Recupera password

Notizie del 27 settembre 2022



NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Regione Marche: le domande di CIGO per eventi oggettivamente non evitabili


L’INPS – con Messaggio 26 settembre 2022, n. 3498 – ha fornito dei chiarimenti riguardo alle corrette modalità di presentazione delle domande di cassa integrazione salariale ordinaria da parte dei datori di lavoro colpiti dall’alluvione di metà settembre 2022 in alcune zone della regione Marche, nonché le istruzioni operative per la gestione dell’istruttoria delle istanze stesse da parte delle Strutture INPS territoriali competenti.

I datori di lavoro interessati possono presentare la domanda di accesso alla prestazione di integrazione salariale ordinaria utilizzando, con riferimento alla sospensione dell’attività lavorativa in occasione delle giornate in cui si sono verificati gli eventi meteorologici avversi, la causale “Incendi - crolli – alluvioni”.

Tenuto conto dell’entità dell’evento meteorologico che si è verificato nelle giornate del 15 e 16 settembre 2022 nel territorio delle province di Ancona e Pesaro, i datori di lavoro che hanno sospeso o ridotto l’attività lavorativa nelle unità produttive collocate nel predetto ambito territoriale e che presentano le domande con causale “Incendi - crolli – alluvioni” non devono dare dimostrazione degli effetti che l’evento ha determinato sull’attività produttiva dell’azienda, in considerazione dello stato di emergenza dichiarato con la Delibera del Consiglio dei Ministri del 16 settembre 2022.




NEWS - INPS, CONTRIBUZIONE

Organismi sportivi: sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi


L’INPS – con Circolare 26 settembre 2022, n. 105 – ha fornito le prime indicazioni in ordine alle disposizioni concernenti la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi, ex Decreto Legge n. 50/2022, per le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e le società sportive professionistiche e dilettantistiche.

Gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali (ivi compresi quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori) sospesi, dovranno essere effettuati senza applicazione di sanzioni e interessi, in unica soluzione entro il 16 dicembre 2022.

Entro la medesima data del 16 dicembre 2022, dovranno essere versate in unica soluzione le rate sospese dei piani di ammortamento già emessi, la cui scadenza ricada nel suddetto periodo temporale interessato dalla sospensione (dal 1° gennaio 2022 al 30 novembre 2022).

Non si fa luogo al rimborso dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria già versati.




NEWS - OCCUPAZIONE

Mercato del lavoro: pubblicati i dati di settembre 2022


In data 23 settembre 2022 è stata pubblicata la Nota redatta congiuntamente dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dalla Banca d'Italia e dall'ANPAL utilizzando due fonti informative complete e tempestive: le Comunicazioni Obbligatorie e le DID, Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro.

Nei primi otto mesi del 2022 sono state create, al netto dei fattori stagionali, circa 300.000 posizioni lavorative nel settore privato non agricolo.

Nel periodo estivo tuttavia la dinamica dell’occupazione dipendente ha marcatamente rallentato: tra luglio e agosto sono stati registrati quasi 35.000 nuovi posti di lavoro, meno della metà degli oltre 80.000 del bimestre precedente (100.000 nel periodo marzo-aprile).

Nella manifattura si è osservata un’ampia eterogeneità, determinata anche dai differenti effetti settoriali dei rincari dell’energia. Nel 2022 i dieci comparti a maggiore intensità energetica, individuati sulla base del rapporto tra consumo di energia e valore aggiunto, hanno mostrato un significativo rallentamento; in estate ha decelerato soprattutto il settore alimentare, penalizzato tra l'altro dalle difficoltà negli approvvigionamenti delle materie prime.

La domanda di lavoro ha rallentato marcatamente anche nelle costruzioni, confermando i dati dell’Istat circa la riduzione del tasso di posti vacanti in atto dal secondo trimestre del 2022.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Riscossione e trasferimento a F.I.S.A.P.I. dei contributi per assistenza contrattuale stabiliti dai contratti di lavoro


L’INPS – con Circolare 26 settembre 2022, n. 104 – ha fornito indicazioni in materia di gestione della riscossione e trasferimento alla Federazione Italiana Sindacati Autonomi Professioni Intellettuali dei contributi per assistenza contrattuale stabiliti dai contratti di lavoro.

Per il servizio di riscossione delle quote per assistenza contrattuale di cui alla presente convenzione l’Associazione corrisponde all’Istituto i corrispettivi di seguito indicati:

  1. € 5.300,00 una tantum, per il finanziamento degli oneri connessi all’attivazione della convenzione, da corrispondere prima della stipula della convenzione medesima;
  2. € 1.100,00 annui, per il finanziamento dei costi fissi;
  3. € 0,24 in relazione ad ogni versamento mensile di contributo per assistenza contrattuale effettuato da ogni azienda.

