percettori di almeno una mensilità di RdC/PdC, con 3.423.762 persone coinvolte e un importo medio erogato a livello nazionale di € 553,68.


FORMAZIONE ON-LINE    FREE  

Martedì 28 giugno, alle ore 11.00, nuovo Webinar Come fare – Come funziona il Bonus 200 euro

Martedì 28 giugno, dalle ore 11.00 alle ore 12.15, si svolgerà in diretta il Webinar Come fare "Come funziona il Bonus 200 euro", con l'obiettivo di analizzare la nuova misura, introdotta dal D.L. n. 50/2022 – c.d. Decreto Aiuti, a favore dei lavoratori e di altri beneficiari, alla luce dei molti aspetti critici e di difficoltà nella sua applicazione pratica.

Il Webinar è incluso nell'Abbonamento MySolution.


CONSIGLIATI DALLA REDAZIONE

AGEVOLAZIONI E INCENTIVI    FREE  

Bonus 200 euro: fac simile dichiarazione del lavoratore

Con il Messaggio n. 2397 del 13 giugno 2022, integrato successivamente dal Messaggio n. 2505 del 21 giugno 2022 , l’INPS ha fornito le istruzioni per la corretta gestione del bonus una tantum di 200 euro, previsto dal c.d. “decreto Aiuti” (articolo 31, comma 1, del D.L. 17 maggio 2022, n. 50), spettante ai lavoratori subordinati. L’indennità una tantum è riconosciuta in automatico, in misura fissa, una sola volta, previa acquisizione - da parte del datore di lavoro - di una dichiarazione del lavoratore con la quale lo stesso dichiari, ricorrendone le circostanze, “di non essere titolare delle prestazioni di cui all'articolo 32, commi 118 del D.L. in commento.

Commento di Daniele Bonaddio | 22 giugno 2022

IMPOSIZIONE FISCALE

Welfare aziendale 2022: il limite di esenzione torna ad euro 258,23

Dal 1° gennaio 2022 viene meno il temporaneo innalzamento ad euro 516,46 della soglia di esenzione fiscale per i fringe benefit e gli strumenti di welfare aziendale riconducibili all’articolo 51, comma 3 del TUIR, a suo tempo previsto nel periodo di emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del virus Covid-19.

Da quest’anno, dunque, torna in vigore la disciplina ordinaria di cui all’articolo 51, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, per effetto della quale “non concorre a formare il reddito il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati se complessivamente di importo non superiore nel periodo d'imposta a euro 258,23.”

A questa disposizione, tuttavia, si aggiunge la misura di cui all’articolo 2 del D.L. 21 marzo 2022, n. 21, convertito con modificazioni in Legge 20 maggio 2022, n. 51 secondo cui, limitatamente all’anno 2022, l’importo del valore di buoni benzina o analoghi titoli ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti per l’acquisto di carburanti, nel limite di 200 euro, per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 17 giugno 2022

VIGILANZA SUL LAVORO

Sospensione dell’attività imprenditoriale: quando è possibile non applicarla

Con la Nota 1159 del 7 giugno 2022 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro delinea l’ambito di applicazione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, precisando che è possibile rinviare la sospensione dell’attività d’impresa prevista dall'art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008 nel caso in cui l’interruzione comporti gravi conseguenze ai beni e alla produzione nonché la compromissione del regolare funzionamento di un servizio pubblico.

Circolare monografica di Francesca Stufetti | 16 giugno 2022

INPS, PRESTAZIONI

DIS-COLL: le novità sulla disciplina per l’anno 2022

A norma dell’articolo 15 del D.Lgs. 4 marzo 2015, n. 22, l’indennità di disoccupazione mensile “DIS-COLL” è una prestazione a sostegno dei collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

La previsione di cui all’articolo 1, comma 223 della Legge 30 dicembre 2021, n. 234 (cosiddetta Legge di Bilancio 2022) integra l’articolo 15 del D.Lgs. 4 marzo 2015, n. 22, in materia di DIS-COLL, attraverso l’introduzione del comma 15-quinquies, il quale prevede una diversa decorrenza del meccanismo di riduzione (c.d. décalage) della prestazione, un ampliamento della durata e una diversa modalità di calcolo della medesima, il riconoscimento della contribuzione figurativa per i periodi di fruizione della prestazione e l’obbligo del versamento, per alcune categorie di lavoratori iscritti alla Gestione separata, di un’aliquota contributiva contro la disoccupazione pari a quella dovuta per la prestazione NASpI.

Sul punto, con Circolare 4 gennaio 2022, n. 3, l’INPS fornisce chiarimenti in merito alle novità legislative e alle modalità di applicazione dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL per gli eventi che si verificano dal 1° gennaio 2022 e precisa che per evento di disoccupazione si intende l’evento di cessazione dal lavoro che ha comportato lo stato di disoccupazione.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 10 giugno 2022

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO

Tutto quesiti – Il collocamento dei disabili

La Legge n. 68/1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” come modificata ed integrata dal D.Lgs. n. 151/20151 e dal D.Lgs. n. 185/2016  ha la finalità di promuovere l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro, tramite servizi di sostegno e di collocamento mirato. Il diritto dei portatori di handicap ad essere tutelati nell’ottenere un’occupazione lavorativa trova il proprio fondamento nell’art. 38, comma 3, della Costituzione, secondo cui “Gli inabili ed i minorati hanno diritto all’educazione e all’avviamento professionale”.

Le Nuove Linee guida in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità, adottate con il D.M. n. 43/2022, in data 26 marzo 2022, hanno come obiettivo principale quello di favorire, attraverso percorsi lavorativi, l'integrazione sociale e l'indipendenza delle persone con disabilità, con particolare attenzione a giovani e disoccupati o inoccupati.

Con il presente intervento vogliamo rispondere ai quesiti sul tema, posti durante il nostro recente webinar.

Circolare monografica di Francesca Stufetti | 7 giugno 2022

AGEVOLAZIONI E INCENTIVI

Bonus 200 euro: luci ed ombre della misura prevista dal Decreto “Aiuti”

Mentre il Paese si dedica alla fase di ripresa conseguente al superamento dell’emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del virus Covid-19, sembra affacciarsi una nuova crisi, causata dal conflitto tra Russia e Ucraina. Ecco, dunque, che si rendono necessari interventi normativi ad hoc per far fronte all’innalzamento dei costi legati alle fonti energetiche e alle materie prime che stanno avendo forti impatti su aziende e cittadini già provati da anni di pandemia.

In quest’ottica, quindi, sono da leggersi le disposizioni di cui agli articoli 31 e 32 del D.L. 17 maggio 2022, n. 50 (c.d. Decreto “Aiuti”) che introducono un’indennità “una tantum”, del valore di 200 euro, in favore di lavoratori dipendenti, pensionati ed altre tipologie di soggetti.

Se, tuttavia, ad una prima lettura, la norma può apparire chiara, molteplici sono i dubbi che sorgono nell’applicazione di una misura che presenta numerose variabili e per cui si dovranno attendere doverosi chiarimenti da parte dell’INPS.

Con il presente intervento, vogliamo affrontare la disciplina contenuta nel Decreto "Aiuti", analizzandone requisiti e caratteristiche, puntando l’attenzione sulle incognite ancora da risolvere.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 3 giugno 2022

IMPOSIZIONE FISCALE

Artigiani e commercianti: le novità del quadro RR del modello Redditi PF 2022

Il quadro RR del Modello “Redditi 2022-PF” deve essere compilato dai soggetti iscritti alle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, nonché dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata per la determinazione dei contributi previdenziali dovuti all’INPS.

L'Inps, in passato, aveva chiarito che tutti gli iscritti alle gestioni Artigiani e Commercianti, indipendentemente dalla ragione di avvenuta iscrizione alla gestione, erano chiamati a versare la contribuzione INPS determinando la base imponibile contributiva tenendo in considerazione:

  • i redditi derivanti dalla ditta individuale;
  • i redditi di partecipazione (quadro RH);
  • i redditi “figurativi” derivanti da società di capitali.

Circolare monografica a cura di Studio Tributario Gavioli & Associati | 25 maggio 2022

ASSUNZIONI AGEVOLATE

Beneficiari di Rdc, giovani e Decontribuzione Sud: il punto sulle assunzioni agevolate

Sparse in diverse disposizioni di legge vi sono numerose agevolazioni (alcune permanenti altre “a scadenza”) previste a favore dei datori di lavoro che assumono soggetti in possesso di determinati requisiti.

