Recupera password

Notizie del 16 marzo 2023



NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Pubblicata in GU la legge di conversione del decreto legge cd. carburanti


Nella Gazzetta Ufficiale del 15 marzo 2023, n. 63 è stata pubblicata la legge 10 marzo 2023, n. 23 , recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 gennaio 2023, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di trasparenza dei prezzi dei carburanti e di rafforzamento dei poteri di controllo del Garante per la sorveglianza dei prezzi, nonché di sostegno per la fruizione del trasporto pubblico”.

Tra le altre cose, viene confermato per il solo anno 2023 (analogamente a quanto previsto per l’anno 2022 dall’art. 2, decreto legge n. 21/2022), la possibilità per i datori di lavoro privati di erogare ai propri lavoratori dipendenti, in regime di detassazione, buoni benzina, o titoli analoghi, per un ammontare massimo di € 200 per lavoratore.

In sede di conversione del decreto legge in commento, è stato specificato che l’esclusione dal concorso alla formazione del reddito del lavoratore non rileva ai fini contributivi.

 




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Malattia/infortunio del professionista e sospensione dei termini per gli adempimenti tributari


L’Agenzia delle Entrate - con risposta a Interpello del 13 marzo 2023, n. 248 - ha fornito alcuni chiarimenti in tema di sospensione della decorrenza dei termini relativi a adempimenti tributari a carico del libero professionista in caso di malattia o infortunio.

Com’è noto, l’art. 1, commi da 927 a 944 , legge n. 234/2021 ha introdotto e disciplinato la sospensione della decorrenza dei termini relativi agli adempimenti tributari a carico del libero professionista nei casi di malattia grave, infortunio o intervento chirurgico, nell'ipotesi di periodi di degenza ospedaliera o di cure domiciliari superiori a tre giorni.

Al riguardo, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che - con riguardo alla decorrenza dei termini relativi ad adempimenti tributari a carico del libero professionista in caso di malattia o infortunio - non possono beneficiare della sospensione gli adempimenti con scadenza successiva ai 60 giorni decorrenti dall'evento, ancorché non sia terminato il periodo di riabilitazione presso il domicilio.

Per effetto della sospensione, gli adempimenti devono essere eseguiti entro il giorno successivo al termine predetto.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INPS: le modalità di rilascio della Certificazione Unica 2023 ed i relativi adempimenti


L'INPS - con Circolare del 15 marzo 2023, n. 29 - ha illustrato le attività svolte annualmente dall’Istituto, in qualità di sostituto d’imposta, riguardanti l’elaborazione del conguaglio fiscale di fine anno, il rilascio della Certificazione Unica e la contestuale trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate.

A partire dal 16 marzo 2023, la Certificazione Unica 2023 è disponibile all’utenza tramite i consueti canali e trasmessa, entro il medesimo termine, all’Agenzia delle Entrate anche ai fini della predisposizione della dichiarazione precompilata.

Tenuto conto che le istruzioni per la compilazione della Certificazione Unica prevedono espressamente che, qualora il contribuente rilevi errori o informazioni non corrette nella medesima Certificazione Unica, il medesimo è tenuto a rivolgersi al proprio sostituto d’imposta che procederà alla correzione dei dati, l’Istituto, a partire dal 16 marzo 2023, consente alle Strutture territoriali, laddove necessario, di procedere alla rettifica della Certificazione Unica.

La rettifica può produrre la rideterminazione anche del conguaglio fiscale in capo al contribuente.

L’avvenuta rettifica della Certificazione Unica viene resa nota all’interessato mediante comunicazione inviata dall’Istituto con il canale postale o via PEC oppure accedendo ai Servizi Fiscali presenti all’interno della propria area personale “MyINPS”, seguendo il percorso di navigazione sul sito www.inps.it: “I tuoi servizi e strumenti” > “Servizi fiscali e pagamenti ricevuti da INPS” > “Comunicazioni Fiscali”.

La nuova Certificazione Unica, rilasciata nella prevista modalità telematica, evidenzia, tra le annotazioni, che il contribuente, qualora si avvalga della dichiarazione precompilata predisposta dall’Agenzia delle Entrate, deve procedere a modificarne il contenuto sulla base dei dati forniti dall’ultima Certificazione Unica.

 




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INPS: la Convenzione per l’attività di raccolta, elaborazione e comunicazione dei dati relativi alla rappresentanza delle oo.ss


L’INPS – con Messaggio del 15 marzo 2023, n. 1042 – ha reso noto che è stata aggiornata la Convenzione stipulata con INL, CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL, UIL per l’attività di raccolta, elaborazione e comunicazione dei dati relativi alla rappresentanza delle Organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria.

Al riguardo, sono state inserite, con decorrenza marzo 2023, le nuove codifiche relative alle seguenti Organizzazioni sindacali:

  • F00194 - Smart Workers Union (SWU);
  • F00195 - Associazione Quadri e Capi Fiat–Rappresentanza (AQCF-R);
  • F00196 - Confederazione Sindacati Nazionali Italiani Lavoratori (COSNIL).

L’elenco sostituisce quello diffuso con il Messaggio n. 3716/2022 e verrà altresì pubblicato nell’allegato al documento tecnico per la compilazione dei flussi delle denunce retributive e contributive individuali mensili Uniemens.




NEWS - MANOVRA 2023

Fondazione Studi CdL: le novità in materia fiscale per l’anno 2023


In data 14 marzo 2023, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha pubblicato un approfondimento dal titolo “Legge di bilancio 2023: le ulteriori novità fiscali”.

Andando nel dettaglio, rispetto alle novità in materia di regime forfetario (art. 1, comma 54 , legge n. 197/2022), il documento ricorda i destinatari della misura e gli sconti fiscali che questa comporta, tra cui l’applicazione al reddito imponibile di un’unica imposta (15%), sostitutiva di quelle ordinariamente previste; per poi descrivere i diversi scenari possibili in caso di compensi/ricavi superiori o inferiori ad € 100.000, nonché le conseguenze della clausola antielusione.

L’approfondimento, poi, esamina nel dettaglio la “flat tax incrementale” (art. 1, commi 55 -57 ), fornendo anche utili esempi di calcolo del nuovo regime di tassazione introdotto dalla Manovra.

Analizzato anche l’art. 1, commi 148 -150 , che rafforza l’attività di presidio preventivo relativo all’attribuzione e all’operatività delle partite IVA, riconoscendo all’Agenzia delle Entrate la possibilità di effettuare specifiche analisi del rischio.

Infine, vengono precisate le modalità attraverso cui è possibile richiedere nuovamente la partita IVA in caso di provvedimento di cessazione, nonché il regime sanzionatorio applicabile.

 




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Culpa in eligendo se il committente non verifica l'idoneità tecnica del lavoratore


La Cassazione - con sentenza del 10 marzo 2023, n. 10089 - ha stabilito la responsabilità colposa del committente che non abbia verificato le competenze tecniche e professionali del lavoratore addetto.

Infatti, la Suprema Corte ha ritenuto che si configuri una culpa in eligendo (la responsabilità civile del committente per "colpa nella scelta"), tale da far rispondere il committente stesso dell'infortunio del lavoratore.

Nel caso di specie, il pensionato aveva chiesto aiuto ai committenti, dimostrando di non avere un'attrezzatura idonea: risulta irragionevolmente esclusa la consapevolezza di essersi rivolti a un lavoratore privo delle capacità professionali e delle attrezzature richieste per l'incarico.