Recupera password

Notizie del 24 novembre 2022



NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l’Accordo per i giornalisti di radio e televisione di ambito locale


In data 16 novembre 2022 è stato siglato - tra Aeranti Corallo, Aeranti e Associazione Corallo con la FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana) - il rinnovo del CCNL per la regolamentazione del lavoro giornalistico nelle imprese di radiodiffusione sonora e televisiva di ambito locale.

L’Accordo - che avrà validità da gennaio 2023 a dicembre 2026 - prevede un aumento retributivo per tutti i teleradiogiornalisti dipendenti pari ad € 50 lorde mensili a decorrere da marzo 2023 e di ulteriori € 50 lorde mensili da marzo 2024.

Nella tabella seguente, i nuovi minimi contrattuali:

QUALIFICHE

Minimi di stipendio (da maggio 2018)

Minimi di stipendio (da marzo 2023)

Minimi di stipendio (da marzo 2024)

Tele-radiogiornalista TV con oltre 24 mesi di attività lavorativa nel settore giornalistico

2.015,55

2.065,55

2.115,55

Tele-radiogiornalista radio con oltre 24 mesi di attività lavorativa nel settore giornalistico

1.585,13

1.635,13

1.685,13

Tele-radiogiornalista con meno di 24 mesi di attività lavorativa nel settore giornalistico

1.420,58

1.470,58

1.520,58




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Indennità una tantum € 200 e soggetti beneficiari della mobilità in deroga


L’INPS – con Messaggio 23 novembre 2022, n. 4231 – ha comunicato che l’indennità una tantum pari ad € 200 a favore dei soggetti che, nel mese di giugno 2022, siano titolari delle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COL è riconosciuta anche in favore dei titolari di trattamenti di mobilità in deroga e di indennità di importo pari alla mobilità, considerata l’identità di ratio delle prestazioni e le esigenze di sostegno al reddito sottese.

Ai beneficiari, nel mese di giugno 2022, dei trattamenti di mobilità in deroga o di indennità pari alla mobilità verrà conseguentemente riconosciuta d’ufficio, senza necessità di una domanda da parte dell’interessato, l’indennità una tantum, ex art. 32, comma 9, Decreto Legge n. 50/2022 (i pagamenti avverranno nel mese di dicembre 2022).




NEWS - PREVIDENZA

In GU i comunicati MLPS sulla previdenza dei giornalisti e dei periti industriali


Nella Gazzetta Ufficiale del 23 novembre 2022, n. 274 sono stati pubblicati due comunicati MLPS.

Nello specifico:

  • Approvazione della delibera n. 472/2022 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente di previdenza dei periti industriali e dei periti industriali laureati (EPPI) in data 31 gennaio 2022 - distribuzione della contribuzione integrativa sui montanti previdenziali degli iscritti, per l'anno 2020;
  • Approvazione della delibera n. 6 dell'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (INPGI) adottata dal Comitato amministratore della gestione separata in data 2 marzo 2022 - recepimento, nel regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla gestione separata, delle misure in materia di indennità di maternità e di disoccupazione, ex art. 1, commi 223 e 239 , legge n. 234/2021.




NEWS - DICHIARAZIONI

Correzioni al 730 con invio del Modello Redditi entro il 30 novembre


In caso di maggior debito o minor credito, è possibile correggere il modello 730 inviato presentando entro il 30 novembre 2022 una dichiarazione correttiva nei termini avvalendosi del modello Redditi PF.

In caso di correzione del 730 originariamente inviato:

  • con emersione di un maggior credito o minor debito, entro lo scorso 25 ottobre si poteva trasmettere il 730 integrativo, rivolgendosi a un CAF o a un professionista abilitato, con rimborso del credito nella busta paga di dicembre a cura del proprio sostituto d’imposta;
  • con emersione di un maggior debito o minor credito, l’unica possibilità consiste nel presentare entro fine mese una dichiarazione correttiva nei termini avvalendosi del modello Redditi PF.

