• martedì 25 giugno 2024
  • Aggiornato alle 06:00
ISA 2024 - Guida alla compilazione

Gli ISA, a partire dal periodo d’imposta 2018 hanno sostituito gli studi di settore con finalità totalmente diverse. Gli ISA, infatti, hanno natura di strumento di compliance e di collaborazione fra Fisco e contribuente. L’Agenzia ha inteso superare la vecchia logica “accertativa”, che caratterizzava gli studi di settore a favore di una logica “premiale”, qualora l’affidabilità fiscale del contribuente superi determinati livelli di affidabilità (voto). Con riferimento al periodo d’imposta 2023, alcuni indicatori hanno subito delle rilevanti modifiche per adeguare i risultati alle conseguenze economiche conseguenti alle tensioni di natura geopolitiche, innalzamento dei costi ed interessi passivi. La Guida, che riserva ampio spazio all'approfondimento delle diverse tematiche ed alle esemplificazioni, grazie al suo taglio pratico si conferma quale strumento indispensabile per l'operatore.

Guida di Mauro Longo | 25 Giugno 2024
Condono del magazzino: pronti i coefficienti per il calcolo

Il Dipartimento delle Finanze ha reso disponibili, con decreto pubblicato sul sito istituzionale in data 24 giugno 2024 e relativi allegati, i coefficienti moltiplicativi  da utilizzare per l’adeguamento delle esistenze iniziali dei beni per effettuare i conteggi relativi alla valutazione delle rimanze del magazzino, novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2024, all’art. 1, comma 80. Analizziamone le applicazioni pratiche in questo podcast di Lelio Cacciapaglia.

Video e Podcast di Lelio Cacciapaglia | 25 Giugno 2024
Pubblicati i coefficienti per l'adeguamento delle rimanenze di magazzino

Con comunicato del 24 giugno 2024, il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato il decreto concernente i coefficienti di maggiorazione indicati negli allegati da 1 a 3 dello stesso decreto, determinati sulla base della nota tecnica e metodologica contenuta nell’allegato 4, da utilizzare per determinare l’imposta sul valore aggiunto e l’imposta sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, dell’imposta sul reddito delle società e dell’imposta regionale sulle attività produttive dovute, in caso di eliminazione di valori relativi alle esistenze iniziali dei beni, ai sensi dell’articolo 1, commi da 78 a 80, della legge 30 dicembre 2023, n. 213.

Prima lettura di Stefano Rossetti | 25 Giugno 2024
Principali scadenze 1-15 luglio 2024 - Focus sulla dichiarazione IMU

Dal 1° al 15 luglio 2024 ci sono molte scadenze significative.
In particolare, vanno segnalate alcune scadenze, tutte in calendario il 30 giugno 2024, ma posticipate al 1° luglio in quanto il 30 giugno cade di domenica:
- il primo appuntamento con il versamento delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi ed IRAP 2024;
- il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione relativa all’imposta sui servizi digitali (c.d. “web tax”);
- la trasmissione, a cura dei CAF e dei professionisti abilitati, dei modelli 730 consegnati dai contribuenti dal 1° al 20 giugno;
ulle rivalutazioni dei terreni e delle partecipazioni possedute al 1° gennaio 2024.
Inoltre, sempre il 1° luglio 2024 è il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione IMU per denunciare le variazioni intervenute nel 2023; entro lo stesso termine deve essere presentata la dichiarazione da parte degli enti non commerciali. In entrambi i casi va utilizzata la nuova modulistica approvata con D.Dirett. 24 aprile 2024.

