Recupera password

Notizie del 3 aprile 2024



NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati


In data 28 marzo 2024 è stato pubblicato il Decreto n. 36 del Direttore generale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali di concerto con il Direttore generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute e il Direttore generale consumatori e mercato del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, concernente "49° Elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro".

I soggetti abilitati sono tenuti a riportare in un apposito registro informatizzato copia dei verbali delle verifiche effettuate, i dati e le informazioni di cui al punto 4.2 dell’Allegato III al D.I. 11 aprile 2011. Il registro informatizzato deve essere trasmesso per via telematica, con cadenza trimestrale, al soggetto titolare della funzione.

Tutti gli atti documentali relativi all’attività di verifica sono conservati a cura dei soggetti abilitati per un periodo non inferiore a dieci anni.




NEWS - VIGILANZA SUL LAVORO

Operazione di vigilanza "ALT Caporalato! D.U.E." nel settore manifatturiero


L’Ispettorato Nazionale del Lavoro – con comunicato del 29 marzo 2024 – ha reso noto che nell’ambito del progetto di contrasto allo sfruttamento del lavoro ed al caporalato, ha avuto luogo un’operazione di vigilanza straordinaria nel settore manifatturiero nei comuni di Scandicci, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano.

Nel corso degli accertamenti, sono state controllate le posizioni lavorative di 139 lavoratori, di cui 123 provenienti da Paesi extra-UE e 16 comunitari.

Nel dettaglio:

  • 35 posizioni lavorative sono risultate irregolari in materia di orario di lavoro (registrate meno ore delle effettive),
  • 16 posizioni lavorative sono risultate completamente in nero, senza alcuna tutela normativa e assicurativa.

Al termine degli accessi ispettivi, per 5 delle 17 imprese interessate dall’ispezione, sono stati adottati:

  • 2 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale per i 16 lavoratori in nero,
  • 2 provvedimenti per gravi violazioni in materia di sicurezza (DVR e rischio elettrico),
  • 1 provvedimento riguardante sia lavoro nero, che la sicurezza (in particolare, la rimozione delle protezioni di sicurezza, punto 12 allegato 1),

per un ammontare di sanzioni amministrative pari a circa € 80.000.




NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

Fondo FSBA: modifiche alle procedure AIS e ACIGS


Il Consiglio Direttivo di FSBA (il Fondo di Solidarietà Bilaterale alternativo per l’Artigianato) - con Delibera del 27 marzo 2024 - ha comunicato le modifiche alle procedure per la gestione delle prestazioni di AIS e ACIGS, le quali avranno effetto a partire dalle domande protocollate a decorrere dal 1° maggio 2024.

Nel dettaglio, gli interventi in merito alla prestazione AIS concernono:

  • mensilizzazione degli accordi;
  • decorrenza prestazione solo dopo la protocollazione;
  • caricamento in piattaforma del documento del legale rappresentante;
  • comunicazione alle organizzazioni sindacali - omogeneizzazione con procedure ACIGS;
  • dati di bilancio anno fiscale antecedente alla presentazione della domanda.

Quanto alla prestazione ACIGS le modifiche intervengono in merito a:

  • anzianità lavorativa del dipendente pari a 90 giornate;
  • periodo di blocco delle domande in caso di interruzione anticipata.




NEWS - CORSO SPECIALISTICO

Da lunedì 13 maggio, "Riforma dello Sport: le novità previdenziali e fiscali per enti e lavoratori"


Parte lunedì 13 maggio il nuovo Corso Specialistico On-line "Riforma dello Sport: le novità previdenziali e fiscali per enti e lavoratori", che si svolgerà in due incontri in diretta streaming.

La Riforma dello Sport, entrata in vigore il 1° luglio 2023, compie quasi un anno e, di recente, è stata oggetto di numerose modifiche e integrazioni resesi necessarie per aggiornarne il contesto e garantire una maggior tutela e chiarezza nei rapporti di lavoro. Il Corso intende analizzare le principali novità della Riforma del comparto sportivo a seguito dei recenti interventi legislativi, sia sotto il profilo previdenziale e assicurativo, che sotto il profilo contabile e fiscale. La prima Giornata porrà al centro la nuova figura del lavoratore sportivo che, indipendentemente dal settore professionistico o dilettantistico, può svolgere la sua attività nell’ambito della subordinazione, del lavoro autonomo e nella forma della collaborazione coordinata e continuativa. Saranno, dunque, analizzate le diverse tipologie contrattuali, con le specificità ed eccezioni rispetto alla disciplina ordinaria, e gli impatti sugli aspetti previdenziali e assicurativi del rapporto di lavoro. Nel corso della seconda Giornata saranno, invece, affrontati gli aspetti contabili e fiscali, con l’obiettivo di fornire indicazioni utili circa il corretto inquadramento dell’ente, con particolare riferimento al necessario adeguamento dello statuto sociale e alla iscrizione al RASD e conseguente analisi delle principali criticità, ma anche opportunità emergenti. Saranno, poi, analizzate le attività esercitabili dagli enti, i limiti all’esercizio di alcune di esse e la disciplina fiscale applicabile. Ampio spazio sarà riservato alla trattazione dei quesiti dei partecipanti che perverranno durante gli incontri.

ISCRIVITI AL CORSO

Come sempre, sono previste tariffe agevolate per gli abbonati alla Piattaforma MySolution.

