Notizie del 25 settembre 2020



NEWS - DECRETO "SEMPLIFICAZIONI"

Vecchi (Anci): “Maggiori certezze per i Comuni nell’affidamento di servizi al Terzo settore”


“Siamo soddisfatti perché da oggi i Comuni avranno maggiori certezze nel ricorrere agli istituti previsti nel Codice del Terzo settore, strumenti innovativi per la gestione della collaborazione sussidiaria tra amministrazioni comunali ed enti del Terzo settore”: lo ha affermato il delegato Anci al welfare e sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi.

L'intervento fa riferimento al decreto “Semplificazioni”, che ha accolto la proposta dell’Anci che mira a rendere più chiaro il rapporto tra il codice dei contratti pubblici e il codice del Terzo settore rispetto all’affidamento di servizi, anche alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale n. 131/2020. In particolare, è stata riconosciuta la legittimità degli istituti di co-progettazione e co-programmazione.

“La proposta – ha aggiunto Vecchi - è stata fortemente voluta dai Comuni che, ancor più nell’emergenza sanitaria che richiede di ripensare i servizi nel rispondere a vecchi e nuovi bisogni, necessitano di certezze nei rapporti con il Terzo settore, partner prezioso nella gestione del welfare locale”.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Trattamento fiscale dell'indennità Covid-19 erogata da ente di assistenza privata: i chiarimenti dell’AE


L'Agenzia delle Entrate - con risposta ad Interpello del 23 settembre 2020, n. 395 - ha fornito chiarimenti sul trattamento fiscale ai fini IRPEF, applicabile alle indennità assistenziali straordinarie, erogate, causa Covid-19, da un ente di previdenza e assistenza.

Nel caso in specie, l'importo dell’indennità erogata è differenziato a seconda della gravità dell'evento ed è pari a:

  • € 4.000,00 per tutti gli iscritti che, a seguito del contagio, sono stati ricoverati in terapia intensiva;
  • € 2.000,00 per tutti gli iscritti che, a seguito del contagio, sono stati ricoverati in ospedale, ma non in terapia intensiva;
  • € 1.000,00 per tutti gli iscritti liberi professionisti a cui siano stati prescritti da ASL, ATS o con Ordinanza, l'isolamento domiciliare obbligatorio o la quarantena.

Al riguardo, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che tale indennità è corrisposta in presenza di uno stato di bisogno derivante dal contagio da Covid-19 e le "erogazioni" concesse occasionalmente per finalità assistenziali dall'ente previdenziale non sono riconducibili ad alcuna categoria di reddito: pertanto, tali importi non rilevano a fini fiscali, ex art. 6, comma 2, TUIR.




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l’ACCR sull’IVC per i dipendenti di Turismo, Agenzie di Viaggio e Pubblici Esercizi


In data 15 settembre 2020 è stato siglato - da ANPIT, CIDEC, UNICA, CONFIMPRENDITORI e CISAL Terziario - l’accordo per la determinazione dell’Indennità di Vacanza Contrattuale per i lavoratori ai quali si applica il CCNL "Turismo, Agenzie di Viaggio e Pubblici Esercizi", del 23 maggio 2017.

A decorrere da agosto 2020, ai lavoratori del settore, si dovrà riconoscere la seguente IVC mensile, quale componente della Retribuzione Mensile Normale, così espressa nel Tempo Pieno:

Livello

P.B.N.C.M. al 01/2020

I.V.C. lorda

QA1

2.252,90

33,12

A2

1.959,04

28,80

A3

1.714,16

25,20

B1

1.567,23

23,04

B2

1.420,30

20,88

C1

1.273,38

18,72

C2

1.175,42

17,28

D1

1.077,47

15,84

D2

979,52

14,40

Op. Vendita di 1° Cat.

1.278,27

18,79

Op. Vendita di 2° Cat.

1.146,04

16,85

Op. Vendita di 3° Cat.

1.057,88

15,55




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Siglato l’Accordo per la detassazione dei premi di produttività in Lombardia


Siglato l’accordo quadro regionale per la detassazione dei premi di produttività e per i servizi di welfare per il territorio lombardo, per l’anno 2020.

Tale Accordo Quadro Regionale – siglato tra la CONFESERCENTI Regionale Lombardia e la FILCAMS CGIL Lombardia, la FISASCAT CISL Lombardia, la UILTUCS UIL Lombardia – sarà in vigore fino al 31 dicembre 2020.

Com’è noto, la legge di bilancio 2016 ha stabilito che gli importi erogati a titolo di premio di produzione non concorrono a formare reddito da lavoro dipendente né sono soggetti ad imposta sostitutiva con aliquota del 10% se destinati a c.d. welfare aziendale.

Il lavoratore potrà optare di versare interamente o parzialmente l’importo del premio di produttività maturato alla previdenza complementare ovvero a FONTE.

Il periodo congruo preso a riferimento per determinare il raggiungimento degli obiettivi individuati è riferito ad un arco temporale di 12 mesi (gennaio - dicembre 2020), raffrontato all’anno 2019.

I valori liquidati a titolo di premio di risultato sono identificati come retribuzione variabile che ha natura distinta rispetto alla retribuzione corrente e si intendono esclusi dalla incidenza diretta e/o indiretta su tutti gli istituti di legge e di contratto differiti (tredicesima e quattordicesima mensilità, ferie, permessi e festività ed ex festività).

II presente Accordo Quadro Regionale è applicabile ai datori di lavoro che:

  • siano associati a Confesercenti territoriali facenti parte del sistema di Confesercenti Regionale Lombardia;
  • applichino e rispettino integralmente - sia per la parte c.d. normativa/economica sia per la parte c.d. obbligatoria - il CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, sottoscritto da Confesercenti e Filcams-Cgil - Fisascat - Cisl - Uiltucs-Uil;
  • al raggiungimento di almeno uno degli indicatori definiti dall’art. 3 erogano premi di produttività, oggetto di c.d. "detassazione";

e nei confronti:

  • dei lavoratori dipendenti da datori di lavoro/aziende, come sopra individuati, con sede legale in Lombardia, occupati presso unità produttive o operative situate in Lombardia.

Quanto contenuto nel presente Accordo Quadro Regionale ha carattere sussidiario e non sostitutivo rispetto alle intese derivanti dalla contrattazione aziendale.




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Prorogato il termine per il sussidio all'EBNAIP nel CCNL Agenzie immobiliari


L’Ente Bilaterale Nazionale Agenti Immobiliari Professionali – con comunicato del 31 luglio 2020 – ha comunicato d’aver prorogato al 30 settembre il termine per ottenere il sussidio di € 400,00 da parte dei dipendenti delle agenzie immobiliari accreditate ed in regola con i versamenti della QSC (quota di servizio contrattuale).

L’erogazione avviene agli aventi diritto previo invio della domanda su modello predisposto e reperibile nella sezione news-eventi del sito web dell’EBNAIP http://www.ebnaip.it/news.aspx tramite PEC o raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo EBNAIP, via Nizza, 152, 00198 ROMA.




NEWS - PUBBLICO IMPIEGO

Polizia penitenziaria, alla Camera l'istituzione della figura di “funzionario giuridico-pedagogico”


E' stato assegnato alla Commissione Lavoro della Camera l'esame della proposta di legge A.C. 2552, contenente modifiche al D.Lgs. 9 settembre 2010, n. 162 , e altre norme sull'istituzione del ruolo dei direttori tecnici del trattamento nell'ambito del Corpo di polizia penitenziaria.

Il provvedimento, in particolare, propone l’istituzione del ruolo tecnico dei funzionari giuridico-pedagogici, denominato “ruolo tecnico dei direttori del trattamento”, a cui dev'essere riservato un trattamento giuridico ed economico analogo a quello spettante agli attuali funzionari del Corpo di polizia penitenziaria.

Si prevede inoltre - si legge nella relazione di accompagnamento alla proposta di legge - di “sganciare tale ruolo tecnico da qualsiasi dipendenza gerarchica nei confronti dei commissari penitenziari, riservandola esclusivamente ai rapporti con il direttore dell’istituto penitenziario, ferma restando, ovviamente, l’autonomia professionale per gli aspetti prettamente tecnici di loro competenza”.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Raccolta del dato associativo relativo a ciascuna organizzazione sindacale firmataria dell’Accordo Interconfederale sulla Rappresentanza


L’INPS – con Circolare del 24 settembre 2020, n. 108 – ha fornito le istruzioni operative riguardanti l’attività di raccolta del dato associativo, relativo a ciascuna organizzazione sindacale di categoria firmataria o aderente all’Accordo Interconfederale sulla Rappresentanza del 26 luglio 2016 sottoscritto da CONFAPI, CGIL, CISL e UIL e modificato il 23 settembre 2019.