Gli errori più frequenti - L’indicazione di redditi inferiori a quelli effettivi rappresenta un esempio di correzione del 730 “a debito”. Si evidenzia che quest’anno alcuni contribuenti hanno ricevuto dall’Inps una comunicazione con cui l’istituto ha segnalato di aver rettificato le CU 2022 già trasmesse telematicamente all’agenzia delle Entrate e quindi incluse nel 730 precompilato. Se fosse stato presentato il modello 730/2022 senza tenere conto della rettifica operata dall’Inps potrebbero insorgere importi a debito per il contribuente; egli dovrebbe trasmettere entro il 30 novembre il modello Redditi PF correttivo. Va barrata la casella «correttiva nei termini» presente nel frontespizio della dichiarazione. Per il calcolo del versamento dovuto, è necessario considerare sia le somme già prelevate (o ancora da prelevare) dal sostituto d’imposta a titolo di saldi e acconti che quelle rimborsate (o ancora da rimborsare) in busta paga.

Può anche accadere che alcuni oneri, nonostante indicati nella dichiarazione precompilata, siano state erroneamente riportati nel 730, poiché, ad esempio, il relativo pagamento è avvenuto in contanti o in mancanza dei requisiti per usufruire dell’agevolazione fiscale.

730 integrativo non inviato - Il modello Redditi persone fisiche può essere utilizzato anche dai contribuenti che avrebbero potuto presentare il 730 integrativo per fare emergere un maggior credito o un minor debito, ma non hanno rispettato la scadenza del 25 ottobre. Il credito che emerge dalla dichiarazione può essere utilizzato in compensazione o riportato nella dichiarazione dei redditi relativi al 2022.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Agenzia Entrate: trattamento fiscale dei compensi conseguiti dall’agente sportivo


L'Agenzia delle Entrate - con Risoluzione del 21 novembre 2022, n. 69/E - ha fornito alcune indicazioni sul trattamento fiscale dei compensi conseguiti dall’agente sportivo.

Al riguardo, nella particolare ipotesi in cui l’attività di agente sportivo sia svolta in forma societaria, i redditi prodotti costituiranno redditi d’impresa se il modello societario prescelto è di tipo commerciale.

In tale ipotesi, infatti, ai fini della qualificazione del reddito prodotto dalla società di agenti sportivi, non assumerà rilevanza l’esercizio dell’attività professionale, risultando determinante, invece, il fatto di operare in una veste giuridica societaria di tipo commerciale.

Pertanto, nell’ipotesi in specie, i redditi prodotti dalla società di agenti sportivi non saranno assoggettati alle ritenute d’acconto.




NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

Accordi per l'innovazione: sbloccati dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy le risorse


Il Ministero dello Sviluppo Economico (ora, Ministero delle Imprese e del Made in Italy) – con comunicato del 18 novembre 2022 – ha reso noto d’aver sbloccato 500 milioni di euro, a valere sul Fondo nazionale complementare al PNRR, per finanziare progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito del secondo sportello dedicato agli Accordi per l’innovazione, la cui apertura è prevista il 31 gennaio 2023.

A questo intervento, previsto dal decreto 14 novembre 2022, si potranno aggiungere ulteriori risorse a seguito della sottoscrizione, entro il 18 gennaio 2023, di Accordi quadro con Regioni e province autonome interessate.

Potranno beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione, anche in forma congiunta, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane o di servizi all’industria nonché attività di ricerca.

Le imprese agricole potranno partecipare nell’ambito di progetti congiunti.

Tra i criteri di approvazione delle domande previsti per questo secondo sportello sono state introdotte alcune novità ovvero l’introduzione del divieto per un soggetto proponente di presentare più istanze in qualità di mono proponente o di soggetto capofila di un partenariato e l’ammissione in istruttoria delle domande non in ordine cronologico bensì in base alla posizione assunta nell’ambito di una specifica graduatoria di merito, nel caso in cui le risorse finanziarie disponibili non consentano l’accoglimento di tutte le domande presentate nello stesso giorno. La graduatoria di merito terrà conto degli aspetti economico-finanziari dei soggetti proponenti e dell’impatto del progetto.

A partire dal 17 gennaio 2023, nel sito internet di Mediocredito centrale (Soggetto attuatore), sarà possibile procedere con la compilazione guidata della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione.