Recupera password

Notizie del 23 novembre 2022



NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Lavoratori agricoli: i nuovi tracciati di trasmissione delle domande di indennità di disoccupazione e/o ANF


L’INPS – con Messaggio 22 novembre 2022, n. 4211 – ha comunicato che, in ottemperanza all’Accordo Tecnico-Operativo con gli Enti di Patronato in materia di modalità di scambio dei dati e di presentazione telematica delle domande di prestazione, si è provveduto a rilasciare alle Strutture nazionali degli Enti di Patronato i tracciati di trasmissione delle domande di indennità di disoccupazione e/o Assegno al nucleo familiare per i lavoratori dipendenti agricoli in competenza 2022.

Inoltre, il tracciato di trasmissione delle domande di indennità di disoccupazione e/o Assegno al nucleo familiare per i lavoratori dipendenti agricoli in competenza 2022 è stato aggiornato nella parte inerente all’informativa sulla materia.




NEWS - PATTO DI NON CONCORRENZA

Ipotesi di nullità del patto di non concorrenza


La Cassazione – con ordinanza dell’11 novembre 2022, n. 33424 – ha affermato che la variabilità del corrispettivo previsto per il patto di non concorrenza, in correlazione alla durata del rapporto di lavoro, non determina di per sé la nullità dello stesso se l’importo risulta determinabile in base a parametri oggettivi.

Com’è noto, l’art. 2125 cod. civ. recita “Il patto con il quale si limita lo svolgimento dell'attività del prestatore di lavoro, per il tempo successivo alla cessazione del contratto, è nullo se non risulta da atto scritto, se non è pattuito un corrispettivo a favore del prestatore di lavoro e se il vincolo non è contenuto entro determinati limiti di oggetto, di tempo e di luogo.

La durata del vincolo non può essere superiore a cinque anni, se si tratta di dirigenti, e a tre anni negli altri casi. Se è pattuita una durata maggiore, essa si riduce nella misura suindicata”.

Nel caso in specie, la Suprema Corte ha ricordato che la nullità del patto di non concorrenza opera su diversi piani, per:

  • indeterminatezza o indeterminabilità del corrispettivo che spetta al lavoratore, quale vizio del requisito prescritto in generale dall'art. 1346 cod. civ. per ogni contratto;
  • violazione dell'art. 2125 cod. civ., laddove il corrispettivo non sia pattuito, ovvero sia simbolico o manifestamente iniquo o sproporzionato.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Al via il servizio di acquisizione della domanda di invalidità civile semplificata per i minori


L’INPS – con Messaggio 22 novembre 2022, n. 4212 – ha comunicato l’avvenuto rilascio del servizio di acquisizione della domanda di invalidità civile semplificata per i minori.

Tale servizio è disponibile per il cittadino munito di identità digitale - SPID di livello 2 o superiore, CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE).

L’accesso al servizio di trasmissione delle domande di invalidità civile avviene attraverso il portale Internet www.inps.it, nell’ambito dei servizi rivolti ai cittadini, utilizzando le credenziali del minore (CIE oppure CNS); in alternativa è possibile l’accesso tramite delega SPID con le credenziali del genitore/tutore per conto del minore.

La compilazione della domanda prevede diverse sezioni che riguardano, oltre ai dati relativi alla richiesta di accertamento sanitario, anche i dati amministrativi necessari per la liquidazione di un’eventuale prestazione economica.

Dopo avere completato tutte le sezioni, la domanda deve essere trasmessa selezionando “Invio domanda”.




NEWS - INPS, PRESTAZIONI

Giornalisti: ipotesi di cumulo tra pensioni e redditi da lavoro


L’INPS – con Messaggio 22 novembre 2022, n. 4213 – ha fornito alcuni chiarimenti sul peculiare regime di cumulo della pensione con i redditi da lavoro, prodotti in Italia e all’estero, e sui conseguenti obblighi dichiarativi relativamente ai titolari di:

  • trattamenti di invalidità;
  • pensione anticipata, ex art. 1, comma 87, lett. a), Legge n. 234/2021;
  • pensione anticipata dei c.d. lavoratori precoci.

Tra le altre cose, l’Istituto chiarisce che a far data dalla sua decorrenza, il trattamento pensionistico dei lavoratori c.d. precoci non è cumulabile con redditi da lavoro, subordinato o autonomo, per un periodo di tempo corrispondente alla differenza tra l’anzianità contributiva ex art. 24, commi 10 e 12, Decreto Legge n. 201/2011 e l’anzianità contributiva al momento del pensionamento (periodo di anticipo rispetto ai requisiti vigenti per la generalità dei lavoratori).