In questo primo intervento strutturato in tabelle ci soffermeremo sull’incentivo per l’assunzione di beneficiari di Reddito di cittadinanza (Rdc), su quello per favorire l’occupazione giovanile stabile – diversificato a seconda dell’annualità nella quale viene effettuata l’assunzione – e, infine, sulla cd. Decontribuzione Sud, istituita al fine di contenere gli effetti straordinari sull'occupazione causati dall'epidemia da Covid-19 in aree “svantaggiate”.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 23 maggio 2022

DECRETO AIUTI

Bonus 200 euro: a chi spetta, come funziona e come ottenerlo

Nella Gazzetta Ufficiale del 17 maggio 2022, n. 114 è stato pubblicato il D.L. 17 maggio 2022, n. 50 recante "Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina". Tra le misure presenti all’interno di questo decreto arriva anche un aiuto per le famiglie, un bonus da 200 euro una tantum per lavoratori e pensionati per contrastare le difficoltà legate al caro prezzi che stiamo vivendo in questo periodo. L’assegno è riconosciuto appunto a lavoratori e pensionati con reddito inferiore a 35.000 euro, e il provvedimento interesserà circa 28 milioni di italiani.

Commento di Daniele Bonaddio | 18 maggio 2022

FRINGE BENEFIT

L'Approfondimento - Alloggio in uso ai dipendenti

La concessione di un fabbricato al lavoratore dipendente a titolo di locazione, uso o comodato rappresenta un fringe benefit per il medesimo.

Per fringe benefit si intende un compenso in natura ovvero quella parte della retribuzione che un’impresa sceglie di offrire ai propri collaboratori in aggiunta alla busta paga prevista dal CCNL. Sono quindi compensi erogati non sotto forma di denaro ma quali beni e servizi.

Circolare monografica di Francesca Stufetti | 17 maggio 2022

POLITICHE SOCIALI

Family Act: gli obiettivi della Legge n. 32/2022

Il 27 aprile 2022 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 97 la Legge 7 aprile 2022, n. 32, recante “Deleghe al Governo per il sostegno e la valorizzazione della famiglia”; il provvedimento è in vigore da oggi, giovedì 12 maggio 2022.

Il Family Act rappresenta un pacchetto innovativo di potenziamento del welfare e delle politiche del lavoro per conciliare i tempi di vita privata con quelli professionali. Un concreto e reale aiuto alle famiglie che sostengono molte spese per crescere ed educare i propri figli.

Illustriamo nel dettaglio il contenuto delle deleghe.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 12 maggio 2022

INPS, CONTRIBUZIONE

Esonero contributo ex CUAF e assegno unico e universale

L’INPS - con Messaggio 5 maggio 2022, n. 1921 - ha chiarito che il legislatore non è intervenuto sulle disposizioni afferenti agli obblighi contributivi per i datori di lavoro tenuti al versamento del contributo ex CUAF (Cassa unica assegni familiari), tantomeno con riferimento alle disposizioni che ne disciplinano l'esonero per determinati soggetti datoriali.

Al riguardo, l'Istituto, su conforme parere del MLPS, ha evidenziato che possono continuare a beneficiare del regime di esenzione dell'obbligo di versamento del contributo ex CUAF, i datori di lavoro che non perseguono fini di lucro ex art. 49, comma 2, Legge n. 881/1989 ed art. 23-bis, D.L. n. 663/1979, qualora garantiscano un trattamento di famiglia non inferiore a quello previsto dalla legge in relazione a tutte le tipologie di nuclei familiari che non rientrano nella platea dei beneficiari dell'assegno unico e universale, ex D.Lgs. n. 230/2021.

Circolare monografica a cura di studiomarini.net | 11 maggio 2022

LAVORO AUTONOMO

Lavoratori autonomi occasionali: nuova App per effettuare la comunicazione obbligatoria

L’articolo 14, comma 1, del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, è stato modificato, con decorrenza dal 21 dicembre 2021, dalla Legge 17 dicembre 2021, n. 215, di conversione del D.L. 21 ottobre 2021, n. 146. La citata legge, in particolare, ha previsto un nuovo obbligo comunicazionale dei lavoratori che svolgono prestazioni di lavoro autonomo occasionale. Le prime indicazioni di carattere generale in materia sono state fornite dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la Nota 11 gennaio 2022, n. 29, poi integrata, per gli aspetti più particolari, dalle successive Note 27 gennaio 2022, n. 109 e 1° marzo 2022, n. 393. Infine, sempre l’Ispettorato, ha fornito ulteriori chiarimenti in ordine alle concrete modalità di effettuazione della comunicazione in esame con le Note 28 marzo 2022, n. 573 e 22 aprile 2022, n. 881. Si propone il punto su tutta la prassi di riferimento in materia.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 9 maggio 2022

CRISI D'IMPRESA

L'Approfondimento - La liquidazione giudiziale: gli effetti sul rapporto di lavoro

Con l’avvento del "Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza" il Legislatore ha inteso ampliare la possibilità di accesso alle misure per la soluzione della crisi e, in generale, a tutti gli strumenti alternativi al fallimento. Nondimeno, attraverso la riforma dell’ordinamento concorsuale, si è tentato di porre rimedio alle lacune del sistema e all’assenza di un coordinamento fra le disposizioni che regolano i rapporti di lavoro e la disciplina relativa alle procedure fallimentari, al fine di armonizzare compiutamente i contrapposti interessi in gioco.

