Notizie del 16 settembre 2020



NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l’accordo di rinnovo Metalmeccanica Artigianato (Conflavoro–Confsal)


In data 15 luglio 2020 è stato sottoscritto - tra CONFLAVORO PMI e FESICA CONFSAL con l'assistenza della CONFSAL - il rinnovo del CCNL per gli addetti  del settore della metalmeccanica, orafo, e odontotecnico.  

Nelle tabelle che seguono, i nuovi minimi retributivi:

Settore metalmeccanica e installazione impianti

Inquadramento retributivo

Paga base conglobata

Indennità di funzione

Totale retribuzione

Primo livello

€ 1.748,00

€ 50,00

€ 1.798,00

Secondo livello

€ 1.536,00

€ 0,00

€ 1.536,00

Terzo livello

€ 1.477,00

€ 0,00

€ 1.477,00

Quarto livello

€ 1.392,00

€ 0,00

€ 1.392,00

Quinto livello

€ 1.341,00

€ 0,00

€ 1.341,00

Sesto livello

€ 1.278,00

€ 0,00

€ 1.278,00

 

Settore orafi, argentieri e affini

Inquadramento retributivo

Retribuzione

Indennità di funzione

Totale retribuzione

Primo livello

€ 1.749,00

€ 50,00

€ 1.799,00

Secondo livello

€ 1.630,00

€ 0,00

€ 1.630,00

Terzo livello

€ 1.484,00

€ 0,00

€ 1.484,00

Quarto livello

€ 1.395,00

€ 0,00

€ 1.395,00

Quinto livello

€ 1.342,00

€ 0,00

€ 1.342,00

Sesto livello

€ 1.272,00

€ 0,00

€ 1.272,00

 

Settore odontotecnici

Inquadramento retributivo

Paga base conglobata

Indennità di funzione

Totale retribuzione

Primo livello

€ 1.640,00

€ 50,00

€ 1.690,00

Secondo livello

€ 1.554,00

€ 0,00

€ 1.554,00

Terzo livello

€ 1.404,00

€ 0,00

€ 1.404,00

Quarto livello

€ 1.322,00

€ 0,00

€ 1.322,00

Quinto livello

€ 1.267,00

€ 0,00

€ 1.267,00

Sesto livello

€ 1.219,00

€ 0,00

€ 1.219,00




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Siglato il Protocollo sulla sicurezza anti Covid-19 presso le sedi dell’INL


In data 7 settembre 2020 è stato sottoscritto - tra l’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO e la FP CGIL, la CISL FP, la UIL PA, la FLP, la CONFSAL UNSA, la CIDA FC, la UNADIS - il protocollo di sicurezza per il contenimento della diffusione del virus COVID-19.

Il documento in specie individua le misure che verranno gradualmente adottate, presso le sedi dell’INL, in materia organizzativa e di sicurezza sui luoghi di lavoro, per contenere la diffusione del virus, in conformità del vigente quadro normativo ed in considerazione del Protocollo di accordo per la prevenzione e la sicurezza dei dipendenti pubblici in ordine all’emergenza sanitaria da "Covid-19" sottoscritto in data 24/7/2020 tra il Ministro della Pubblica amministrazione e le OO.SS.

Le misure proposte nel documento saranno aggiornate in base alle ulteriori disposizioni normative e all’evoluzione della conoscenza tecnico-scientifica acquisita nel corso dell’emergenza epidemiologica da COVID 19, e sono strettamente legate all’ulteriore evolversi della situazione epidemiologica e dal suo continuo mutamento.




NEWS - NUOVE FUNZIONALITÀ

Online il nuovo Focus MySolution Manovra estiva 2020


Nel periodo estivo non sono mancate importanti novità in ambito Lavoro. Le principali sono contenute nel D.L. 14 agosto 2020, n. 104 (decreto “Agosto”), con cui è stato varato un pacchetto di misure aggiuntive per il rilancio dell’economia in sofferenza a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, che segna l’avvio della Manovra d’estate 2020.

Il nuovo Focus Manovra estiva 2020 ti consentirà un aggiornamento quotidiano più facile e veloce sul susseguirsi degli interventi normativi e di prassi, organizzando tutte le informazioni, le anticipazioni e gli approfondimenti pubblicati su MySolution riguardanti i nuovi ammortizzatori sociali, le misure agevolative e gli incentivi economici disposti dalla manovra d’estate.

Il nuovo Focus si aggiunge a quelli già pubblicati su Autoliquidazione INAIL, Coronavirus, DL Tutela Lavoroe Manovra 2020. I Focus sono in continuo aggiornamento e selezionati dalla Redazione MySolution in base ai temi caldi e alle novità del momento.