Il versamento dell’importo di cui alla lett. a) deve essere effettuato dall’Associazione sindacale ai fini della sottoscrizione della convenzione.

Riguardo alle modalità di esposizione dei dati nel flusso Uniemens si forniscono, di seguito, le istruzioni per le imprese aderenti alla Federazione Italiana Sindacati Autonomi Professioni Intellettuali (F.I.S.A.P.I.), a cui è attribuito il codice di nuova istituzione “W475”.

Nell’elemento <DenunciaAziendale>, <ContribAssistContrattuale>, <CodAssociazione> del flusso Uniemens, le imprese dovranno validare il nuovo codice causale “W475” avente il significato di “Ass. Contr. Federazione Italiana Sindacati Autonomi Professioni Intellettuali (F.I.S.A.P.I.)” e il relativo <ImportoContributo>.




NEWS - AMMORTIZZATORI SOCIALI

INPS: i dati di agosto dell’Osservatorio delle ore autorizzate di CIG


In data 23 settembre 2022, l’INPS ha pubblicato i dati aggiornati ad agosto 2022 dell’Osservatorio sulle ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni.

Ad agosto 2022 sono state autorizzate in totale 32.692.516 ore, il 18,5% in meno rispetto a luglio e l’84,3% in meno rispetto ad agosto 2021.

Nello specifico:

  • le ore di CIGO autorizzate sono state 11.194.090 (a luglio erano state autorizzate 15.956.422 ore);
  • il numero di ore di CIGS autorizzate ad agosto 2022 è stato pari a 9.195.719, di cui 4.393.909 per solidarietà (rispetto al mese precedente, si registra una variazione congiunturale pari al -35,2%);
  • il numero di ore autorizzate di CIGD è pari a 258.300 (rispetto al mese precedente, si registra un incremento pari al 51%).




NEWS - AGEVOLAZIONI

Inarcassa, online la domanda di accesso all'indennità di 200 euro


E' online all’interno dell'area riservata di IOL la domanda che possono presentare gli iscritti Inarcassa per ottenere l'indennità una tantum di 200 euro riconosciuta, tra l'altro, ai liberi professionisti iscritti alle Casse (ai sensi dell'art. 33 , D.L. n. 50/2022). Con la Circolare 26 settembre 2022, n. 103, l'INPS ha fornito le istruzioni amministrative in merito a tale misura.

Ai fini dell’accesso all’indennità una tantum, i lavoratori interessati devono fare valere congiuntamente i seguenti requisiti:

  1. avere percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro nel periodo d’imposta 2021;
  2. essere già iscritti alla gestione autonoma con posizione attiva alla data del 18 maggio 2022;
  3. essere titolari di partita IVA attiva e con attività lavorativa avviata al 18 maggio 2022;
  4. avere effettuato entro il 18 maggio 2022, per il periodo di competenza dal 1° gennaio 2020 e con scadenze di versamento entro il 18 maggio 2022, almeno un versamento contributivo, totale o parziale, alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità;
  5. non essere titolare di trattamenti pensionistici diretti alla data del 18 maggio 2022;
  6. non essere percettore delle prestazioni, ex artt. 3132 del decreto Aiuti.




NEWS - INPS, CONTRIBUZIONE

Dall'INPS chiarimenti sull'esonero contributivo previsto dalla legge di Bilancio 2022


Ai sensi dell'art. 1, comma 121 , della Legge 30 dicembre 2021, n. 234 (Legge di Bilancio 2022), per i periodi di paga dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, per i rapporti di lavoro dipendente, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, è riconosciuto un esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore di 0,8 punti percentuali, a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per 13 mensilità, non ecceda l'importo mensile di 2.692 euro, maggiorato, per la competenza del mese di dicembre, del rateo di tredicesima.

Resta comunque ferma l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche. Al riguardo, con il Messaggio 26 settembre 2022, n. 3499 , l'INPS ha chiarito tra l'altro che il citato limite mensile di 2.692 euro è riferito alla retribuzione imponibile nel suo complesso.

Ne deriva che nel caso in cui sia stato superato il massimale annuo della base contributiva e pensionabile previsto dall'art. 2, comma 18, secondo periodo, della Legge 8 agosto 1995, n. 335, ai fini della valutazione del tetto mensile dev'essere considerata sia la quota di retribuzione imponibile ai fini IVS, sia la quota di retribuzione non imponibile ai fini IVS per il superamento del massimale.