Nel presente contributo, premessi alcuni doverosi cenni di carattere sistematico, vengono esaminati i più rilevanti impatti del D.Lgs. n. 14/2019 sotto il profilo giuslavoristico, con particolare riguardo alla disciplina relativa agli effetti della liquidazione giudiziale sul rapporto di lavoro.


LAVORO PARASUBORDINATO

Collaborazioni coordinate e continuative: il punto

I rapporti di collaborazione sono disciplinati dall’articolo 409 del codice di procedura civile, nonché dal D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 (c.d. “Codice dei contratti”), per effetto del quale, gli articoli da 6169-bis del D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276, concernenti le tipologie contrattuali a progetto e occasionali, ivi compreso il lavoro autonomo a partita IVA, sono stati abrogati, continuando tuttavia a operare con esclusivo riferimento ai contratti già in essere al 25 giugno 2015.

Il D.L. 3 settembre 2019, n. 101 (convertito dalla Legge 2 novembre 2019, n. 128), oltre ad aver ampliato le garanzie per gli iscritti alla gestione separata e ad aver previsto uno speciale regime di tutela del lavoro tramite piattaforme digitali (c.d. riders), ha comportato la modifica dell’art. 2, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2015, in materia di collaborazioni organizzate dal committente, con particolare riguardo alla disciplina della c.d. etero-organizzazione: in relazione a tale novità, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la circolare 30 ottobre 2020, n. 7, ha fornito le istruzioni per un corretto svolgimento dell’attività di vigilanza. Si propone il punto sulle regole vigenti in tema di collaborazioni coordinate e continuative.

Circolare monografica di Emanuele Maestri, Eleonora Galbiati | 3 maggio 2022

LAVORO SUBORDINATO

Tutto quesiti - Lo smart working dall’emergenza Covid-19 alla disciplina ordinaria

Il lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.

La definizione di smart working, contenuta nella Legge n. 81/2017, pone l’accento sulla flessibilità organizzativa, sulla volontarietà delle parti che sottoscrivono l'accordo individuale e sull'utilizzo di strumentazioni che consentano di lavorare da remoto (come ad esempio: pc portatili, tablet e smartphone).

Durante l’emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del virus Covid-19, questo strumento ha rivestito fondamentale importanza, consentendo ai lavoratori di svolgere le proprie mansioni, durante i periodi di lockdown, isolamento o quarantena.

In conseguenza di ciò, fino al 30 giugno 2022, le comunicazioni di smart working nel settore privato andranno effettuate esclusivamente attraverso una procedura semplificata (per la quale non è necessario allegare alcun accordo con il lavoratore), utilizzando esclusivamente la modulistica e l’applicativo informatico resi disponibili dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Diversamente, a decorrere dal 1° luglio 2022, tornerà in vigore la disciplina ordinaria.
A seguito del recente webinar sul tema, dunque, vediamo di rispondere ai quesiti posti in materia di smart working.

Circolare monografica di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato | 29 aprile 2022

 
AMMORTIZZATORI SOCIALI

CIGS per imprese a rischio esubero: ulteriore periodo di 12 mesi

Con il Messaggio n. 2423 del 15 giugno 2022, l’INPS ha illustrato le modalità procedurali e operative relative alla misura di cui trattasi all’articolo 1, comma 200, della Legge n. 234/2022 (cd. Legge di Bilancio 2022), che introduce, in favore dei datori di lavoro che occupano più di 15 dipendenti, un ulteriore intervento di integrazione salariale straordinaria finalizzato al recupero occupazionale dei lavoratori a rischio esubero, per un periodo massimo di 12 mesi complessivi non ulteriormente prorogabili. Sul punto, i datori di lavoro o i loro consulenti/intermediari dovranno indicare in <CodiceEventoGiorn> di <EventoGiorn> di <Giorno> il codice evento “CSR” (“Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria Richiesta”), sia in caso di cassa integrazione richiesta (non ancora autorizzata) sia dopo avere ricevuto l’autorizzazione; dovrà essere altresì indicato il codice “T” in “TipoEventoCIG” e il relativo ticket in <IdentEventoCig>.