Come utilizzare i Focus 

I Focus sono facilmente accessibili dalle homepage del Quotidiano Fisco & Società e del Quotidiano Lavoro.

Cliccando sulla voce del Focus, sarai reindirizzato ad una pagina di consultazione chiara e intuitiva dove i contenuti sono organizzati in ordine cronologico, con evidenza dei contributi più recenti.

 

 

Dalla pagina del Focus è possibile: 

  • Eseguire una ricerca “per titolo” del documento
  • Selezionare l’ordinamento “per data” o “per titolo”
  • Scegliere la visualizzazione “standard” o “condensata”
  • Filtrare i contenuti per argomento, tipologia di documento e periodo
  • Consultare gli altri Focus disponibili

 

 

Consulta anche gli altri Focus:




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

On line il Report al 14 settembre 2020 sulla detassazione dei premi di produttività


In data 15 settembre 2020 è stato pubblicato il Report sull'andamento dei premi di produttività, ricavato dalla procedura per il deposito telematico dei contratti aziendali e territoriali declinata nel Decreto Interministeriale MLPS/MEF 25 marzo 2016, relativo alla detassazione dei premi di produttività.

Al 14 settembre 2020, le dichiarazioni di conformità compilate sono state 57.393.

Più nello specifico, 12.939 dichiarazioni di conformità si riferiscono a contratti tuttora attivi, così suddivisi;

  • 9.961 sono riferite a contratti aziendali
  • 2.978 sono riferite a contratti territoriali.

Prendendo in considerazione la distribuzione geografica, per sede legale, delle aziende che hanno depositato le 57.393 dichiarazioni ritroviamo che il 77% è concentrato al Nord, il 16% al Centro il 7% al Sud.

Analizzando i settori di attività economica, emerge che:

  • il 58% delle dichiarazioni si riferisce ai Servizi,
  • il 41% delle dichiarazioni si riferisce all'Industria,
  • mentre l'1% delle dichiarazioni si riferisce all'Agricoltura.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Domande di prepensionamento dei lavoratori poligrafici: ulteriori indicazioni operative


L'INPS - con Messaggio del 14 settembre 2020, n. 3330 - ha fornito ulteriori indicazioni operative per la gestione delle domande di prepensionamento  dei lavoratori poligrafici di imprese stampatrici di giornali quotidiani e di periodici e di imprese editrici di giornali quotidiani, di periodici e di agenzie di stampa a diffusione nazionale.

Al riguardo, le Strutture territoriali presso le quali le domande sono state presentate dovranno procedere d’ufficio alla chiusura e al ricaricamento di tali domande, se conformi alle indicazioni di cui al par. 4 della Circolare n. 93/2020 .

L'Istituto precisa, infine, che le Strutture territoriali dovranno procedere al ricaricamento sia delle domande nelle quali sia stata indicata nella sezione note la volontà di avvalersi dei benefici, ex art. 1, comma 500 , legge n. 160/2019, sia delle domande alle quali sia stata allegata documentazione dalla quale possa evincersi la medesima volontà.




NEWS - DISTACCO

In GU le novità sul distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi


Nella Gazzetta Ufficiale del 15 settembre 2020, n. 229 è stato pubblicato il D.Lgs. n. 122/2020 , recante “Attuazione della direttiva (UE) 2018/957 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 giugno 2018, recante modifica della direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi”.

Tra le novità più rilevanti, si segnala che la nuova norma considera “parte della retribuzione l’indennità riconosciute al lavoratore per il distacco che non sono versate a titolo di rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio effettivamente sostenute a causa del distacco. Dette indennità sono rimborsate dal datore di lavoro al lavoratore distaccato secondo quanto previsto dalla disciplina che regola il rapporto di lavoro nel Paese di stabilimento dell'impresa distaccante. Se tale disciplina non stabilisce se taluni elementi delle indennità riconosciute al lavoratore per il distacco sono versati a titolo di rimborso delle spese effettivamente sostenute a causa del distacco stesso o se fanno parte della retribuzione l'intera indennità è considerata versata a titolo di rimborso delle spese sostenute”.

 




NEWS - POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO

I chiarimenti ANPAL sugli interventi FSE da effettuare in risposta al Covid-19


L'ANPAL - con Circolare 31 agosto 2020, prot. n. 8013/2020 - ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle priorità di intervento del Fondo Sociale Europeo (FSE). La strategia adottata dall'Unione Europea mira a tutelare i posti di lavoro e a limitare le conseguenze della pandemia sull'occupazione, nonché a sostenere il sistema sanitario al fine di contenere la diffusione del COVID-19.

