Recupera password

Notizie del 22 settembre 2022



NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Premi di produttività: pubblicato il report


In data 20 settembre 2022, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato il report sull'andamento dei premi di produttività, ricavato dalla procedura per il deposito telematico dei contratti aziendali e territoriali.

Alla data del 15 settembre 2022, 11.944 depositi di conformità si riferiscono a contratti tuttora attivi, così suddivisi:

  • 10.395 sono riferiti a contratti aziendali
  • 1.549 a contratti territoriali.

Per settore di attività economica, si hanno:

  • 58% Servizi,
  • 41% Industria,
  • 1% Agricoltura.

Per dimensione aziendale, si hanno:

  • 45% con numero di dipendenti inferiore a 50,
  • 39% con numero di dipendenti maggiore uguale di 100,
  • 16% con numero di dipendenti compreso fra 50 e 99.




NEWS - OCCUPAZIONE

Occupazione: pubblicata la Nota trimestrale relativa al secondo trimestre 2022


In data 20 settembre 2022, è stata pubblicata congiuntamente da Istat, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Inps, Inail ed Anpal, la Nota trimestrale sulle tendenze dell’occupazione relativa al secondo trimestre 2022.

Nel secondo trimestre 2022 l’input di lavoro, misurato in Ula (Unità di lavoro equivalenti a tempo pieno), è aumentato in termini congiunturali (+1,2% rispetto al primo trimestre 2022) e su base annua (+4,9% rispetto al secondo trimestre 2021); la stessa dinamica si rileva per il Pil, in crescita rispettivamente di +1,1% e +4,7%.

L’occupazione, a sua volta, aumenta rispetto sia al trimestre precedente che al secondo trimestre 2021.




NEWS - AMMORTIZZATORI SOCIALI

L’accordo interconfederale sull’adeguamento di FSBA alla legge di bilancio 2022


In data 2 settembre 2022 è stato siglato - tra Confartigianato Imprese, CNA, Casartigiani, CLAAI, CGIL, CISL, UIL - un accordo interconfederale con le regole e i principi di riferimento per il nuovo funzionamento di FSBA.

Con riferimento alle prestazioni garantite dal suddetto fondo, l’accordo prevede che:

  • per i datori di lavoro che hanno fino a 15 dipendenti viene fissata un’unica aliquota pari allo 0,60% della RIP volta a finanziare l’assegno di integrazione salariale (casuali ordinarie e/o straordinarie);
  • per i datori di lavoro che occupano oltre 15 dipendenti, invece, è prevista una contribuzione dello 0,60% volta a finanziare l’assegno ordinario, alla quale si aggiunge una contribuzione dello 0,40% della RIP, volta a finanziare l’assegno ordinario straordinario.

Tali aliquote sono per ¾ a carico dell’azienda e per il restante ¼ a carico del lavoratore.

Infine, per le sole imprese che hanno oltre 15 dipendenti e che presentano istanza di integrazione salariale straordinaria è previsto il versamento di una contribuzione addizionale pari al 4% della retribuzione persa, in base a quanto disposto dalla normativa.




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Assicurazione obbligatoria per le calciatrici professioniste tesserate a società partecipanti al campionato di serie A femminile


L’INAIL – con Circolare 21 settembre 2022, n. 36 – ha ricordato che il Consiglio Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha introdotto il “professionismo sportivo” nel calcio femminile relativamente al campionato di serie A, a far data dalla stagione sportiva 2022/2023 (segnatamente, dal 1° luglio 2022).

Pertanto, la tutela assicurativa opera per gli infortuni accaduti dal 1° luglio 2022 alle calciatrici professioniste tesserate assunte dalle società sportive partecipanti al Campionato di Serie A femminile e per le malattie professionali denunciate dalla medesima data e comprende gli infortuni avvenuti per causa violenta in occasione di lavoro e le malattie professionali contratte nell’esercizio e a causa dell’attività lavorativa.

In caso di infortunio o malattia professionale, l’obbligo di presentare la comunicazione di infortunio, la denuncia/comunicazione di infortunio e la denuncia di malattia professionale è a carico dello stesso soggetto assicurante tenuto al versamento del premio assicurativo.