CORTE DI CASSAZIONE

Rassegna di Giurisprudenza 24 giugno 2022, n. 453

- La sorte del rapporto di lavoro in caso di cessazione dell’appalto
- Il risarcimento del danno in caso di nullità del contratto di lavoro
- La responsabilità del legale rappresentante per omessi versamenti delle ritenute previdenziali operate sulle retribuzioni del personale
- I presupposti per il riconoscimento del risarcimento dei danni per ferie non godute
- La prescrizione per la contestazione e le sanzioni in caso di lavoratori irregolari
- L’accertamento della giusta causa di licenziamento
- La tipizzazione nei CCNL dei comportamenti giustificanti il licenziamento per giusta causa e l’accertamento giudiziale
- La competenza territoriale in tema di contributi assicurativi
- La legittimità della sanzione disciplinare intimata per comportamenti lesivi la dignità di terzi
- La validità della delega in materia di sicurezza sul lavoro


Videoconferenza

Disponibile la registrazione della Videoconferenza La gestione delle assenze dei lavoratori

È disponibile la registrazione della Videoconferenza La gestione delle assenze dei lavoratori.
La gestione dei rapporti di lavoro di norma regola lo svolgimento degli stessi e il riconoscimento retributivo legato alla presenza e alla prestazione lavorativa. Conoscere e saper anche “amministrare” le assenze e i momenti in cui il lavoratore non presta la propria attività lavorativa sono tra gli elementi essenziali per la corretta gestione delle risorse umane. Le assenze del personale dipendente, infatti, non solo producono spesso effetti nei confronti dell’organizzazione e dell’operatività aziendale, ma risultano anche legate ad aspetti attinenti la vita personale dei lavoratori. Nel corso sono approfondite alcune tipologie di assenze dei lavoratori subordinati con un occhio di riguardo agli aspetti e ai riflessi pratici.

Simone Baghin

MATERNITà

Più tutele per la maternità

Aumentano i congedi parentali. Papà a casa per 10 giorni

Più tutele sulla maternità, per lavoratori dipendenti, professionisti e lavoratori autonomi. Per i primi sale da 6 a 9 mesi in totale i mesi di congedo parentale indennizzati e sale da 6 a 12 anni del figlio il periodo per la fruizione. Ai secondi (professionisti e lavoratori autonomi) è esteso, in caso di gravidanza a rischio, il diritto all'indennità giornaliera anche per periodi antecedenti ai due mesi prima del parto. Lo prevede, tra l'altro, il dlgs approvato mercoledì in via definitiva dal consiglio dei ministri, che dà attuazione alla direttiva UE 2019/1158 (si veda ItaliaOggi di ieri).


PROFESSIONI SANITARIE

Medicina, il ministero supera l'ordine

Oltre 16 mila medici e 24 mila infermieri, i primi con numeri superiori rispetto a quelli indicati dagli ordini, i secondi invece inferiori. Per i fisioterapisti ci sono 2.850 posti, in linea con quanto richiesto dagli organi di rappresentanza di categoria. È quanto prevede lo schema di accordo per la determinazione del fabbisogno per l'anno accademico 2022/2023 per le professioni sanitarie, nonché delle lauree magistrali in farmacia, biologia, chimica, fisica e psicologia.


FESTIVAL DEL LAVORO 2022

No a salario minimo e Rdc

Le due misure combinate distruggono il mercato del lavoro

Mettere insieme reddito di cittadinanza e salario minimo distruggerebbe il mercato del lavoro. Invece di fissare un limite per legge, bisogna prendere come punto di riferimento la contrattazione collettiva, incentivando quella di secondo livello. È la posizione del ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta e della presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro (Cno) Marina Calderone, espressa ieri a Bologna durante la prima giornata del Festival del lavoro, la manifestazione organizzata dal Cno giunta alla tredicesima edizione.


a cura di Studio Platti - Consulenza del Lavoro

MYSOLUTION PODCAST

Irap: modifiche retroattive alle deduzioni del costo del lavoro

Il D.L. 21 giugno 2022, n. 73 (cd. "Decreto Semplificazioni") ha introdotto un’importate riscrittura alla disciplina delle deduzioni Irap attinenti il costo del lavoro. In particolare alcune precedenti deduzioni vengono previste per i lavoratori con contratti diversi da quello a tempo indeterminato mentre altre deduzioni vengono abrogate (es. cuneo fiscale). Inoltre il costo del lavoro dei contratti a tempo indeterminato diviene integralmente deducibile senza più far riferimento al tetto massimo del costo del lavoro. La nuova disciplina, per espressa previsione del Decreto legge introdotto, ha effetto già sul periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto e quindi è da ritenersi retroattiva.