Data e orario

  • 1ª Giornata: 13 maggio 2024, h 15.00 - 18.00
  • 2ª Giornata: 22 maggio 2024, h 15.00 - 18.00

Programma

Giornata 1 - La gestione del rapporto di lavoro nello Sport

  • La definizione di lavoratore sportivo
  • Gli elementi e le caratteristiche del rapporto di lavoro subordinato sportivo professionistico e dilettantistico
  • La collaborazione coordinata e continuativa sportiva e quella amministrativo-gestionale per le prestazioni rese in favore delle SSD e ASD
  • Gli adempimenti amministrativi collegati alla costituzione del rapporto sportivo: comunicazione obbligatoria al RAS e modalità di tenuta del LUL
  • Le prestazioni di lavoro gratuite: i volontari e il regime dei rimborsi spese
  • Gli aspetti contributivi collegati al rapporto di lavoro subordinato e alla collaborazione coordinata e continuativa
  • Gli aspetti assicurativi tra obbligo INAIL e RC contro il rischio di infortuni

Giornata 2 – Gli aspetti giuridici e fiscali della Riforma dello Sport dopo i recenti interventi legislativi 

  • Le varie tipologie degli enti sportivi e i relativi aspetti civilistici
  • L’acquisizione della personalità giuridica
  • La relazione tra i vari enti sportivi e le Federazioni
  • L’aggiornamento degli statuti sociali
  • L’iscrizione al Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche (RASD)
  • I bilanci e i rendiconti annuali
  • La disciplina tributaria tra vecchia e nuova normativa
  • I principali indirizzi di prassi e giurisprudenza utili al corretto inquadramento dell’ente sportivo

Docenti

Simone BaghinConsulente del Lavoro, Francesco Geria, Consulente del Lavoro, e Fabrizio Giovanni Poggiani, Dottore Commercialista, Revisore legale e Giornalista Pubblicista.

Crediti formativi

6 CFP CNDCEC (Codice materia: C.9.6) e 6 CFP CDL (Codice materia: C.1.02). È possibile maturare i Crediti Formativi anche in differita, accedendo al corso dalla propria Area privata. La maturazione dei Crediti in differita è possibile per un mese a partire dalla data di rilascio.

 




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

CCNL Commercio (Confcommercio): siglato l’accordo integrativo


In data 28 marzo 2024, Confcommercio Imprese per l’Italia e Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs hanno siglato l’accordo integrativo  rispetto all'Accordo di rinnovo siglato il 22 marzo 2024.

Con riferimento alla Classificazione del personale, le parti firmatarie hanno convenuto che, ai soli fini delle assunzioni in apprendistato professionalizzante, l'entrata in vigore del nuovo sistema di classificazione decorrerà dal 1° giugno 2024.

Pertanto, fino alla suddetta data e per gli stessi fini, restano in vigore le precedenti figure professionali.

L’accordo poi – oltre a pubblicare le tabelle con gli aumenti contrattuali – ha precisato che l'anticipo (€ 30 riferiti al IV° livello e da riparametrare per gli altri livelli), in quanto incremento della paga base, e gli importi una tantum (€ 350 riferiti al IV° livello e da riparametrare per gli altri livelli) previsti dal Protocollo straordinario del 12 dicembre 2022 non possono essere assorbiti dagli aumenti retributivi, che verranno erogati da aprile 2024 a febbraio 2027, né dall'Una Tantum, in pagamento a luglio 2024 e luglio 2025, previsti dall'accordo di rinnovo del 22 marzo 2024.




NEWS - POLITICHE SOCIALI

Beneficiari Assegno di Inclusione: tempistiche primo incontro con i servizi sociali


A mente del decreto-legge n. 48/2023 , i beneficiari dell’Assegno di inclusione sono tenuti a presentarsi presso i servizi sociali entro 120 giorni dalla sottoscrizione del Patto di attivazione digitale (PAD), previa convocazione ovvero spontaneamente per non incorrere nelle sanzioni. In caso di mancata presentazione del nucleo alla convocazione da parte dei servizi sociali si applica la decadenza.

In assenza di convocazione, decorsi 120 giorni senza che il nucleo si sia presentato spontaneamente, si applica la sospensione, fino alla data di svolgimento dell’incontro.

Ora il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali – con Nota del 28 marzo 2024, prot. n. 6062 – ha stabilito che, in fase di prima attuazione e solo per le domande presentate entro il 29 febbraio 2024, il termine dei 120 giorni sarà calcolato a partire dall’invio del flusso delle domande ADI sulla Piattaforma GePI, e non dalla sottoscrizione del PAD.

Per il primo flusso di domande trasmesse, il termine dei 120 giorni si calcola a partire dal 26 gennaio u.s., data di trasmissione a GePI.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Attuazione delle Linee Guida in materia di “Politica della Parità di Genere”


L’INPS – con Messaggio del 29 marzo 2024, n. 1307 – ha comunicato che, con Determinazione n. 101 del 28 marzo 2024, è stato approvato il Piano operativo per l’attuazione delle Linee Guida in materia di “Politica della Parità di Genere in INPS”.

Gli obiettivi di miglioramento, in conformità al PIAO 2024 -2026, sono i seguenti:

  • Obiettivi 2024 di parità alla cui realizzazione sarà collegata la misurazione e valutazione della performance;
  • Azioni positive 2024 – 2026 definite come “attività ordinarie”.

Oltre a tali obiettivi è stata inoltre prevista una specifica indagine sulla “percezione della parità di genere” nell’ambito della più ampia indagine interna che sarà effettuata nel 2024.