La Circolare in commento, inoltre, fornisce indicazioni per l’inquadramento tariffario, per la classificazione e per la retribuzione da assumersi per il calcolo del premio di assicurazione e per la liquidazione dell’indennità giornaliera di inabilità temporanea assoluta in caso di infortunio, che è quella effettiva entro il limite del minimale e del massimale di rendita.




NEWS - DECRETO AIUTI-BIS

In GU la legge di conversione del Decreto Aiuti-bis


Nella Gazzetta Ufficiale del 21 settembre 2022, n. 221 è stata pubblicata la legge 21 settembre 2022, n. 142, di conversione del D.L. 9 agosto 2022, n. 115 recante misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali.

Di seguito le novità più rilevanti:

  • per far fronte alla crisi economica determinatasi in ragione dell'aumento dei costi dell'energia termica ed elettrica, viene istituito un apposito fondo, con dotazione di 50 milioni di euro per l'anno 2022 per finanziare, con contributi a fondo perduto, le associazioni e società sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi, maggiormente colpite dalla crisi energetica. Una quota delle risorse, fino al 50% della dotazione complessiva del fondo, è destinata alle società e associazioni dilettantistiche che gestiscono impianti per l'attività natatoria;
  • si prevede per l’anno 2022 l’incremento a € 600 del valore dei beni ceduti e dei servizi che non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente ex art. 51, comma 3, TUIR, includendo tra i fringe benefit anche le somme erogate o rimborsate ai lavoratori dipendenti per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale;
  • rafforzato, per il periodo dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022, l’esonero dello 0,8% sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore, ex art. 1, comma 121, legge n. 234/2021. È infatti previsto che per i periodi di paga dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022, compresa la tredicesima o i relativi ratei erogati nei suddetti periodi di paga, tale sgravio contributivo dello 0,8% è aumentato di 1,2 punti percentuali, per un esonero complessivo pari al 2%;
  • viene anticipato al 1° novembre 2022 il pagamento del conguaglio per il calcolo della perequazione delle pensioni, per l’anno 2021, pari allo 0,2%;
  • si prevede, per le mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2022, un incremento transitorio, di 2 punti percentuali, della percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni che dovrebbe operare dal 1° gennaio 2023, con relativo riconoscimento anche sulla tredicesima mensilità. L’incremento è riconosciuto qualora il trattamento pensionistico mensile sia complessivamente pari o inferiore all’importo di € 2.692; qualora sia superiore al suddetto importo e inferiore a tale limite aumentato dell’incremento, l’incremento è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato. Detto incremento è poi scomputato dal trattamento pensionistico complessivo di riferimento ai fini della rivalutazione delle pensioni per l’anno 2022. Tale incremento non concorre a determinare, per il 2022, il superamento dei limiti reddituali previsti per il riconoscimento di tutte le prestazioni collegate al reddito;
  • estesa l’indennità una tantum di € 200 ai seguenti soggetti:
    • lavoratori con rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio 2022 e che, fino al 18 maggio 2022, pur avendo una retribuzione mensile imponibile non eccedente l’importo di € 2.692, non abbiano beneficiato dell’esonero contributo dello 0,8% previsto dalla legge di Bilancio 2022 in quanto interessati da eventi coperti da contribuzione figurativa integrale dall’INPS. Per tali soggetti, il bonus sarà riconosciuto automaticamente dal datore di lavoro con la retribuzione erogata nel mese di ottobre 2022, previa dichiarazione del lavoratore di non aver già percepito il bonus in commento e di essere stato destinatario di eventi coperti dalla contribuzione figurativa integrale dell’INPS;
    • pensionati con decorrenza entro il 1° luglio 2022. Per tali soggetti, l’indennità sarà erogata automaticamente dall’INPS;
    • dottorandi e assegnisti di ricerca con reddito 2021 non superiore ad € 35.000. In tal caso, l’indennità sarà riconosciuta dall’INPS a domanda;
    • collaboratori sportivi che abbiano fruito di almeno una delle indennità Covid-19 (di cui all’art. 96 , D.L. n. 18/2020, all’art. 98, D.L. n. 34/2020, all’art. 12, D.L. n. 104/2020, agli art. 17, c. 1, e 17-bis, c. 3, D.L. 137/2020, all’art. 10, c. da 10 a 15, D.L. n. 41/2021 e all’art. 44, D.L. n. 73/2021). Il bonus sarà erogato automaticamente da Sport e Salute spa;
  • aumentata da € 500 milioni ad € 600 milioni la dotazione finanziaria del Fondo per l’indennità una tantum per i lavoratori autonomi e i professionisti;
  • incrementate da € 10 milioni ad € 25 milioni di euro le risorse destinate al bonus psicologi, il contributo introdotto dall’art. 1-quater, c. 3, decreto legge n. 228/2021 per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia fruibili presso specialisti privati regolarmente iscritti nell'elenco degli psicoterapeuti nell'ambito dell'albo degli psicologi;
  • elevato da € 750 ad € 1.000 il limite per l’impignorabilità delle pensioni;
  • proroga fino al 31 dicembre 2022 del diritto allo smart working per i lavoratori fragili e per chi ha figli sotto i 14 anni.




NEWS - PUBBLICO IMPIEGO

Dal Consiglio di Stato chiarimenti sul riconoscimento della dipendenza da cause di servizio delle patologie


Secondo un consolidato orientamento della giurisprudenza del Consiglio di Stato, in materia di riconoscimento della dipendenza da cause di servizio delle patologie sofferte dal pubblico dipendente, il Comitato di verifica per le cause di servizio è l'organo competente ad esprimere un giudizio conclusivo circa il riconoscimento della dipendenza di infermità da causa di servizio, avendo il D.P.R. 29 ottobre 2001, n. 461, agli articoli 11 e 12 , affidatogli il compito di accertare l'esistenza del nesso causale (o concausale) con il servizio delle infermità contratte dai pubblici dipendenti.

In particolare, il Comitato esprime un giudizio che rappresenta il momento di sintesi e di superiore valutazione dei giudizi espressi da altri organi precedentemente intervenuti, quale la Commissione medica ospedaliera, e costituisce un parere di carattere più articolato e complesso, sia per la sua composizione, nella quale sono presenti sia professionalità mediche che giuridiche ed amministrative, sia per la più completa istruttoria esperita, non limitata soltanto agli aspetti medico-legali.

Tale principio è stato ribadito dalla seconda sezione del Consiglio di Stato con la sentenza 22 luglio 2022, n. 6456 , riportata sul sito della Giustizia amministrativa.




NEWS - PROFESSIONISTI

Cassa Geometri, entro il 30 settembre le domande di accesso ai bandi per lo scambio intergenerazionale


C'è tempo fino al prossimo 30 settembre per partecipare ai bandi della Cassa Geometri per lo scambio intergenerazionale, il tutoraggio e l’aggregazione. Il bando per lo scambio intergenerazionale e il tutoraggio prevede una sorta di “passaggio di testimone” tra un geometra - includendo i pensionati attivi - con almeno 10 anni continuativi di iscrizione alla Cassa e un geometra under 40.

Al primo viene messo a disposizione un incentivo economico nel momento in cui decide di trasferire i suoi lavori al secondo che, con un pacchetto di lavori e di clienti già in essere, riuscirà a posizionarsi più facilmente sul mercato. Il bando è volto ad incentivare i professionisti ad integrare le proprie competenze professionali aggregandosi in un soggetto unitario - che sia in forma societaria, associativa o interprofessionale - con l’obiettivo di incrementare i redditi professionali.




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Attrezzature di lavoro: pubblicato il 33° elenco dei soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche


In data 16 settembre 2022, nella sez. “pubblicità legale” del sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato pubblicato il Decreto Direttoriale del 16 settembre 2022, n. 72 , recante “Trentatreesimo elenco dei soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro”.

I soggetti abilitati sono tenuti a riportare in un apposito registro informatizzato copia dei verbali delle verifiche effettuate, i dati e le informazioni di cui al punto 4.2 dell’Allegato III al D.I. 11.4.2011.

Il registro informatizzato deve essere trasmesso per via telematica, con cadenza trimestrale, al soggetto titolare della funzione.

Tutti gli atti documentali relativi all’attività di verifica sono conservati a cura dei soggetti abilitati per un periodo non inferiore a dieci anni.