NEWS - FORMAZIONE ON-LINE

Oggi alle ore 11.00, Webinar Come fare in diretta streaming – Come compilare il flusso Uniemens


Oggi, martedì 27 Settembre 2022, dalle ore 11.00 alle ore 12.15, si svolgerà in diretta il Webinar Come Fare "Come compilare il flusso Uniemens".

Nel corso dell’evento verrà illustrato come effettuare correttamente la compilazione Uniemens e la relativa trasmissione telematica. In particolare, verranno analizzate la struttura e le sezioni dell’Uniemens, oltre al sistema di esposizione dei dati e al flusso di gestione delle denunce UniEmens. Un approfondimento sarà poi realizzato su come gestire i dati contributivi e retributivi, come effettuare il controllo dei flussi, come gestire gli errori in Uniemens e l’esito della regolarizzazione. Verranno brevemente analizzate anche le variazioni e le regolarizzazioni contributive, le variazioni per la quadratura del DM, le tipologie di regolarizzazione e la documentazione richiesta. Infine, brevi cenni saranno effettuati anche con riferimento all’operatività del cassetto bidirezionale.

ISCRIVITI AL CORSO

Il Webinar Come fare è incluso nell'Abbonamento MySolution.

Data e orario
Martedì 27 Settembre 2022, h 11.00 - 12.15

Programma

  • La struttura dell’Uniemens e la scadenza per l’inoltro
  • Le modalità di accesso ai servizi INPS e la relativa trasmissione telematica – soggetti incaricati e deleghe
  • Le sezioni dell’Uniemens e l’esposizione dei dati
  • Le fasi di elaborazione della denuncia Uniemens
  • La verifica del DM virtuale
  • Il Portale contributivo aziende e intermediari
  • Le variazioni con e senza valenza contributiva
  • L’operatività del cassetto bidirezionale
  • La nota di rettifica

Docente
Francesca Stufetti, Consulente del Lavoro e Avvocato Giuslavorista.

Crediti Formativi
L'evento non è accreditato.




NEWS - PARI OPPORTUNITà

Al via la trasmissione del Rapporto biennale sulla parità di genere


Entro il 30 settembre p.v. i datori di lavoro pubblici e privati, che occupano più di 50 dipendenti, sono obbligati a presentare il rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile per il 2020-2021.

Con tale rapporto il datore di lavoro deve comunicare, per il biennio 1° gennaio 2020 - 31 dicembre 2021, le seguenti informazioni (precisando, per ciascuna di esse, la parte riguardante il solo genere femminile):

  • informazioni generali sull’azienda;
  • informazioni generali sul numero complessivo degli occupati;
  • informazioni generali sulle unità nell’ambito comunale.

In caso di mancato invio è prevista una sanzione amministrativa da € 103,29 ad € 516,46. Ove l’omissione si protragga per oltre 12 mesi, è disposta la sospensione per un anno dagli eventuali benefici contributivi goduti dall’azienda.

Per i prossimi bienni il termine di presentazione scadrà il 30 aprile dall’anno successivo alla scadenza di ciascun biennio.

L’obbligo di trasmissione del suddetto rapporto rappresenta un adempimento burocratico che permetterà alle aziende virtuose di poter richiedere ed ottenere la Certificazione della parità di genere.

Si tratta di un attestato che verrà rilasciato alle aziende che abbiano redatto il rapporto, che siano in possesso dei parametri minimi di equità uomo-donna in azienda, e che ne abbiano fatto richiesta agli organismi di valutazione accreditati.

Le aziende in possesso di tale certificazione avranno diritto:

  • ad uno sgravio dell’1% dei contributi previdenziali a carico dell’impresa fino ad un massimo di € 50.000 all’anno;
  • ad un punteggio premiale per la concessione di aiuti di Stato e/o finanziamenti pubblici in genere;
  • ad un migliore posizionamento nelle graduatorie dei bandi di gara per le forniture di servizi.




NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

Aggiornato il tasso di attualizzazione e rivalutazione delle agevolazioni erogate in favore delle imprese


Il Ministero dello Sviluppo Economico - con decreto del 22 settembre 2022 - ha aggiornato il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni a favore delle imprese.

Il tasso base annuo è stato aggiornato dalla Commissione europea, con decorrenza 1° ottobre 2022, nella misura pari all’1,03%, dallo stesso periodo: e pertanto il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese, è pari al 2,03%.