Notizie del 23 ottobre 2019



NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

Tutela lavoro e risoluzione crisi aziendali: in Senato la discussione del disegno di legge di conversione del decreto legge


Dal 22 ottobre 2019 è in corso in Senato la discussione del disegno di legge di conversione del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101 sulla tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali (A.S. 1476).

 





NEWS - MANUTENZIONE PORTALI ISTITUZIONALI

Tre giorni di attività di manutenzione programmata per i portali istituzionali


Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - con comunicato del 21 ottobre 2019 - ha informato che nelle giornate del 28, 29 e 30 ottobre, per consentire lo svolgimento di interventi tecnici di manutenzione programmata, i portali istituzionali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, dell'Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e il portale Cliclavoro non saranno disponibili.

L'attività interesserà i portali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro lunedì 28 ottobre, a partire dalle ore 15.00.

Analogo intervento sarà effettuato sui portali Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e Cliclavoro, martedì 29 ottobre sempre a partire dalle ore 15.00 fino al termine degli interventi.

Per accedere ai servizi telematici sarà necessario collegarsi al link: https://servizi.lavoro.gov.it. Non sarà comunque disponibile il servizio CIGSonline.

Al termine delle operazioni di manutenzione, i siti e le loro rispettive funzionalità torneranno automaticamente online e raggiungibili secondo le consuete modalità.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Pubblicati dall'INPS i dati di ottobre 2019 su Reddito di Cittadinanza e Reddito di Inclusione


In data 22 ottobre 2019, l'INPS ha pubblicato i dati dell'Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza.

Alla data dell'8 ottobre 2019, risultano pervenute all’INPS 1.522.874 domande, di cui:

  • 982.158 accolte,
  • 125.931 in lavorazione,
  • 414.785 respinte o cancellate.

La maggior parte dei benefici sono stati erogati a nuclei residenti nelle regioni del Sud e nelle Isole con 848.993 domande (55,7%), seguite dalle regioni del Nord con 424.712 domande (27,9%) e da quelle del Centro con 249.169 domande (16,4%).

Dei 982.158 nuclei le cui domande sono state accolte, 38.855 sono decaduti dal diritto, 825.349 riguardano nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza, con 2.150.698 di persone coinvolte.

I restanti 117.954 sono nuclei percettori di Pensione di Cittadinanza, con 134.157 persone coinvolte.

 





NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Infortunio sul lavoro, protezione insufficiente e responsabilità datoriale


La Cassazione - con sentenza del 18 ottobre 2019, n. 42892 - ha ritenuto punibile il datore di lavoro per l’incidente occorso ad un dipendente (caduto nel vuoto da un passaggio sopraelevato, sprovvisto di parapetto fisso), anche nel caso che la vittima abbia concorso alla realizzazione del sinistro e l’azienda, oltre a risarcirla, abbia successivamente eliminato la fonte di pericolo. 

Nello specifico, la Suprema Corte ha ricordato che nel caso di lesione invalidante permanente pari all’8% non può ricorrere la non punibilità dell’imputato ex art. 131-bis codice penale, per il cui riconoscimento è richiesto che la lesione accertata risulti “dotata in concreto di minima offensività”.




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Incidente mortale di due animatori di un villaggio vacanze ed obblighi di protezione a carico dell’azienda


La Cassazione - con sentenza del 18 ottobre 2019, n. 26614 - ha confermato la condanna al Tour operator ed alla società di eventi, quali responsabili per la morte di due animatori di un villaggio turistico, dovuta ad un incidente stradale avvenuto mentre questi accompagnavano gli ospiti in un’escursione. 

Al riguardo, la Suprema Corte ha chiarito che le condizioni di superlavoro delle due vittime (che hanno poi causato l'incidente automobilistico mortale) risultano contrarie agli obblighi di protezione a carico dell’azienda.

Nel caso in specie, il tour operator è stato chiamato a rispondere in solido anche senza un rapporto di appalto, in quanto esercitava di fatto un potere di direzione sugli animatori.




NEWS - LAVORO SUBORDINATO

Conversione del co.co.co. in lavoro subordinato e riconoscimento dell'indennità risarcitoria


La Cassazione - con sentenza del 18 ottobre 2019, n. 26612 - ha ribadito che scatta anche l’indennità risarcitoria qualora venga riconosciuta la natura subordinata di un co.co.co.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha affermato che l’indennità risarcitoria non è alternativa alla conversione della collaborazione in rapporto di lavoro subordinato, ma si aggiunge alla stessa: infatti, ex art. 50, legge n. 183/2010, al collaboratore che abbia rifiutato le proposte di assunzione del datore di lavoro, spetta comunque l’instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato, accompagnato però da un minor ristoro economico, giustificato dai precedenti rifiuti.




NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

Bollettino Excelsior ottobre 2019: in crescita i settori del turismo, servizi digitali e meccatronica


In data 21 ottobre 2019 è stato pubblicato l'ultimo Rapporto Excelsior realizzato da Unioncamere e ANPAL, dal quale emerge che sono 391.000 i contratti programmati nel mese di ottobre e saliranno a oltre 1 milione nel trimestre ottobre-dicembre.

In crescita alcune delle filiere distintive del Made in Italy, con in testa la meccatronica (49.960 attivazioni nel trimestre ottobre-dicembre con una crescita tendenziale del 12,5%), seguite dalla metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (40.350 contratti e una crescita del 14,8%). Il settore del turismo si conferma quale traino della domanda di lavoro (170.560 i contratti nel trimestre ottobre-dicembre con una crescita tendenziale del 19,8%). Consistente anche l’apporto del comparto servizi informatici e delle telecomunicazioni con 30.170 contratti e un tasso di crescita del 19,1%. 

Resta alta la difficoltà di reperimento di profili professionali segnalata dalle imprese (che riguarda il 31,4% dei profili ricercati) soprattutto nelle aree dei sistemi informativi, della progettazione e della logistica. 




NEWS - PREVIDENZA

All'esame della Consulta gli esoneri contributivi a favore del datore di lavoro


Si è svolta ieri l'udienza della Corte Costituzionale nella quale è stata affrontata la questione di legittimità della normativa che dispone l'esonero dall'obbligo di versare contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro privato in occasione di nuove assunzioni.

Al riguardo, si fa riferimento in particolare all'art. 1, comma 118, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015) e all'art. 1, comma 178, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016).

Si ricorda che ai sensi del citato art. 1, comma 118 della Legge 190/2014 , ai datori di lavoro privati, con esclusione del settore agricolo, e con riferimento alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, con esclusione dei contratti di apprendistato e dei contratti di lavoro domestico, decorrenti dal 1º gennaio 2015 con riferimento a contratti stipulati non oltre il 31 dicembre 2015, è riconosciuto - per un periodo massimo di 36 mesi (fema restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche) - l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'Inail, nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua.