Notizie del 22 gennaio 2020



NEWS - PUBBLICO IMPIEGO

Professori universitari, il Tar Lazio interviene sui requisiti per l'abilitazione


Con la sentenza 5 novembre 2019, n. 224 , depositata lo scorso 9 gennaio, la Sezione III-bis del Tar Lazio si è pronunciata in merito ai requisiti richiesti ai fini dell’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore universitario, con riferimento al titolo – di cui al n. 3 dell’Allegato A al D.M. 120/2016 – costituito dalla “direzione o partecipazione alle attività di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello nazionale o internazionale”.

Per i giudici amministrativi, in particolare, un elemento imprescindibile è rappresentato dalla dimensione non circoscritta al livello meramente locale del gruppo stesso. In altre parole: occorre dimostrare una cornice partecipativa quanto meno nazionale.

Il Legislatore, quindi, vuole che il candidato abbia diretto o quanto meno abbia partecipato a gruppi di ricerca di respiro almeno nazionale.




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Prevenzione infortuni in strutture complesse e responsabilità datoriale


La Cassazione - con sentenza del 17 gennaio 2020, n. 1683 - ha chiarito che nelle strutture aziendali complesse, la verifica della responsabilità circa il non corretto assolvimento degli obblighi di prevenzione e vigilanza in materia di infortuni sul lavoro, va rapportata al ruolo rivestito in tale ambito.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha precisato che è riconducibile alla sfera di responsabilità del preposto l'infortunio occasionato dalla concreta esecuzione della prestazione lavorativa, a quella del dirigente il sinistro derivante dal dettaglio dell'organizzazione dell'attività lavorativa ed a quella del datore di lavoro l'incidente discendente da scelte gestionali di fondo.




NEWS - IMPRESE

Obbligo di scelta per il farmacista assegnatario di due sedi


Il farmacista assegnatario di due sedi deve necessariamente optare per l’una o per l’altra: lo ha affermato l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con la sentenza 11 dicembre 2019, n. 1 , depositata lo scorso 17 gennaio.

Per i giudici di Palazzo Spada, in particolare, dev'essere interpretato in tal senso l’art. 11, comma 5, del D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modifiche dalla Legge 24 marzo 2012, n. 27, con il quale è stata riaffermata la regola dell’alternatività nella scelta tra l’una e l’altra sede da parte dei farmacisti persone fisiche che partecipano al concorso straordinario, in coerenza con il principio generale sancito dall’art. 112, commi 1 e 3 , del Regio Decreto 1265/1934.

Con la pronuncia in commento è stato inoltre sottolineato che la regola dell’alternatività o non cumulabilità delle sedi vale per tutti i farmacisti candidati, che concorrano sia singolarmente che “per” la gestione associata, prevista dall’art. 11, comma 7, del richiamato D.L. n. 1/2012.




NEWS - CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

Nullità del termine in un contratto a tempo determinato ed adozione del D.Lgs. n. 23/2015


La Cassazione - con sentenza del 16 gennaio 2020, n. 823 - ha ricordato che non rientra tra le ipotesi di conversione comportanti l’applicabilità del D.Lgs. n. 23/2015, l’assunzione di lavoratori prima del 7 marzo 2015 con conversione giudiziale del rapporto di lavoro a tempo indeterminato successiva al decreto stesso.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha precisato che ha natura dichiarativa la nullità della clausola appositiva del termine in un contratto a tempo determinato.




NEWS - VIGILANZA SUL LAVORO

Istallazione impianto di videosorveglianza ed accordo con i sindacati/autorizzazione della DTL


La Cassazione - con sentenza del 17 gennaio 2020, n. 1733 - ha ritenuto condannabile al pagamento di un’ammenda il datore di lavoro che, al fine di prevenire furti nel proprio negozio, installa un impianto di videosorveglianza senza previo accordo con i sindacati, ovvero l’autorizzazione da parte della Direzione territoriale del lavoro, ex art. 4, legge n. 300/1970.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Gli importi dell'indennità antitubercolari da corrispondere per l’anno 2020


L'INPS - con Circolare del 21 gennaio 2020, n. 5 - ha reso noti gli importi dell'indennità antitubercolari da corrispondere per l’anno 2020.

 

 1°gennaio 2019

1°gennaio 2020

  • Indennità giornaliera spettante agli assistiti in qualità di assicurati

 € 13,43

€ 13,48

  • Indennità giornaliera spettante agli assistiti in qualità di familiari di assicurato, nonché ai pensionati o titolari di rendita ed ai loro familiari ammessi a fruire delle prestazioni antitubercolari ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 419/1975

 € 6,71

€ 6,74

  • Indennità post-sanatoriale spettante agli assistiti in qualità di assicurati (giornaliera)

 € 22,38

€ 22,47

  • Indennità post-sanatoriale spettante agli assistiti in qualità di familiari di assicurato, nonché ai pensionati o titolari di rendita ed ai loro familiari ammessi a fruire delle prestazioni antitubercolari ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 419/1975 (giornaliera)

 € 11,19

€ 11,23

  • Assegno di cura o di sostentamento (mensile)

€ 90,32

€ 90,68




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Gli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza a novembre 2019 della gestione artigiani e commercianti


L'INPS - con Messaggio del 21 gennaio 2020, n. 207 - ha comunicato che sono in corso le elaborazioni per l’emissione degli Avvisi Bonari relativi alla rata in scadenza a novembre 2019 per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni degli Artigiani e Commercianti.

Gli Avvisi Bonari sono a disposizione del contribuente all’interno del Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti al seguente indirizzo: “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” > “Posizione Assicurativa” > “Avvisi Bonari”.




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INAIL: definito il costo di assicurazione dei beneficiari RdC impegnati nei PUC


L’INAIL - con Determina n. 3/2020 (non ancora pubblicata sul sito istituzionale) - ha stabilito che l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per i beneficiari del reddito di cittadinanza, che siano impegnati in un PUC (Progetti utili alla collettività organizzati dai Comuni), ha un costo di € 0,90 al giorno.

L’INAIL ha, inoltre, precisato che la copertura assicurativa è attivata e gestita tramite la piattaforma GePI.




NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

I nuovi criteri e le modalità di concessione delle agevolazioni per le imprese localizzate nelle aree di crisi industriale


Il Ministero dello Sviluppo Economico - con Circolare del 16 gennaio 2020, prot. n. 10088 - ha disciplinato i nuovi criteri e le modalità di concessione delle agevolazioni per le imprese localizzate nelle aree di crisi industriale, al fine di favorirne la riconversione e riqualificazione produttiva.

Le novità introdotte puntano ad ampliare la platea di imprese potenzialmente beneficiarie, in particolare di piccola e media dimensione, anche attraverso un abbassamento della soglia minima di investimento e l'introduzione di procedure semplificate per l’accesso alle agevolazioni.

Sono previste, inoltre, nuove tipologie di sostegno per favorire la formazione dei lavoratori.