Notizie del 29 aprile 2020



NEWS - PRIVACY

Pubblicate le linee guida sulla gestione dei dati in emergenza Coronavirus


In data 27 aprile 2020, il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato le Linee-guida 3/2020 sul trattamento dei dati relativi alla salute a fini di ricerca scientifica nel contesto dell’emergenza legata al Covid-19.

Com'è noto, il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (RGPD) contiene varie disposizioni che consentono di trattare i dati personali per finalità di ricerca scientifica connesse alla pandemia da Covid-19 nel rispetto dei diritti fondamentali alla vita privata e alla protezione dei dati personali.

Il RGPD prevede anche una deroga specifica al divieto di trattamento di talune categorie particolari di dati personali, come i dati relativi alla salute, qualora ciò sia necessario per tali finalità di ricerca scientifica.

In tal senso, occorre definire i termini “dati relativi alla salute”, “trattamento a fini di ricerca scientifica” e “trattamento ulteriore” (rispetto a quest’ultima definizione, si parla anche di “utilizzo primario e secondario dei dati sanitari”).




NEWS - PREVIDENZA

Monito della Corte Costituzionale sul regime previdenziale dei lavoratori agricoli


Nella relazione sull’attività svolta dalla Corte Costituzionale nel 2019 – pubblicata ieri - la Presidente Marta Cartabia ha ricordato tra l’altro la sentenza n. 30, con la quale i giudici delle leggi hanno richiamato l’attenzione del Legislatore sull’obsolescenza del regime previdenziale dei lavoratori agricoli.

Nella citata pronuncia, in particolare, la Corte osservava che, "pur essendo giustificata, anche sul piano delle valutazioni di politica economica generale, la previsione di un regime previdenziale contro la disoccupazione differenziato per il settore agricolo [...] alla luce delle trasformazioni nel frattempo intervenute nell’organizzazione delle imprese agricole, il legislatore dovrà valutare se dettare una nuova disciplina dei trattamenti di disoccupazione dei lavoratori agricoli".

È stata inoltre ricordata la sentenza n. 159, con la quale la Corte Costituzionale ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale relative al pagamento differito e rateale dei trattamenti di fine servizio spettanti ai dipendenti pubblici.




NEWS - ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

Lavoro domestico: erogata da CASSACOLF l'indennità Covid-19 a sostegno dei propri iscritti


La Cassa di assistenza sanitaria integrativa (CASSACOLF) - con comunicato del 22 aprile 2020 - ha reso noto che a favore dei dipendenti collaboratori familiari iscritti alla Cassa e positivi al virus COVID-19, con effetto retroattivo dal 1° gennaio 2020 e fino al 30 giugno 2020, verranno erogate le prestazioni straordinarie:

  • indennità da ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero della Salute;
  • indennità da isolamento domiciliare.




NEWS - ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

Lavoratori agricoli: erogata dal Fondo FISA la "Diaria per Covid-19" a sostegno degli iscritti contagiati


Il Fondo FISA (per i lavoratori agricoli e florovivaisti) - con Nota del 19 marzo 2020 - ha reso noto d'aver introdotto una nuova copertura che prevede, a favore degli iscritti risultati positivi al Covid-19, un'indennità di € 40:

  • per ogni notte di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero della Salute (massimo 50 giorni all'anno);
  • per ogni giorno di isolamento domiciliare (massimo 14 giorni all'anno).

Per l'attivazione della garanzia è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus Covid-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell'Istituto Superiore di Sanità. La nuova copertura sanitaria è valida dal 1° gennaio al 30 giugno 2020, salvo ulteriori proroghe.




NEWS - INPS, CONTRIBUZIONE

Le istruzioni Inps sull'esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato degli under 35 anni


L'INPS - con Circolare del 28 aprile 2020, n. 57 - ha fornito le istruzioni operativi sull'esonero contributivo per le assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, effettuate negli anni 2019 e 2020, di giovani fino a trentacinque anni di età, ex art. 1, comma 10, legge 27 dicembre 2019, n. 160.