Circolare per lo studio - Scadenze a cura di Saverio Cinieri | 25 Giugno 2024
Stop all'anarchia sui bitcoin
Emissioni di token autorizzate da Bankitalia (con Consob). Via preliminare dal consiglio dei ministri al decreto legislativo sulle criptovalute 
di Fabrizio Vedana
Concordato, i costi per chi decade
ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE

Concordato, i costi per chi decade

Se si fuoriesce si calcolerà e verserà l'imposta più elevata. La clausola è necessaria per evitare abbandoni indotti durante il biennio per pagare meno tasse. Ecco come funziona il meccanismo 
di Giuliano Mandolesi
La fattura reinviata salva il 110%
IMMOBILI, AGEVOLAZIONI

La fattura reinviata salva il 110%

Se il documento è scartato, ok correzione nei 5 giorni
di Edoardo Felici, Fabrizio G. Poggiani
Le ultime misure emanate dal CdM
ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE

Le ultime misure emanate dal CdM

News | 25 Giugno 2024
Reverse charge. Sanzioni al restyling
Accertamento e riscossione

Reverse charge. Sanzioni al restyling

News | 25 Giugno 2024
Consulenza fiscale
Note di credito e procedure concorsuali

L’emissione di una nota di variazione (in aumento o diminuzione) ai fini IVA, successiva all’emissione della fattura è consentita, ai sensi dell’art. 26 del D.P.R. n. 633/1972, al verificarsi di eventi che modificano l’imponibile e l’imposta. Mentre le variazioni in aumento sono obbligatorie, quelle in diminuzione sono facoltative e consentite al sussistere di specifiche ipotesi. Vediamo la particolare disciplina delle variazioni in diminuzione connesse al mancato pagamento dovuto all’assoggettamento dell’acquirente o committente ad una procedura concorsuale.

Scheda pratica di Devis Nucibella | 20 Giugno 2024
Dichiarazioni e modelli

Modello Redditi ENC

Modello Redditi ENC

ll modello Redditi ENC è utilizzato per presentare la dichiarazione degli enti non commerciali ed equiparati. Gli enti non commerciali si caratterizzano per non avere quale oggetto esclusivo, o principale, lo svolgimento di natura commerciale che non determina reddito d’impresa. Per la presentazione del modello Redditi ENC si applicano le disposizioni previste per l'invio dei modelli Redditi SC e Redditi SP. 

Scheda pratica di Marco Bomben | 8 Maggio 2024
Maxicanone leasing

Nelle operazioni di leasing finanziario, normalmente il locatario effettua dei pagamenti anticipati a titolo di maxicanone iniziale, che in linea generale ha l’obiettivo di ridurre l’importo finanziato. L’importo del maxicanone viene rilevato in bilancio tra i costi della produzione alla voce B) 8., relativa ai costi per godimento di beni di terzi, a titolo di contropartita dell’esborso finanziario.

Scheda pratica di Devis Nucibella | 8 Maggio 2024
Consulenza aziendale
Rating bancario e merito creditizio

Analisi del merito creditizio

Analisi del merito creditizio

Il merito creditizio è la valutazione dell'affidabilità economico-finanziaria di un soggetto, che incide sul rischio associato alla concessione di credito a suo favore. Il merito creditizio di un soggetto che richiede un prestito o un finanziamento è inversamente proporzionale al costo del finanziamento stesso: un basso merito creditizio si tradurrà in un costo più elevato per il finanziamento/prestito, e viceversa. 

Scheda pratica di Doriana Cucinelli | 17 Giugno 2024
Rating bancario e merito creditizio

Valutazione del settore competitivo

Valutazione del settore competitivo

Un settore di mercato è il luogo in cui diverse organizzazioni si sforzano di offrire la stessa soluzione (o soluzioni simili) ad uno stesso gruppo di potenziali clienti caratterizzati da un problema comune. L'analisi di settore è un'indagine di mercato che ha l’obiettivo di comprendere come funziona un particolare ambiente di mercato. 