In tal senso, il provvedimento in commento spiega che, in ambito lavoristico e socio-sanitario, le misure principali riguardano il sostegno:

  • per la cassa integrazione in deroga;
  • al telelavoro e a forme flessibili di organizzazione;
  • ai lavoratori autonomi e alle PMI;
  • ai lavoratori stagionali;
  • ai costi di missione e al lavoro straordinario e oneri connessi all'impiego delle forze armate impegnate nelle attività di contenimento del contagio da COVID-19;
  • ai datori di lavoro e ai lavoratori per l'attuazione di misure in materia di salute e sicurezza sul lavoro.




NEWS - DECRETO "RILANCIO"

Decontribuzione per le filiere alimentari: firmato il decreto


La Ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, ha firmato il decreto che prevede nuove misure di decontribuzione a favore delle filiere alimentari: il provvedimento, in particolare, dispone l'esonero contributivo per i primi 6 mesi del 2020 per le filiere agroalimentari, a decorrere dal 16 settembre 2020.

A tal fine, il decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77) aveva stanziato 426 milioni di euro. Sono interessate dalla misura le filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, nonché dell'allevamento, dell'ippicoltura, della pesca e dell'acquacoltura.




NEWS - DISTACCO

Crisi aziendale e legittimità del distacco anche senza il consenso del lavoratore


La Cassazione - con l'ordinanza 11 settembre 2020, n. 18959 - ha precisato che nell'ipotesi di crisi produttiva temporanea, l’impresa può legittimamente ricorrere all’istituto del distacco, ritenendosi sussistente il requisito dell’interesse del distaccante, laddove, in tale maniera, si intenda perseguire l’intento di non disperdere o depauperare le competenze professionali dei dipendenti.

A mente dell'art. 30, D.Lgs. n. 276/2003, infatti, l'interesse al distacco può essere anche di natura non economica o patrimoniale in senso stretto, bensì di tipo solidaristico, fermo restando che non si risolva in una mera somministrazione di lavoro altrui.

Infine, la Suprema Corte ha chiarito che il mutamento delle mansioni senza il consenso dei lavoratori - così come il distacco con trasferimento ad una unità produttiva sita a più di 50 Km da quella cui il lavoratore sia adibito - in assenza di comprovate ragioni tecniche, organizzative, produttive e sostitutive, non sono fattispecie sanzionabili con la tutela costitutiva, a differenza dell'ipotesi più grave del distacco senza i requisiti dell'interesse e della temporaneità.




NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

ANPAL: al via il nuovo Repertorio nazionale degli incentivi per l'occupazione


L’ANPAL ha informato dell’avvenuta possibilità di accesso al nuovo Repertorio nazionale degli incentivi per l'occupazione.

Il servizio permette di consultare i diversi incentivi di livello nazionale e regionale, riconosciuti alle aziende per assumere specifiche categorie di persone.

È possibile effettuare ricerche secondo diverse chiavi, relative alle caratteristiche delle imprese e delle persone da assumere. Il servizio restituisce una scheda sintetica dell'incentivo selezionato, corredata dalla documentazione di riferimento.

Il Repertorio, ex art. 30, D.Lgs. n. 150/2015, è rivolto in particolare:

  • ai datori di lavoro,
  • alle persone in cerca di occupazione,
  • agli operatori dei servizi per il lavoro.




NEWS - DECRETO "RILANCIO"

Agricoltura, l'esonero contributivo non si applica alla Pa


Con il Messaggio 15 settembre 2020, n. 3341 , l'Inps ha fornito chiarimenti in merito all'esonero contributivo previsto dall’art. 222, comma 2 , del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77).

La norma, in particolare, prevede l'esonero straordinario dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro, dovuti per il periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020, ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, delle imprese appartenenti a specifiche filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura. I criteri e le modalità attuative dell’esonero sono definiti con apposito decreto ministeriale, in corso di adozione.

Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. l'esonero in commento è destinato alle filiere agricole, della pesca e dell'acquacoltura per superare le conseguenze economiche derivanti dall'emergenza epidemiologica da COVID-19;
  2. pertanto la misura non si applica nei confronti delle pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165;
  3. per le aziende che non svolgono attività prettamente agricole, l'accesso al beneficio è limitato ai soli lavoratori inquadrati nel settore agricolo;
  4. l’esonero si riferisce alla sola quota di contribuzione posta a carico dei datori di lavoro privati, dovuta per il periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020.

Restano esclusi i premi e contributi dovuti all’Inail. Il Messaggio n. 3341/2020 precisa inoltre i criteri di individuazione delle aziende beneficiarie.