Tale esonero - ricalcando quanto disciplinato dalla legge n. 205/2017 - prevede un nuovo limite anagrafico degli assunti, portato per il biennio 2019/2020 a 35 anni.

A partire dell’annualità 2021, invece, il limite anagrafico per accedere all’esonero in trattazione sarà strutturalmente individuato nei trenta anni di età.

Restano esclusi dal beneficio i rapporti di apprendistato e i contratti di lavoro domestico, in relazione ai quali il quadro normativo in vigore già prevede l’applicazione di aliquote previdenziali in misura ridotta rispetto a quella ordinaria.

La misura dell’incentivo è pari al 50% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, da riparametrare e applicare su base mensile.

La durata del beneficio è pari a trentasei mesi a partire dalla data di assunzione.

L’esonero è, inoltre, elevato nella misura del 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, per trentasei mesi a partire dalla data di assunzione e sempre nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, da riparametrare e applicare su base mensile, nelle ipotesi in cui le assunzioni a tempo indeterminato intervengano entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio e riguardino giovani che, abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

Con riferimento all’accertamento dei requisiti in capo al lavoratore, l'INPS ricorda d'aver già istituito un'apposita Utility (peraltro, implementata): per la cui consultabilità si rimanda alla Circolare n. 40/2018 nonché nel Messaggio n. 1784/2019 .




NEWS - INPS, CONTRIBUZIONE

Gestione Artigiani e commercianti: imposizione contributiva ed emissione in corso anno d’imposta 2020


L'INPS - con Messaggio del 29 aprile 2020, n. 1792 - ha comunicato l'avvenuta nuova elaborazione dell’imposizione contributiva per tutti i soggetti iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti per l’anno 2020 e per eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva.

Al riguardo, sono stati predisposti i modelli “F24” necessari per il versamento della contribuzione dovuta, che saranno disponibili, in versione precompilata, nel “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” alla sezione “Posizione assicurativa” > “Dati del modello F24”, dove sarà possibile consultare anche il prospetto di sintesi degli importi dovuti con le relative scadenze e causali di pagamento.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Chiarimenti in ordine alla sospensione dei versamenti contributivi di alcune tipologie di aziende e committenti


L'INPS - con Messaggio del 28 aprile 2020, n. 1789 - ha fornito alcuni chiarimenti in ordine alla sospensione dei versamenti contributivi, ex art. 61 , comma 2, ed art. 62 , commi 2 e 5, D.L. n. 18/2020.

Nel dettaglio, le aziende interessate alla sospensione dei versamenti contributivi in relazione ai periodi di paga aventi scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020, che abbiano già provveduto all’invio del flusso Uniemens relativo al mese di febbraio 2020 senza aver potuto indicare il codice importo da riferire alla sospensione così come previsto dalla Circolare n. 37/2020 , l'Istituto comunica che si potrà provvedere alla ritrasmissione della sola sezione aziendale, con l’inserimento del codice  sospensione e del relativo importo, e contestualmente modificare i dati dichiarativi entro la data del 20 maggio 2020.

Anche le aziende committenti obbligate al versamento della contribuzione alla Gestione separata, ex art. 2, comma 26, legge n. 335/1995, che abbiano già provveduto all’invio del flusso Uniemens relativo al mese di febbraio 2020 senza aver indicato il codice calamità relativo alla sospensione così come previsto dalla citata circolare, potranno provvedere alla modifica del flusso Uniemens secondo le seguenti indicazioni:

  • i soggetti che rientrano nell’ambito di applicazione dell’articolo 61 , comma 2, del D.L. n. 18/2020 dovranno inserire il codice “25” (trattasi di codice non chiave della denuncia);
  • i soggetti che rientrano nell’ambito di applicazione dell’articolo 61 , comma 5, del D.L. n. 18/2020 (federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche) dovranno inserire il codice “26” (trattasi di codice non chiave della denuncia);
  • i soggetti che rientrano nell’ambito di applicazione dell’articolo 62 , comma 2, del D.L. n. 18/2020, dovranno inserire il codice “27” (trattasi di codice non chiave della denuncia).