In questo nuovo Podcast, con Francesco Geria, analizziamo insieme gli effetti della nuova disciplina.

Francesco Geria

Videopillola

Video Pillola del Lunedì - Novità dal 13 giugno al 19 giugno 2022

Questa settimana, in particolare, fra gli argomenti trattati segnaliamo: mess. INPS n. 2397/2022 - erogazione dell’indennità una tantum di 200 euro per i lavoratori dipendenti; mess. INPS n. 2408/2022 - nuova skill “INPS Notizie” dedicata agli assistenti vocali Alexa e Google Assistant; mess. INPS n. 2413/2022 - parziale rettifica delle istruzioni già fornite in merito alla compilazione del quadro RR del modello “Redditi 2022 -PF”; circ. INPS n. 70/2022 - sgravio totale per gli apprendisti di primo livello nelle piccole imprese; mess. INPS n. 2423/2022 - modalità procedurali e operative concernenti l’intervento straordinario di integrazione salariale per accordi di transizione occupazionale; circ. INPS n. 69/2022 - pagamento del contributo addizionale dovuto per le aziende in crisi che usufruiscono della Cassa in deroga; nota INL n. 1229/2022 - modello da utilizzare in caso di distaccati nell’ambito di un contratto di rete.

di Antonella Damiotti

MYSOLUTION PODCAST

L’assenza ingiustificata è equiparabile alle dimissioni?

Una recente sentenza del 27 maggio 2022 a cura del Tribunale di Udine ha stabilito che l’assentarsi dal lavoro senza fornire le dovute giustificazioni è da equiparare ad un comportamento non consono ai doveri contrattuali e quindi è possibile ritenere il lavoratore dimissionario per comportamento concludente.
La decisione del tribunale di merito cerca così di risolvere quello che di recente sembra essere un fenomeno molto diffuso: il tentativo dei lavoratori di risolvere (anche volontariamente) il rapporto di lavoro provando ad accedere all’indennità di disoccupazione Naspi. Prassi, questa, che sta suscitando l’interesse anche degli Istituti – tra i primi l’Inps – a seguito dell’aumento di richieste di interventi di sostegno al reddito soprattutto a causa di risoluzioni dei rapporti per giusta causa.
In questo nuovo Podcast vediamo, con Francesco Geria, gli aspetti più interessanti della sentenza in commento.

Francesco Geria

MYSOLUTION PODCAST

Salario minimo sì, salario minimo no

Dopo il confronto avvenuto a livello europeo con la definizione della Direttiva del 6 giugno 2022, si riaccende il dibattito politico in tema di salario minimo.
Le forze politiche, come ben sappiamo, si attestano su fronti opposti e la discussione dovrà necessariamente portare ad una soluzione rispettosa di quanto stabilito dalla Direttiva UE.
In questo nuovo Podcast, con Francesco Geria, facciamo il punto della situazione alla luce sia del dettato europeo sia di quanto già in iter parlamentare con il DDL 2187 per capire quali possano essere vantaggi o criticità di una retribuzione minima.

Francesco Geria

Webinar Come Fare

Disponibile la registrazione del webinar Come gestire il collocamento mirato nelle aziende

È disponibile la registrazione del webinar Come gestire il collocamento mirato nelle aziende.
Il corso affronta il tema della gestione del collocamento mirato all’interno delle aziende, anche alla luce delle Nuove Linee Guida in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità del 16 marzo 2022, adottate a seguito della pubblicazione del D.M. n. 43/2022 , che recepiscono le normative internazionali ed europee in merito ai diritti delle persone con disabilità.
Vengono riepilogati gli obblighi e gli adempimenti per i datori di lavoro, approfondendo altresì gli aspetti del computo dei lavoratori e delle esclusioni oltre a verificare insieme l’iter e la procedura di assunzione del soggetto disabile. Un focus particolare viene poi dedicato alle modalità di presentazione del Prospetto Informativo Aziendale e alla verifica di incentivi per l’assunzione di soggetti disabili.

