Notizie del 30 gennaio 2020



NEWS - FINE RAPPORTO

Stalking nei confronti di una collega e legittimità del licenziamento per giusta causa


La Cassazione - con sentenza del 28 gennaio 2020, n. 1890 - ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa intimato al dipendente che per anni ha molestato una collega, inviandole sms in modo assistente e assillante. 

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha affermato che il licenziamento è giustificato in quanto una simile reiterata condotta è idonea a compromettere il vincolo fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore.




NEWS - NUOVE LEGGI

Protezione civile, le osservazioni del Consiglio di Stato sull'impiego del personale delle Regioni


Con il Parere 28 gennaio 2020, n. 246 , la Sezione Atti Normativi del Consiglio di Stato ha espresso alcune considerazioni sullo schema di decreto integrativo e correttivo del Codice della protezione civile (D.Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1).

Si segnala in particolare un rilievo in merito all'art. 4, comma 1, lettera a), n. 2) del citato schema, che ha aggiunto il seguente ultimo periodo all’art. 8, comma 1 , lettera e), del Codice della protezione civile: “Detto coordinamento è garantito, in raccordo con le amministrazioni interessate, anche ai fini dell’impiego sul territorio di personale degli enti e delle strutture di cui all’articolo 4, comma 1, fatte salve le competenze delle Province autonome di Trento e Bolzano”.

Nella relazione tecnica viene precisato che:

  1. tale intervento normativo è risultato necessario per fornire lo strumento giuridico al fine di consentire l’impiego sul territorio del personale del Dipartimento della protezione civile, delle Regioni e delle Province autonome colpite dall’evento calamitoso;
  2. la norma non comporta nuovi o maggiori oneri in quanto l’impiego del personale avviene nel limite previsto a legislazione vigente nei bilanci delle amministrazioni coinvolte, per quanto riguarda le spese di trasferta e di straordinario e, nel caso di dichiarazione dello stato di emergenza, nel limite delle risorse stanziate con delibera del Consiglio dei ministri per la copertura degli oneri di lavoro straordinario.

Per il Consiglio di Stato, peraltro, è opportuno specificare che l’impiego del personale in questione possa avvenire solo nel limite delle risorse finanziarie di cui sopra.

 




NEWS - RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA

Omessa prevenzione dell'inquinamento e responsabilità amministrativa ex D.Lgs. n. 231/2001


La Cassazione - con sentenza del 27 gennaio 2020, n. 3157 - ha affermato che è responsabile, ex D.Lgs. n. 231/2001, l'impresa che non ha realizzato le misure organizzative e gestorie preventive contro l'inquinamento.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha precisato che, ai fini della suddetta responsabilità amministrativa, il risparmio imputabile all'azienda è rinvenibile anche nella mera riduzione dei tempi di produzione, a prescindere da un risparmio economico.




NEWS - APPUNTAMENTO CON L'ESPERTO LIVE - IN DIRETTA STREAMING

La corretta gestione delle trasferte aziendali nell’ottica del legittimo risparmio fiscale - Iscriviti al corso in diretta streaming!


Lunedì 3 febbraio, dalle ore 11,30 alle 13.30 circa, trasmetteremo su MySolution l'Appuntamento con l'Esperto LIVE, il corso in diretta streaming del Dott. Lelio Cacciapaglia dedicato alla corretta gestione delle trasferte aziendali nell'ottica del legittimo risparmio fiscale.

Molte opportunità che offre la normativa fiscale non vengono colte dalle aziende o per mancata conoscenza delle norme o per svogliata trascuratezza. Tra le più frequenti perdite di opportunità vi è quella della non illuminata gestione delle trasferte aziendali che devono essere necessariamente distinte tra “trasferte dipendenti” e “trasferte amministratori”: indennità giornaliere esentasse, rimborsi spese non tassati anche non documentati, mense aziendali completamente esenti mediante convenzioni con ristoranti, fringe benefit concessi in modo mirato.

In particolare, nella diretta streaming verranno approfonditi, tra gli altri, i seguenti argomenti:

  • la trasferta del dipendente e dell'amministratore;
  • i rimborsi delle spese di trasporto;
  • i rimborsi delle spese non documentabili;
  • le formalità necessarie per erogare l'indennità;
  • i rimborsi spese a professionisti.

Puoi inviare le tue domande, prima della diretta o nel corso della trasmissione in streaming, all'indirizzo e-mail diretta@cesimultimedia.com. Ai quesiti di interesse generale verrà data risposta in diretta al termine dell'intervento.

Iscriviti subito dalla pagina dedicata, riceverai un'e-mail di conferma con le istruzioni per collegarti on-line.

