News
TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO
Free

TFR: definito dall’ISTAT il coefficiente di rivalutazione

17 Novembre 2023
TFR: definito dall’ISTAT il coefficiente di rivalutazione

L’ISTAT – con comunicato del 15 novembre 2023 – ha reso noto che per il calcolo del TFR da corrispondersi ai lavoratori tra il 15 ottobre 2023 ed il 14 novembre 2023, la quota di TFR accantonata deve essere rivalutata utilizzando l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, pari a 119,2.

Al riguardo, si ricorda che per determinare il coefficiente di rivalutazione del TFR, è necessario:

  1. disporre dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati diffuso ogni mese dall’Istat;
  2. calcolare la differenza in percentuale tra il mese di dicembre dell’anno precedente e il mese in cui si effettua la rivalutazione;
  3. calcolare il 75% di tale differenza;
  4. aggiungere ogni mese il tasso fisso di 0,125 che su base annua è pari a 1,500.

La somma tra il 75% (c.) e il tasso fisso (d.) è il coefficiente di rivalutazione.

L’incidenza percentuale della differenza rispetto all’indice in vigore al 31 dicembre 2022 è pari a 1,884518.

Sullo stesso argomento:TFR