Notizie del 30 aprile 2020



NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS

Pubblicata in GU la legge di conversione del decreto "Cura Italia"


Nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile 2020, n. 110 è stata pubblicata la legge 24 aprile 2020, n. 27, recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Proroga dei termini per l'adozione di decreti legislativi".

Tra le novità più rilevanti introdotte in sede di conversione del D.L. n. 18/2020 , si segnala quella inerente i contratti a tempo determinato: infatti, i datori di lavoro che accedono agli ammortizzatori sociali su tutto il territorio nazionale sino al mese di agosto 2020 possono procedere al rinnovo o alla proroga dei contratti a tempo determinato in corso, in deroga alle previsioni di cui agli artt. 20, comma 1, lett. c) e 21, comma 2, D.Lgs. n. 81/2015.

Con riferimento al cd. congedo Covid-19 ed al bonus baby sitting, non si riscontrano novità rispetto al dettato normativo licenziato il 17 marzo 2020.

Quanto, invece, ai giorni di permesso retribuito ex art. 33, legge n. 104/1992, (il cui numero è stato incrementato di ulteriori complessive dodici giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020), viene precisato che per il personale delle Forze di polizia, delle Forze armate, della Polizia penitenziaria e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, il beneficio in specie si intende riconosciuto compatibilmente con le esigenze organizzative dell’ente cui appartiene e con le preminenti esigenze di interesse pubblico da tutelare.




NEWS - AMMORTIZZATORI SOCIALI

Pubblicati i dati di febbraio 2020 dell’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni


In data 23 aprile 2020, sono stati pubblicati i dati di marzo 2020 dell’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni.

Il numero di ore di Cassa Integrazione complessivamente autorizzate è stato di 19.999.771, in diminuzione dell'8,2% rispetto a marzo 2019 (21.781.618).

Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

  • CIGO sono state 12.743.757, in aumento del 7,9% rispetto a marzo 2019;
  • CIGS sono state 7.253.947, in diminuzione del 27,2% rispetto a marzo 2019;
  • CIGD sono state 2.067, in diminuzione del 82,2% rispetto a marzo 2019.

A febbraio 2020 sono state presentate 109.384 domande di NASpI, una di mobilità e 1.541 di DIS-COLL, per un totale di 110.926 domande, segnando un decremento rispetto a febbraio 2019 (112.911 domande).




NEWS - OCCUPAZIONE

INPS: pubblicati i dati di febbraio 2020 dell’Osservatorio sul precariato


In data 24 aprile 2020, sono stati pubblicati i dati di febbraio 2020 dell’Osservatorio sul precariato.

Nei primi due mesi del 2020, nel settore privato complessivamente le assunzioni sono state 968.177. 

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, nel periodo gennaio-febbraio 2020, sono risultate 124.500, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2019 (-28%), quando peraltro il loro volume era risultato eccezionalmente elevato per effetto dell’impatto delle modifiche normative dovute al decreto Dignità. In crescita (+20%) risultano invece le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo.

Le cessazioni sono state 855.468, in leggera diminuzione rispetto allo stesso bimestre dell’anno precedente.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Le nuove modalità di presentazione del Modello IS/Agr.1/bis (cod. “SR43”)


L'INPS - con Messaggio del 29 aprile 2020, n. 1800 - ha ricordato che l’azienda che chiede il pagamento diretto del trattamento di cassa integrazione speciale con la nuova causale “COVID-19 CISOA”, deve inviare il modello IS/Agr.1/bis (cod. “SR43”).

Il modello, da inviarsi in modalità telematica, deve essere inoltrato anche per le richieste di pagamento diretto riferite a domande con causale “COVID-19 CISOA”. I dati contenuti nel modello sono oggetto di una dichiarazione di responsabilità del titolare/legale rappresentante dell’azienda agricola, che si impegna a comunicare all’Inps qualsiasi variazione degli stessi.

L'INPS - con il Messaggio in specie - ha previsto che, in ragione dell’attuale fase emergenziale (che comporta le note restrizioni di mobilità dei cittadini) il suddetto modello non deve essere sottoscritto dal lavoratore.




NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS

INAIL: i chiarimenti sulle misure per il contenimento dell'emergenza con decorrenza dal 4 maggio 2020


L'INAIL - con comunicato stampa del 28 aprile 2020 - ha reso noto che nel D.P.C.M. 26 aprile 2020 sono previste misure urgenti di contenimento dell’emergenza sull’intero territorio nazionale; in tal senso, continua ad essere incentivato l’utilizzo della modalità di lavoro agile sia per le pubbliche amministrazioni, anche in deroga alla disciplina vigente, sia per i datori di lavoro privati per ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali, assolvendo gli obblighi di informativa in via telematica.