Francesca Stufetti

Videoconferenza

Disponibile la registrazione della Videoconferenza Il computo dei lavoratori nell’organico aziendale

È disponibile la registrazione della Videoconferenza Il computo dei lavoratori nell’organico aziendale.
L’applicazione di una normativa giuslavoristica e previdenziale è spesso subordinata, oltre al rispetto di precisi vincoli stabiliti dalla Legge, anche alla dimensione dell’organico aziendale.
Saper “contare” l’esatto numero dei dipendenti in forza che operano presso l’azienda è quindi un’operazione fondamentale ai fini della corretta applicazione di particolari istituiti e anche al fine dell’applicazione di disposizioni di legge finalizzate al godimento di alcune agevolazioni contributive e benefici normativi.
Il Legislatore, inoltre, prevede diversi criteri di computo dei lavoratori che compongono l’organico aziendale a fronte delle diverse tipologie contrattuali regolanti i rapporti di lavoro. Criteri di computo che vengono approfonditi nel presente corso.

Francesco Geria e Simone Baghin

Webinar Come Fare

Disponibile la registrazione del webinar Come compilare il Quadro IS - IRAP

È disponibile la registrazione del webinar Come compilare il Quadro IS - IRAP.
Come ogni anno datori di lavoro e loro consulenti sono chiamati alla campagna di compilazione e presentazione delle dichiarazioni fiscali. Tra le altre, vi è anche la gestione dei dati IRAP che spesso suscita molti dubbi e difficoltà di gestione e interpretative. In particolare, il Quadro IS riporta le ormai famose detrazioni attinenti al costo del lavoro, che il più delle volte sono affidate alla mera compilazione automatica da parte dei programmi software adottati.
Obiettivo del corso è di spiegare al meglio la Sezione del Quadro IS e come vengono determinate le detrazioni per contributi assicurativi, previdenziali e il costo del personale, necessari per definire il corretto calcolo dell’imposta regionale.

Francesco Geria

GUIDE DICHIARAZIONI

Dichiarazione 730 2022 - Guida alla compilazione

Con il Provv. 14 gennaio 2022, n. 11185, l’Agenzia delle entrate ha approvato in via definitiva il modello 730 da presentare nell'anno 2022 da parte dei soggetti che si avvalgono dell'assistenza fiscale. Nel nuovo modello rientrano la riduzione della pressione fiscale del lavoratore dipendente, il bonus musica, per le spese relative a scuole di musica, conservatori e cori, sostenute per bambini e ragazzi fino a 18 anni, l'estensione del Superbonus all'abbattimento delle barriere architettoniche, con l'aliquota maggiorata del 110% in caso di spese effettuate unitamente agli interventi sismabonus ed ecobonus, il credito d'imposta per l'acquisto con IVA della prima casa, in favore degli under 36 e quello per l'installazione di sistemi di filtraggio e miglioramento qualitativo dell'acqua. Inoltre, sono aumentate le detrazioni per spese veterinarie e bonus mobili. La Guida, aggiornata da ultimo con le novità introdotte dal Decreto "Milleproroghe", analizza con taglio pratico tutti i quadri del Modello, fornendo esemplificazioni utili per la corretta elaborazione e presentazione del modello. A completamento dell'opera un'utile check list ed un'informativa ai clienti per la richiesta dei dati utili ai fini della compilazione della dichiarazione, scaricabile in formato word e personalizzabile.


CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

CCNL: i più recenti accordi di rinnovo

La presente rubrica si propone di offrire un quadro tempestivo e completo di documentazione degli ultimi accordi di rinnovo dei CCNL relativi alle categorie più diffuse. Inoltre, nella pagina "Ultimi aggiornamenti" al presente link si possono visualizzare i nuovi accordi o protocolli aggiuntivi riguardanti in generale i vari settori.

Elenchiamo gli ultimi accordi di rinnovo relativi ai seguenti settori in ordine di stipula a partire dal più recente:


GUIDE DICHIARAZIONI

Certificazione Unica 2022 - Guida alla compilazione

Utile supporto alla compilazione della dichiarazione, la Guida analizza in modo esauriente le novità della Certificazione Unica 2022, i soggetti obbligati e le modalità di presentazione, ripercorrendo, quindi, gli aspetti generali alla luce delle disposizioni di riferimento e dei relativi adempimenti. Rispetto al modello dello scorso anno si segnalano, in particolare, le modifiche relative alla sezione dedicata al trattamento integrativo e l’eliminazione di ogni riferimento al c.d. Bonus Renzi.
Completa l'opera un'utile Check list - scaricabile in word e personalizzabile - e una Tabella di collegamento Campi - Annotazioni. 