NEWS - AGEVOLAZIONI FISCALI

Indennità sostitutiva mensa e invio dei giustificativi tramite smartphone: i chiarimenti dell'AE sull'esenzione fiscale


L'Agenzia delle Entrate - con risposta ad Interpello del 24 aprile 2020, n. 122 - ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla possibilità di considerare indennità sostitutiva mensa, ex art. 51, comma 2, lett. c) del TUIR il rimborso mensile che il datore di lavoro eroga in aggiunta alla retribuzione del dipendente a fronte della presentazione da parte di quest'ultimo della foto dello scontrino tramite "App su smartphone" indicante il costo sostenuto per il pranzo.

Al riguardo, l'Agenzia delle Entrate ha ritenuto che per le caratteristiche del servizio erogate (tra le quali si annovera anche l'assenza di una convenzione con servizi di ristorazione), l'indennità erogata dal datore di lavoro, a prescindere dalle modalità con cui il dipendente trasmette il giustificativo della spesa, non rientra tra le indennità esenti ai fini fiscali e contributivi.




NEWS - ISTAT

In GU il comunicato ISTAT con l'indice dei prezzi al consumo di marzo 2020


Nella Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 2020, n. 109 è stato pubblicato il comunicato ISTAT , recante "Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi al mese di marzo 2020, che si pubblicano ai sensi dell'art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'art. 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica)".

Al riguardo, l'indice dei prezzi al consumo di marzo 2020 è pari a 102,6.




NEWS - PRVIDENZA

In GU i comunicati MLPS sulla previdenza di medici ed odontoiatri


Nella Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 2020, n. 109 sono stati pubblicati tre comunicati MLPS.

Nello specifico:

  • approvazione della delibera n. 8/2020 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (ENPAM) in data 24 gennaio 2020 - perequazione dei trattamenti pensionistici, con decorrenza 1° gennaio 2020, a carico delle gestioni del Fondo previdenza e del Fondo della medicina accreditata e convenzionata;
  • approvazione della delibera n. 10/2020 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (ENPAM) in data 24 gennaio 2020 - rivalutazione degli importi indicati nel regolamento rubricato: «Norme di attuazione delle disposizioni di cui al Titolo IV del regolamento del Fondo di previdenza generale», con decorrenza 1° gennaio 2020;
  • approvazione della delibera n. 44/2020 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (ENPAM) in data 27 marzo 2020 - attuazione di misure assistenziali straordinarie a sostegno del reddito dei medici che esercitano esclusivamente attività libero professionale iscritti al fondo di previdenza generale - quota B.

 




NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS

Gualtieri: "La Naspi sarà prorogata per due mesi"


La Naspi sarà prorogata per due mesi a beneficio di chi ha il sussidio di disoccupazione in scadenza: lo ha affermato ieri il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, nel corso di una audizione sul Def.

Il responsabile del Dicastero di via XX Settembre ha poi annunciato l'introduzione di un indennizzo a favore delle colf e badanti che, per effetto dell'emergenza sanitaria Covid-19, in questo periodo si sono trovate nell'impossibilità di lavorare. Gualtieri ha poi affermato che saranno rifinanziati gli ammortizzatori sociali.

Si ricorda che il Documento di economia e finanza 2020 - approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 24 aprile - prevede tra l’altro l’emanazione di alcune misure urgenti di semplificazione e crescita: una serie di norme - sottolinea il documento - finalizzate ad introdurre “una drastica semplificazione delle procedure amministrative in alcuni settori cruciali per il rilancio degli investimenti pubblici e privati (soprattutto appalti, edilizia, commercio, controlli, etc.)”.

L’attuale situazione emergenziale, infatti, “può essere di insegnamento per introdurre semplificazioni di tipo permanente e non più solo eccezionale”.