Continuano ad essere sospese le attività produttive industriali e commerciali, fatta eccezione per determinate attività espressamente individuate tra cui costruzioni, manifattura e commercio all’ingrosso per i due settori, mentre continuano ad essere garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari e assicurativi.

Resta ancora vigente il divieto di spostamento all’interno della regione, salvo che per le motivazioni già esistenti, alle quali va aggiunta la necessità di incontrare congiunti sempre che sia rispettato il divieto di assembramento, l’obbligo della distanza interpersonale e quello dell’uso di protezioni delle vie respiratorie.

In aggiunta alle attività consentite, sono previsti, nel rispetto della distanza di sicurezza e dei divieti di assembramento, l’accesso a parchi, ville e giardini pubblici, le cerimonie funebri, le attività sportive o motorie e la ristorazione con asporto, fermo restando il divieto di consumare i prodotti nei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.




NEWS - PREVIDENZA

In G.U. i comunicati MLPS sulla previdenza di farmacisti, ingegneri, architetti, medici ed odontoiatri


Nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile 2020, n. 110 sono stati pubblicati tre comunicati MLPS.

Nello specifico:

  • approvazione della delibera n. 41 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza e di assistenza farmacisti (ENPAF) in data 25 settembre 2019 - aggiornamento delle tabelle dei coefficienti per il calcolo della riserva matematica ai sensi della legge n. 45/1990, con decorrenza dal 1° gennaio 2019;
  • approvazione della delibera n. 25829/2019 adottata dal consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri e gli architetti liberi professionisti (INARCASSA) in data 20 dicembre 2019 - determinazione, per l'anno 2020, dell'importo dell'assegno mensile dei sussidi per i figli disabili;
  • approvazione della delibera n. 9/2020 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (ENPAM) in data 24 gennaio 2020 - rivalutazione dell'importo minimo del trattamento pensionistico per inabilità assoluta e permanente del Fondo di previdenza generale e del Fondo della medicina accreditata e convenzionata, per l'anno 2020.




NEWS - SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

Formazione professionale degli operatori forestali: firmato il decreto


La Ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha firmato un decreto che – in attuazione del Testo Unico delle foreste e delle filiere forestali (D.Lgs. 3 aprile 2018, n. 34) - disciplina i criteri minimi per la formazione professionale degli operatori forestali. La misura – ha affermato la Ministra - “conferma l'attenzione ed il sostegno del Ministero delle politiche agricole e forestali alle donne ed agli uomini che operano con professionalità in un settore così delicato ed importante per il nostro Paese, in particolare per le aree interne”.

Si ricorda che l’art. 10 , comma 8, del richiamato D.Lgs. n. 34/2020, prevede che i criteri minimi nazionali per la formazione professionale degli operatori forestali vengano definiti con apposito decreto ministeriale.




NEWS - DEF 2020

Corte dei Conti: "Spese personale, preoccupa la variazione tra 2019 e 2020"


Preoccupa la variazione del rapporto della spesa di personale rispetto al Pil tra il 2019 ed il 2020: lo ha affermato la Corte dei Conti in una memoria sul Def (Documento di economia e finanza) 2020, approvato nei giorni scorsi dal Governo e ora all'esame del Parlamento.

I magistrati contabili sottolineano infatti che nel periodo considerato l'indice passa dal 9,7 al 10,6 per cento, per poi calare di 0,3 punti nel 2021. "D’altronde – evidenzia il documento - è noto che il profilo della spesa per i redditi del personale si modella con molta gradualità nell’arco del tempo e l’impatto della brusca decelerazione del Pil per l’anno in corso si ripercuote proporzionalmente in rapporto ai redditi facendo registrare un incremento di ben 9 decimi di punto del numero indice".

Di contro, "il miglioramento del rapporto nell’anno 2021, in simmetria con la previsione di recupero del prodotto interno, è anch’esso diretta conseguenza della sostanziale stabilità (ad eccezione degli incrementi descritti) della posta di spesa in esame".




NEWS - EMERGENZA SANITARIA

Aggiornate dal MEF le FAQ sull'emergenza Covid-19


In data 28 aprile 2020, il Ministero dell'Economia e delle Finanza ha aggiornato le proprie FAQ inerenti le misure introdotte dal Governo per fronteggiare emergenza epidemiologica da Covid-19.

Nello specifico, si segnalano quelle inerenti l'ambito lavoristico:

  • L’indennità prevista per i professionisti non dipendenti, ma in regime di libera attività regolata da partita IVA, è prevista solo per quelli non iscritti a un ordine professionale?
    I professionisti in regime di libera attività rientrano nelle disposizioni dell’art. 44 del D.L. 18/2020, che istituisce il ‘Fondo per il reddito di ultima istanza’. Sono allo studio con le casse professionali i criteri di accesso e le modalità di erogazione del beneficio.
  • Con quali modalità viene erogata l’indennità per i professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa?
    I beneficiari dovranno presentare domanda presso le casse professionali di appartenenza.
  • Tra i versamenti sospesi e prorogati al 31 maggio sono inclusi anche quelli a carico del datore di lavoro che sospende il versamento della retribuzione?
    Sono sospesi fino al 30 aprile 2020 – in favore dei soggetti operanti nei settori maggiormente colpiti dall’emergenza in atto – i versamenti delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, nonché gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria. Con specifico riferimento alle ritenute fiscali, tale disposizione non può trovare applicazione nel caso in cui il datore di lavoro non corrisponda le retribuzioni, in quanto non opera le ritenute oggetto di sospensione.
  • Quali tutele si prevedono per i dipendenti a tempo che scadono in questo periodo? Finiscono nel fondo di ultima istanza?
    Allo stato il fondo dell’art. 44 del D.L. 18/2020 è rivolto ad una platea sufficientemente onnicomprensiva da comprendere anche questi soggetti, ove fossero esclusi da qualunque altra forma di tutela.
  • L’estensione della durata dei permessi retribuiti trova applicazione anche nei confronti dei dipendenti che usufruiscono già dei permessi mensili retribuiti riconosciuti dalla legge 104 ?
    Sì, ulteriori chiarimenti saranno forniti attraverso apposita circolare INPS di prossima emanazione.
  • L’equiparazione del periodo trascorso in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva alla malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento, e non computabile ai fini del periodo di comporto, trova applicazione anche nei confronti dei dipendenti pubblici?
    Nel decreto ‘Cura Italia’ è prevista l’applicazione ai soli lavoratori del settore privato, in quanto nel D.L. del 9 marzo 2020, n. 14 è presente una norma equivalente che si applica ai lavoratori del settore pubblico.
  • Sui sussidi alle partite IVA, chi ha una cartella esattoriale può accedervi? E per la Naspi?
    Per le partite IVA non è prevista l’indennità della NASPI, per loro sono previsti i 600 euro di beneficio per il mese di marzo. Beneficiano inoltre del blocco di esazioni dell’Agenzia entrate come tutti gli altri.
  • Nell’ipotesi di proroga della chiusura delle scuole e delle attività, cosa si intende fare per estendere le misure per la childcare e, in particolare, quelle rivolte ai lavoratori autonomi?
    Il voucher babysitter vale anche per gli autonomi. In caso di proroga di chiusura delle attività potrà essere rinnovato.
  • Gli amministratori e soci di srl hanno diritto ai 600 euro?
    L’indennità spetta anche ai soci lavoratori di Snc e Srl purché iscritti alla gestione speciale dell’Ago. L’indennità prevista è personale e non riconosciuta alla società in quanto tale.
  • Che succede a chi ha un contratto a tempo determinato che scade in queste settimane nel caso in cui non venga rinnovato?
    Se a un dipendente con contratto a termine non viene rinnovato il rapporto di lavoro, al lavoratore sarà riconosciuta la Naspi.




NEWS - DECRETO LIQUIDITÀ

Accesso al credito e presupposti del cd. decreto "Liquidità": l'analisi della Fondazione Studi CdL


La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro - con approfondimento del 27 aprile 2020, denominato  “La garanzia della liquidità non può essere subordinata all’approvazione dei sindacati” -  esamina il requisito imposto dal D.L. n. 23/2020 alle imprese per beneficiare di misure temporanee per il sostegno alla liquidità.

L'analisi prende spunto dalla domanda se un’impresa che richiede l’accesso alla liquidità, per le gravi difficoltà determinate dalla situazione emergenziale diffusa, dovrà garantire i livelli occupazionali che registrava all’entrata in vigore della norma oppure il riferimento è da intendersi al momento della proposizione della domanda.