Nello specifico, l’INPS raccoglierà dalle aziende, in un’apposita sezione della denuncia contributiva, le informazioni relative al contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, tra quelli rientranti nell’area di rappresentanza di CONFAPI, e alle organizzazioni sindacali cui aderiscono i lavoratori. L’invio del dato associativo non riguarda il personale dirigente.

Tali informazioni verranno acquisite dall’INPS attraverso la sezione <RappresentanzaSindacale> della denuncia aziendale del modulo Uniemens.

I dati raccolti verranno elaborati dall’Istituto che aggregherà per ciascun contratto collettivo nazionale di lavoro il dato relativo al numero delle deleghe conferite a ciascuna organizzazione sindacale di categoria, relativamente al periodo gennaio-dicembre di ogni anno.

Nell’ambito della sezione <DenunciaAziendale> vanno compilati dai datori di lavoro gli elementi volti ad acquisire le informazioni relative a:

  • contratto collettivo nazionale di lavoro applicato ai dipendenti;
  • federazione di categoria cui i dipendenti aderiscono;
  • numero dei lavoratori aderenti a ciascuna federazione, con separata evidenza del numero degli iscritti appartenenti a unità produttive con più di quindici dipendenti ove siano presenti rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero non sia presente alcuna forma di rappresentanza sindacale.

Per effettuare l’adempimento propedeutico di censimento delle matricole interessate, le imprese o gli intermediari delegati dovranno trasmettere una richiesta finalizzata all’attribuzione del codice di autorizzazione “0Y”, tramite il servizio “Comunicazione bidirezionale” nella procedura Cassetto previdenziale aziende, scegliendo come oggetto “Variazione Dati Aziendali”.

La Struttura territoriale INPS competente attribuirà alla matricola interessata il codice di autorizzazione, da cui deriverà l’impegno del datore alla trasmissione mensile dei dati relativi alle deleghe sindacali, con validità finale alla scadenza della convenzione CONFAPI (settembre 2022).




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INPS: raccolta del dato associativo relativo a ciascuna organizzazione sindacale firmataria del Testo Unico sulla Rappresentanza


L’INPS – con Circolare del 24 settembre 2020, n. 109 – ha fornito le istruzioni operative riguardanti l’attività di raccolta del dato associativo, relativo a ciascuna organizzazione sindacale di categoria firmataria o aderente al Testo Unico sulla Rappresentanza del 10 febbraio 2014, sottoscritto da CONFSERVIZI, CGIL, CISL e UIL e modificato il 26 luglio 2018.

Riguardo il dato associativo, l’INPS raccoglierà dalle aziende, in un’apposita sezione della denuncia contributiva, le informazioni relative al contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, tra quelli rientranti nell’area di rappresentanza di CONFSERVIZI, e alle organizzazioni sindacali cui aderiscono i lavoratori.

Tali informazioni verranno acquisite dall’INPS attraverso la sezione <RappresentanzaSindacale> della denuncia aziendale del modulo Uniemens.

Nell’ambito della sezione <DenunciaAziendale> vanno compilati gli elementi volti all’acquisizione dei dati relativi a:

  • contratto collettivo nazionale di lavoro applicato ai dipendenti;
  • federazione di categoria cui i dipendenti aderiscono;
  • numero dei lavoratori aderenti a ciascuna federazione, con separata evidenza del numero degli iscritti appartenenti a unità produttive con più di quindici dipendenti ove siano presenti rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero non sia presente alcuna forma di rappresentanza sindacale.

Per effettuare l’adempimento propedeutico di censimento delle matricole interessate, l’Istituto attribuisce il codice di autorizzazione “0Y” che, nel contraddistinguere la particolarità di carattere statistico dell’informazione raccolta, assume il significato di “Azienda che conferisce i dati relativi alla rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria”.




NEWS - PREVIDENZA

In GU i comunicati MLPS sulla previdenza di biologi, ragionieri e periti commerciali


Nella Gazzetta Ufficiale del 24 settembre 2020, n. 237 sono stati pubblicati due comunicati MLPS.

Nello specifico:

  • Approvazione della delibera n. 54 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza e assistenza a favore dei biologi (ENPAB) in data 2 luglio 2020 – modifiche al regolamento per la gestione del fondo economale e per l'utilizzo delle carte di credito e debito; 
  • Approvazione della delibera adottata dal consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza dei ragionieri e periti commerciali in data 8 luglio 2020 - determina del contributo di maternità per l'anno 2020, in misura pari a zero euro.