ricerca avanzata

Notizie del 21 novembre 2018



NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l'accordo sui contratti a termine stagionali nel settore aeroportuale e del trasporto aereo


In data 19 novembre 2018 è stato siglato - tra ASSAEROPORTI, ASSOHANDLERS, ASSAEREO, ASSOCONTROL, FAIRO e la FILT CGIL, la FIT CISL, la UILTRASPORTI, la UGL Trasporto Aereo - l’accordo che regola la stagionalità nel settore aeroportuale e del trasporto aereo: tale accordo rimarrà in vigore fino al 31 maggio 2019.

Le attività svolte dalle imprese a cui trova applicazione il CCNL del Trasporto Aereo, hanno carattere stagionale in relazione all’intensificazione del traffico passeggeri e merci in alcuni periodi dell’anno, pertanto, è consentita la stipula di contratti a tempo determinato stagionali nell’ambito delle attività operative per un periodo massimo complessivo di sei mesi, compresi tra aprile ed ottobre di ogni anno e di quattro mesi per periodi diversamente distribuiti.

I periodi di lavoro svolti con contratti di lavoro a tempo determinato stagionali non concorrono alla determinazione del limite di durata massima.

L’assunzione di lavoratori con contratti di i lavoro a tempo determinato stagionali:

  1. non è soggetta ai limiti quantitativi previsti dalla legge o dalla contrattazione collettiva per l’assunzione di lavoratori a termine, per le imprese in cui non si faccia concomitante ricorso alla somministrazione a tempo determinato;
  2. è soggetta al limite quantitativo del 15% del personale a tempo indeterminato complessivamente impiegato al 31 dicembre dell’anno precedente, per le imprese in cui si faccia concomitante ricorso alla somministrazione a tempo determinato.




NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

Pubblicate dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro le FAQ sul Decreto Dignità


La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro - con Circolare del 19 novembre  2018, n. 18 - riepiloga tutte le risposte ai quesiti in materia di lavoro e fiscale fornite dagli esperti in occasione del 20° Forum Lavoro e Fiscale, trasmesso in collegamento streaming con le sedi dei Consigli provinciali dell'Ordine lo scorso 30 ottobre per approfondire le principali novità introdotte dal Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018 , convertito con modificazioni, dalla legge n. 96/2018 ).

I maggiori chiarimenti si sono avuti sulla gestione dei rinnovi dei contratti a tempo determinato, anche in somministrazione. Per “rinnovo” si intende, secondo la Fondazione, qualunque ulteriore stipula di un contratto a termine rispetto al quale sia presente un precedente vincolo contrattuale, a prescindere dalla distanza di tempo intercorsa tra i contratti.




NEWS - PREVIDENZA COMPLEMENTARE

Previmoda: entro il 14 dicembre la scadenza per il versamento dei contributi volontari


Com'è noto, il contributo paritetico al Fondo Previmoda di Pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori dell’industria tessile-abbigliamento, delle calzature e degli altri settori industriali del sistema moda, a carico dell'azienda e del lavoratore è pari all'1,50%.

Entro il 14 dicembre 2018 è possibile effettuare un versamento volontario sulla posizione del lavoratore oppure su quella di un suo familiare fiscalmente a carico.

I contributi versati a Previmoda, ad esclusione del TFR, sono deducibili dal reddito entro il limite annuo di € 5.164,57.




NEWS - LAVORO SUBORDINATO

Natura del rapporto di lavoro subordinato


La Cassazione - con sentenza del 19 novembre 2018, n. 29761 - ha ritenuto non sussistente la natura subordinata del rapporto di lavoro tra azienda e lavoratore, per l'assenza degli indici tipici che caratterizzano il rapporto di lavoro subordinato: il professionista svolgeva infatti la sua attività con ampia discrezionalità ed autonomia.

Nello specifico, la Suprema Corte ha precisato che “(…) il lavoratore non risulta in alcun modo inserito nell’organizzazione aziendale; (…) rispetto alla struttura creata dal datore il prestatore d’opera non ha alcun interesse individuale tutelato sul piano giuridico”.




NEWS - MALATTIA

INPS: i dati del III trimestre 2018 del Polo unico di tutela della malattia


L'INPS - con comunicato del 20 novembre 2018 - ha informato che è stato pubblicato l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia” con i dati relativi al terzo trimestre 2018.

I dati dell’Osservatorio prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto.

Nel terzo trimestre del 2018 si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente per il settore privato (+6,8%) e una diminuzione per il settore pubblico (-3,1%).




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INPS: al via la campagna "Operazione Estratto Conto"


L’INPS - con comunicato del 20 novembre 2018 - ha reso noto d'aver lanciato “Operazione Estratto Conto”, una nuova campagna informativa sul consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative dei dipendenti pubblici. L’obiettivo dell’iniziativa è di sistemare l’estratto conto contributivo degli stessi lavoratori: in questo modo sarà possibile ottenere una posizione assicurativa completa, congruente e certificata, che consenta all'Istituto di definire nei giusti tempi le prestazioni cui l'iscritto ha diritto.