NEWS - PREVIDENZA

Dalla Corte dei Conti ok alla gestione 2020 della Cassa Nazionale Ragionieri e Periti commerciali


Con la Determinazione n. 115/2022, la Sezione controllo enti della Corte dei Conti ha approvato la relazione sulla gestione 2020 della Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Ragionieri e Periti commerciali (CNPR).

Dal documento, in particolare, emergono i seguenti dati:

  1. nel 2020 si è registrato un aumento del 4 per cento dei costi per consulenze rispetto all’esercizio precedente (+12,21 per cento nel 2019). I maggiori incrementi di costi si registrano relativamente ad affidamenti di servizi quali la certificazione dei bilanci (+81,25 per cento), le consulenze legali (+85,14 per cento), le consulenze varie (+50,77 per cento) e in materia di investimenti mobiliari ed immobiliari (+27,17 per cento);
  2. nell’esercizio 2020 le entrate per il contributo integrativo sono diminuite del 3,63 per cento, passando da 113 a 109 milioni. Tale circostanza è da attribuire alla diminuzione del volume d'affari e del reddito professionale;
  3. l’attivo circolante continua a crescere (+8,29) per l’avvenuto aumento delle attività finanziarie che “non costituiscono immobilizzazioni”;
  4. i crediti lordi verso iscritti passano da 640,6 milioni nel 2019 a 647,6 milioni nel 2020 e il relativo fondo di svalutazione da 209,8 milioni nel 2019 a 218,3 milioni nel 2020. Nel complesso, la gestione ha portato ad un leggero aumento dell’utile di esercizio, che passa da 64,1 milioni del 2019 a 64,9 milioni. Nella relazione, i magistrati contabili hanno sottolineato “la necessità che la Cassa prosegua e rafforzi l’azione di revisione del regime contributivo e delle prestazioni, nonché di efficientamento della struttura interna, al fine di garantire la propria sostenibilità finanziaria nel lungo periodo”.




NEWS - CONSULENTI DEL LAVORO

Consiglio Nazionale Ordine Consulenti del Lavoro: eletto il nuovo Presidente Rosario De Luca


In data 18 novembre 2022, è stato eletto Rosario De Luca quale nuovo Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Il nuovo Presidente guiderà la Categoria fino ad ottobre 2023, scadenza naturale dell’attuale consiliatura, quando sarà rinnovato l'organismo apicale della professione.

“Sono onorato di poter mettere a disposizione della Professione il mio impegno”, ha affermato De Luca a margine dello spoglio delle schede. “Il mondo del lavoro è in continua evoluzione e i Consulenti del Lavoro saranno sempre di più protagonisti dei cambiamenti che ci attendono”.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Bar e ristoranti: modalità e termini di presentazione delle richieste del contributo a fondo perduto


L’Agenzia delle Entrate - con Provvedimento del 18 novembre 2022, prot. n. 423342 - ha definito il contenuto informativo, le modalità e i termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per ristoranti, bar, piscine e catering previsto dal decreto legge n. 73/2021 .

L’aiuto non può essere erogato ai soggetti destinatari di sanzioni interdittive o che si trovino in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche o comunque a ciò ostative.

L’aiuto, inoltre, non può essere richiesto dai soggetti che si trovino in liquidazione volontaria o sottoposti a procedure concorsuali con finalità liquidatorie nonché da imprese già in difficoltà al 31 dicembre 2019, ad eccezione delle microimprese e delle piccole imprese, purché rispettino il requisito del mancato stato di liquidazione e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione.

Il contributo spetta se le imprese esercitano come attività prevalente, come comunicata con modello AA7/AA9 all’Agenzia delle Entrate, una di quelle individuate dai seguenti codici ATECO 2007:

  • 56.10 (ristoranti);
  • 56.30 (bar);
  • 93.11.2 (gestione di piscine);
  • 56.21 (catering per eventi);
  • 96.09.05 (organizzazione di feste e cerimonie).

Per accedere al contributo occorre inoltre che tali attività abbiano subito nell’anno 2021 una riduzione dei ricavi non inferiore al 40 per cento rispetto ai ricavi del 2019.

La trasmissione dell’istanza può essere effettuata a partire dal giorno 22 novembre 2022 e non oltre il giorno 6 dicembre 2022.

In tale periodo è possibile, in caso di errore, presentare una nuova Istanza, in sostituzione dell’Istanza precedentemente trasmessa.