La partecipazione al corso è gratuita, ma l'iscrizione è obbligatoria.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Interpello sicurezza sul lavoro: formazione ed addestramento dell'operatore


La Commissione per gli Interpelli in materia di salute e sicurezza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - con Interpello del 23 gennaio 2020, n. 1 , promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia in merito alla corretta definizione di operatore (l'art. 69, comma 1, lett. e), D.Lgs. n. 81/2008 lo individua come "... il lavoratore incaricato dell’uso di una attrezzatura di lavoro o il datore di lavoro che ne fa uso") - ha ricordato che, ex D.Lgs. n. 151/2015, a decorrere dal 25 settembre 2015 è vietato l’utilizzo di qualsiasi attrezzatura di lavoro, per la quale è prevista una specifica abilitazione, da parte di qualsiasi “operatore”, compreso il datore di lavoro che ne sia privo.

Tuttavia, fatta salva l’applicazione alle singole fattispecie concrete di diverse disposizioni sanzionatorie previste dalla normativa vigente, il MLPS ritiene – sulla base del principio di tipicità che regola il sistema penale – che l’ambito di operatività dell'art. 87, comma 2, lett. c), D.Lgs. n. 81/2008 debba essere circoscritto alle fattispecie in esso previste: le relative sanzioni, dunque, non possono essere applicate qualora tali attrezzature siano utilizzate dal datore di lavoro.




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Le retribuzioni convenzionali per il calcolo dei premi del 2020 dei lavoratori in Paesi extracomunitari


L'INAIL - con Circolare del 29 gennaio 2020, n. 3 - ha comunicato che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020, il calcolo dei premi dei lavoratori operanti in Paesi extracomunitari con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale è effettuato sulla base delle retribuzioni convenzionali (fissate da decreto interministeriale dell'11 dicembre 2019).

Sono escluse da tale ambito le collaborazioni coordinate e continuative, per le quali il premio assicurativo è calcolato sulla base dei compensi effettivamente percepiti dal collaboratore nel rispetto del minimale e massimale previsto per il pagamento delle rendite erogate dall’INAIL.




NEWS - PREVIDENZA

In GU i comunicati MLPS sulla previdenza di ragionieri e periti commerciali


Nella Gazzetta Ufficiale del 29 gennaio 2020, n. 23 sono stati pubblicati due comunicati MLPS.

Nel dettaglio:

  • approvazione della delibera adottata dal consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza dei ragionieri e periti commerciali in data 23 gennaio 2019 - adeguamento al costo della vita di tutti gli importi del regolamento per i trattamenti assistenziali e di tutela sanitaria integrativa, per l'anno 2019;
  • approvazione delle delibere n. 14 e n. 15 adottate dal consiglio di indirizzo generale dell'Ente di previdenza e assistenza pluricategoriale (EPAP) in data 14 ottobre 2019 - modifiche allo statuto ed al regolamento elettorale.




NEWS - FINE RAPPORTO

Illegittimità del licenziamento e mancata reintegra se la società in liquidazione ha cessato l'attività


La Cassazione - con ordinanza del 28 gennaio 2020, n. 1888 - ha ritenuto non applicabile la reintegra del lavoratore licenziato illegittimamente da una società in liquidazione che ha cessato la propria attività sociale, con domanda di ammissione al concordato preventivo e cessione dei beni ai creditori.

Al riguardo, la Suprema Corte ha precisato che "l'azzeramento effettivo dell'organico del personale è una causa impeditiva della tutela ripristinatoria e non consente al dipendente di ricevere la corresponsione delle retribuzioni".




NEWS - PREVIDENZA

Firmato il decreto istitutivo del Tavolo tecnico di studio sulla previdenza


È stato firmato il decreto istitutivo del Tavolo tecnico di studio sulle tematiche previdenziali, al quale è affidato il compito di definire linee di indirizzo ed interventi di riforma del sistema pensionistico: lo ha reso noto la Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, sul proprio profilo Twitter. Nei giorni scorsi, la stessa responsabile del Welfare aveva anticipato la volontà di avviare la riforma delle pensioni, “per cambiare la legge Fornero”.




NEWS - INPS

Crediti previdenziali, definizione agevolata cd. rottamazione-ter e prescrizione quinquennale


La Cassazione - con ordinanza del 27 gennaio 2020, n. 1824 - ha statuito che, anche a seguito di definizione agevolata ex art. 3 , D.L. n. 119/2018, i crediti previdenziali che siano affidati all'Agenzia delle Entrate-Riscossione si prescrivono in 5 anni, invece che in 10 anni.

Al riguardo, la Suprema Corte ha respinto il ricorso dell'esattore precisando che in tali casi non si determina il cambiamento della natura del credito.




NEWS - ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

CASAGIT: proroga al 31 gennaio per l'adesione al profilo "W-IN"


Prorogata al 31 gennaio 2020 la possibilità di effettuare l’adesione dei giornalisti liberi professionisti alla tutela sanitaria W-IN erogata dalla Cassa di assistenza sanitaria Casagit.

Il programma W-IN è riservato a chi versa i contributi alla gestione separata dell’istituto di previdenza dei giornalisti, ovvero giornalisti, liberi professionisti e freelance, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inpgi;
  • essere in regola con i versamenti dei contributi previdenziali della gestione separata;
  • aver percepito, nel triennio 2015-2017, un reddito medio compreso tra € 2.100 ed € 30.000 lordi annui.