Scheda pratica di Doriana Cucinelli | 17 Giugno 2024
Le novità dal 17 al 23 giugno 2024
Videopillola

Le novità dal 17 al 23 giugno 2024

di Stefano Rossetti | 24 Giugno 2024
Le novità dal 10 al 16 giugno 2024
Videopillola

Le novità dal 10 al 16 giugno 2024

di Stefano Rossetti | 17 Giugno 2024
Le novità dal 3 al 9 giugno 2024
Videopillola

Le novità dal 3 al 9 giugno 2024

di Carla De Luca | 10 Giugno 2024
Da non perdere
Compliance dichiarazione IVA. Sanzioni e ravvedimento

Con il Provvedimento prot. n. 264078/2024 del 12 giugno 2024, l’Agenzia delle Entrate ha definito le regole per la compliance, ex art. 1, commi da 634 a 636, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 nei confronti dei contribuenti per i quali risulta la mancata presentazione della dichiarazione IVA 2024, periodo d’imposta 2023, ovvero la presentazione della stessa senza la compilazione del quadro VE o con operazioni attive dichiarate per un ammontare inferiore a 1.000 euro. Al contrario di quanto previsto rispetto alle comunicazioni di irregolarità, le lettere per l’adempimento spontaneo non bloccano la chance di ravvedimento operoso.

Commento di Andrea Amantea | 24 Giugno 2024
Accertamento e riscossione

Correttivo fiscale approvato in CdM

Correttivo fiscale approvato in CdM

Il Consiglio dei Ministri del 20 giugno 2024 ha approvato, in esame preliminare, il tanto atteso decreto "Correttivo fiscale". Le novità introdotte dal Governo saranno analizzate mercoledì 26 giugno 2024, in occasione della Giornata del Master MySolution 2024/2025 dedicata al "Concordato Preventivo Biennale: il software dell'Agenzia".

News | 21 Giugno 2024
In arrivo la prima Giornata Speciale del Master MySolution: focus sul software "Il tuo ISA 2024 CPB"

Per venire incontro alle esigenze informative e formative del Professionista, inauguriamo la stagione del Master MySolution 2024/2025 mercoledì 26 giugno, dalle 9.30 alle 12.30, con la prima delle tre Giornate Speciali di Aggiornamento e Applicazione pratica in diretta su tematiche attuali: oggetto della trattazione non può che essere rappresentato da “Concordato Preventivo Biennale: il software dell'Agenzia”.

Commento di Mauro Nicola, Fabrizio G. Poggiani | 20 Giugno 2024
Le società benefit: l’analisi dei Commercialisti

La società benefit rappresenta un modello di business sostenibile, giuridicamente riconosciuto, che si sta diffondendo nel panorama economico italiano; la crescente attenzione verso questo innovativo modo di fare impresa si colloca nel più complesso concetto di sviluppo sostenibile e di longevità dell’azienda, dove gli obiettivi economici vengono integrati con aspetti ambientali e sociali. In un contesto normativo e competitivo in costante evoluzione, emergono luci e ombre di tale forma di società che lo Studio dei Commercialisti analizza con un proprio Documento.

Circolare monografica di Studio tributario Gavioli & Associati | 19 Giugno 2024
Concordato preventivo biennale soggetti ISA: uso del software e analisi della proposta

Come noto, in data 15 giugno 2024 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 139, Suppl. Ordinario n. 24, il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 14 giugno 2024 recante “Approvazione della metodologia relativa al concordato preventivo biennale”. Tale decreto ha definito le modalità di formulazione della proposta destinata ai soggetti cui si applicano gli ISA per il periodo di imposta 2023. Contestualmente, è stato aggiornato il software “Il tuo ISA 2024 CPB”, per il tramite del quale gestire gli indicatori sintetici di affidabilità fiscale e, a seguire, la proposta di concordato. Scopo della presente trattazione è quella di illustrare nel concreto, “passo dopo passo”, l’utilizzo del software dell’Agenzia delle Entrate “Il tuo ISA 2024 CPB”, per il tramite del quale i contribuenti cui si applicano gli ISA potranno gestire non solo il calcolo degli indicatori sintetici di affidabilità fiscale, ma anche la proposta di concordato, previo l’inserimento di tutte le informazioni richieste. 

Circolare monografica di Sandra Pennacini | 18 Giugno 2024