I soggetti interessati sono tutti i lavoratori della Gestione pubblica iscritti alla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali (CPDEL), Cassa Pensioni Sanitari (CPS), Cassa Pensioni Insegnanti (CPI), Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari (CPUG) e Cassa Trattamenti Pensionistici dello Stato (CTPS).




NEWS - INAIL, INFORTUNIO SUL LAVORO

Infortunio mortale di un dipendente e presunzione del danno subita dagli stretti congiunti


La Cassazione - con ordinanza del 19 novembre 2018, n. 29784 - ha ribadito che nei casi di morte di uno stretto congiunto, vi è la presunzione circa la lesione parentale subita dai genitori o dai fratelli, fino a prova contraria del danneggiante.

Nello specifico, la Suprema Corte ha chiarito che “si presume che la morte di un figlio o di un fratello determini un’alterazione della vita di relazione che ha indotto i congiunti a scelte diverse da quelle che avrebbero compiuto altrimenti (…)”.




NEWS - LEGGE DI BILANCIO

Bocciata dalla Commissione UE la legge di bilancio italiana 2019


In data 21 novembre 2018, la Commissione Europea ha bocciato la legge di bilancio 2019, rilevando che - stante il rapporto deficit/PIL - la manovra presentata presenta "rischi per l’economia, le imprese, i risparmiatori e i contribuenti".

Nei prossimi giorni ci si aspetta un serrato confronto per scongiurare procedure di infrazione da parte dell'UE: in tal senso, è immaginabile che alcune misure annunciate (in primis, quelle particolarmente onerose per le casse dello Stato) possano essere "riviste", sia nelle modalità che nei termini.




RASSEGNA STAMPA - POLITICHE SOCIALI

Reddito di cittadinanza, paga l’impresa

( Il Sole 24 Ore , pag. 6 , 21 novembre 2018 )

di Pogliotti Giorgio, Tucci Claudio


La maggioranza di governo ha in mente di spostare il fulcro del reddito di cittadinanza dai centri per l’impiego alle imprese, coinvolgendo maggiormente il mondo produttivo ed evitando che il sussidio si tramuti in misura assistenziale.

La proposta è di erogare il reddito di cittadinanza direttamente all’azienda che si occuperà di formare e riqualificare il disoccupato, agendo da sostituto di imposta e versando quanto dovuto al disoccupato.




RASSEGNA STAMPA - LAVORO SUBORDINATO

Vincoli sul contratto a termine non solo per gli utilizzatori

( Il Sole 24 Ore , pag. 36 , 21 novembre 2018 )

di Bulgarini d'Elci Giuseppe


Il ministero del Lavoro, con circolare n. 17/2018 , ha chiarito che le nuove disposizioni introdotte dal decreto dignità sul contratto a termine non si applicano solo nei confronti dei singoli utilizzatori.

I vincoli e le condizioni della normativa riguardano direttamente l’agenzia di somministrazione e il lavoratore, per cui a prescindere dal numero di utilizzatori presso i quali il lavoratore è stato in missione, decorso l’intervallo temporale massimo il rapporto di somministrazione cessa.




RASSEGNA STAMPA - PUBBLICO IMPIEGO

Dipendenti pubblici, giornate di malattia in calo

( Il Sole 24 Ore , pag. 36 , 21 novembre 2018 )

di T. N.


Secondo i dati Inps le giornate di malattia dei dipendenti pubblici sono in calo dopo l’istituzione del Polo unico dell’Istituto.

Nel terzo trimestre 2018, infatti, per l’area P.A. si è verificato un calo tendenziale delle giornate del 7,3 per cento rispetto all’anno precedente.

Inoltre, c’è stata una diminuzione dei certificati medici rilasciati e del numero dei lavoratori con almeno un giorno di malattia. Si tratta di risultati in controtendenza rispetto al settore privato in cui sono aumentati tanto i giorni di malattia, quanto i certificati rilasciati e i lavoratori con almeno un giorno di malattia.




RASSEGNA STAMPA - PROFESSIONI

Commercialisti sotto esame degli organi di disciplina

( Il Sole 24 Ore , pag. 29 , 21 novembre 2018 )

di Micardi Federica


Secondo gli ultimi dati a disposizione del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, in un anno e mezzo quasi il 6 per cento dei commercialisti è finito sotto esame degli organismi di disciplina di categoria.

Ogni dieci giorni, in media, un commercialista viene inoltre radiato dall’albo.

Due le cause principalmente per l’avvio di sanzioni disciplinari, il mancato rispetto degli obblighi di formazione e il mancato pagamento delle quote di iscrizione, che coprono oltre l’85% dei procedimenti.