GUIDE OPERATIVE

Manovra 2022 - Le novità per il lavoro

La nuova Guida “Manovra 2022 - Le novità per il lavoro” è stata redatta allo scopo di fornire agli operatori del settore, quali Consulenti del Lavoro e Dottori Commercialisti, tutte le ultime novità apportate dal legislatore che interessano i temi prettamente previdenziali e lavoristici. L’elaborato affronta con taglio estremamente pratico ed operativo tutti gli aspetti principali che hanno efficacia nel 2022, e con i quali i professionisti devono confrontarsi giornalmente per fornire ai propri clienti un servizio al passo con i tempi. Tra le novità di quest’anno si segnala, ad esempio, la riforma degli ammortizzatori sociali per il 2022, con l’introduzione di un ammortizzatore universale per tutti i lavoratori e tutte le imprese. Inoltre, nell’ambito del cd. “Decreto Fisco-Lavoro”, è stato introdotto l’obbligo – a decorrere dal 21 dicembre 2021 – della comunicazione preventiva all’ITL competente in caso di avvio di un’attività di lavoro autonomo occasionale. Per ciascun capitolo sono presenti schemi e tabelle di sintesi che rendono l’opera intelligibile.


MYSOLUTION PER SMARTPHONE    FREE  

La tua attività cambia: nasce MySolution per Smartphone

MySolution è Mobile: per accedere al mondo MySolution quando vuoi ovunque ti trovi. Ora hai a disposizione con un unico Abbonamento un mondo di contenuti e servizi, disponibili su diversi device, nella modalità di fruizione più adatta alle tue esigenze. MySolution Mobile e MySolution App sono create ad hoc per essere complementari alla versione per il desktop: l’utilizzo della Piattaforma MySolution è così ottimizzato in base allo strumento utilizzato.

  • MySolution Sito Web Mobile: per avere le funzioni e i contenuti di MySolution più utili sempre fruibili attraverso il browser del tuo Smartphone o Tablet
  • MySolution App Android: un’applicazione software realizzata appositamente per Smartphone e Tablet (Samsung, Huawei, Lenovo, LG, Sony, …) scaricabile da Google Play Store
  • MySolution App IOS: un’applicazione software realizzata appositamente per Iphone e Ipad, scaricabile da App Store

In più, solo con MySolution App, grazie al Servizio Notifiche, le notizie ti raggiungeranno sempre per aggiornarti in tempo reale: MySolution App ti avviserà ogni qualvolta ci sarà una novità importante attinente alla tua Professione.

SCOPRI DI PIÙ E SCARICA MYSOLUTION APP!


GUIDE OPERATIVE

Colf e badanti: gestione del rapporto di lavoro

La Guida “Colf e badanti: gestione del rapporto di lavoro” affronta con taglio pratico ed estremamente operativo tutti gli aspetti contrattuali, contributivi e assicurativi del lavoro domestico, grazie a un’analisi dettagliata delle disposizioni contenute nel CCNL per il personale domestico. Per ciascun capitolo sono presenti esempi, schemi e tabelle di sintesi che rendono l’opera intelligibile.
In particolare, la Guida è aggiornata con i nuovi minimi retributivi e con la circolare n. 17 del 1° febbraio 2022 che ha comunicato gli importi dei contributi dovuti per l'anno 2022 per il lavoro domestico.


Guide in vetrina

Articoli Più Letti

  1. Bonus 200 euro: fac simile dichiarazione del lavoratore

    COMMENTI

    22 giugno 2022

    di Daniele Bonaddio

  2. Indennità una tantum 200 euro nella retribuzione di competenza luglio 2022

    PRIMA LETTURA

    22 giugno 2022

    di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato

  3. Assunzioni di giovani dal 1° luglio 2022: esonero under 30 o under 36?

    CIRCOLARE MONOGRAFICA

    24 giugno 2022

    di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato

  4. CIGS per imprese a rischio esubero: ulteriore periodo di 12 mesi

    COMMENTI

    24 giugno 2022

    di Daniele Bonaddio

  5. Siglato il nuovo CCNL Aziende di Animazione e Intrattenimento

    NEWS

    24 giugno 2022

  1. Bonus 200 euro: fac simile dichiarazione del lavoratore

    COMMENTI

    22 giugno 2022

    di Daniele Bonaddio

  2. Indennità una tantum 200 euro: i primi chiarimenti dall’INPS

    PRIMA LETTURA

    14 giugno 2022

    di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato

  3. Bonus 200 euro: luci ed ombre della misura prevista dal Decreto “Aiuti”

    CIRCOLARE MONOGRAFICA

    3 giugno 2022

    di Francesco Geria - LaborTre Studio Associato

  4. Bonus 200 euro: i Consulenti del lavoro evidenziano dubbi e criticità

    COMMENTI

    15 giugno 2022

    di Studio Tributario Gavioli & Associati

  5. Casagit - Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente

    SCADENZE

    6 maggio 2022