Notizie del 14 novembre 2019



NEWS - FINE RAPPORTO

Lunga malattia del lavoratore assimilata a disabilità ed illegittimità del licenziamento perché definito discriminatorio


La Cassazione - con sentenza del 12 novembre 2019, n. 29289 - ha ritenuto discriminatorio il licenziamento del lavoratore intimato dopo un lungo periodo di malattia.

Al riguardo, la Suprema Corte ha chiarito che la malattia di lunga durata è equiparabile alla disabilità e che il recesso basato sull’handicap del dipendente è vietato dalla Direttiva Europea 78/2000.

Al contempo, il lavoratore deve dimostrare il fattore di rischio e il trattamento discriminatorio subito, mentre il datore di lavoro ha l’onere di provare che avrebbe licenziato qualunque altro dipendente privo di fattori di rischio.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Le istruzioni per la riscossione dei contributi sindacali di FAILP


L'INPS - con Circolare del 13 novembre 2019, n. 135 - ha reso note le istruzioni operative per l’applicazione della convenzione stipulata con l’Organizzazione sindacale Federazione autonoma italiana lavoratori postelegrafonici, per la riscossione dei contributi sindacali su pensioni.

L’ammontare del contributo sindacale è stabilito nelle seguenti percentuali dell’importo lordo delle singole rate di pensione, compresa la tredicesima ed esclusi i trattamenti di famiglia comunque denominati, nonché gli assegni accessori ai trattamenti delle Casse pensionistiche della Gestione Pubblica, erogati a favore dei grandi invalidi per servizio:

  • 0,50% sugli importi compresi entro la misura del trattamento minimo del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);
  • 0,40% sugli importi eccedenti quelli di cui al precedente punto 1) e non eccedenti il doppio della misura del trattamento minimo del FPLD;
  • 0,35% sugli importi eccedenti il doppio della misura del trattamento minimo del FPLD.

Il codice INPS assegnato è CG.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Istruzioni INPS per la riscossione dei contributi sindacali di CISLA


L'INPS - con Circolare del 13 novembre 2019, n. 137 - ha reso note le istruzioni operative per la gestione delle deleghe, riscossione e trasferimento alla Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Autonomi dei contributi associativi degli imprenditori agricoli e dei coltivatori diretti.

Per la suddetta Convenzione, in relazione alle attività sotto indicate, a decorrere dal 1° gennaio 2018 sono previsti i seguenti importi:

  • gestione nuove deleghe sindacali ed emissione code line (Una tantum annuale) - € 2,67;
  • gestione revoca deleghe sindacali - € 2,47;
  • gestione singolo modello F24 - € 0,21.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Riscossione dei contributi associativi di P.C.C.F. per conto di CISLA: istruzioni INPS


L'INPS - con Circolare del 13 novembre 2019, n. 136 - ha reso note le istruzioni operative per la gestione delle deleghe, riscossione e trasferimento dei contributi associativi delle aziende assuntrici di manodopera e dei Piccoli coloni e Compartecipanti familiari, per conto della Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Autonomi (CISLA).

I costi individuati dall’Istituto per il servizio di riscossione dei contributi associativi delle aziende assuntrici di manodopera e dei piccoli coloni e compartecipanti familiari sono stati fissati con determinazione presidenziale n. 46/2018.

Per la suddetta Convenzione, in relazione alle attività sotto indicate, a decorrere dal 1° gennaio 2018 sono previsti i seguenti importi:

  • gestione nuove deleghe sindacali ed emissione code line (Una tantum annuale) - € 2,67;
  • gestione revoca deleghe sindacali - € 2,47;
  • gestione singolo modello F24 - € 0,21.




NEWS - INPS, PRESTAZIONI

La nuova disciplina del Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico


L'INPS - con Circolare del 13 novembre 2019, n. 134 - ha illustrato le modifiche apportate dal Decreto Interministeriale n. 102661/2019 alla disciplina del Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasposto pubblico.

Il Fondo in commento provvede:

  1. all’erogazione di assegni ordinari a favore dei lavoratori interessati da riduzioni dell’orario di lavoro o da sospensione temporanea dell'attività lavorativa, anche in concorso con gli appositi strumenti di sostegno previsti dalla legislazione vigente, per le causali ex artt. 11 e 21, D.Lgs. n. 148/2015;
  2. al finanziamento di specifiche prestazioni a favore di lavoratori, inseriti in piani di riconversione o di riqualificazione professionale, per l’effettuazione di programmi formativi, anche in concorso con gli appositi fondi regionali o europei, previa stipula di apposite convenzioni con i Fondi interprofessionali per la formazione continua;
  3. all’erogazione di prestazioni integrative della NASpI;
  4. all’erogazione di assegni straordinari per il sostegno al reddito a favore di lavoratori che raggiungano i requisiti previsti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato nei successivi 60 mesi, a seguito di accordi sindacali aziendali che tali assegni prevedano nell’ambito di programmi di incentivo all’esodo.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Avviso del termine ultimo per il rinnovo dell’ISEE 2019 ai fini dell’erogazione delle mensilità dell'assegno di natalità del 2019


L'INPS - con Messaggio del 13 novembre 2019, n. 4144 - ha comunicato il termine ultimo per il rinnovo dell’ISEE 2019 ai fini dell’erogazione delle mensilità riferite all’anno 2019.

La mancata presentazione della DSU entro il 31 dicembre 2019 e il conseguente mancato possesso di un ISEE in corso di validità hanno, infatti, come conseguenza la perdita delle mensilità di competenza del 2019 e la decadenza della domanda di assegno inizialmente presentata.

All’eventuale verificarsi della decadenza, l’utente che abbia a suo tempo presentato domanda ai sensi della legge n. 190/2014, se ancora in possesso dei requisiti di legge, può presentare una nuova domanda di assegno nel 2020 per il periodo residuo, senza possibilità di recuperare le mensilità dell’anno 2019 e con decorrenza del beneficio dalla data di presentazione della nuova domanda.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Fondo clero: aggiornato il contributo dovuto a carico degli iscritti per l’anno 2018


L'INPS - con Circolare del 13 novembre 2019, n. 138 - ha comunicato l’aggiornamento del contributo dovuto a carico degli iscritti al Fondo clero per l’anno 2018, fornisce le istruzioni relative alle modalità di pagamento.

Al riguardo, si segnala che:

  • contributo annuo ante aggiornamento - € 1.722,08;
  • contributo annuo aggiornato - € 1.741,08;
  • differenza dovuta per ciascun anno - € 19,00.

L’importo dovuto a titolo di conguaglio è pari ad € 3,17 per un bimestre ed a € 1,58 per un mese.

Il termine di versamento senza aggravio di interessi è fissato al 31 marzo 2020 e attiene alle sole integrazioni dovute per gli anni 2018 e 2019.




NEWS - PREVIDENZA

In GU i comunicati MLPS sulla previdenza di psicologi e dottori commercialisti


Nella Gazzetta Ufficiale del 13 novembre 2019, n. 266 sono stati pubblicati alcuni comunicati MLPS. Nel dettaglio:

  • approvazione della delibera n. 3/19 adottata dal consiglio di indirizzo generale dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza per gli psicologi (ENPAP) in data 27 aprile 2019 - adeguamento, con decorrenza 1° gennaio 2019, dei coefficienti di trasformazione per le età di pensionamento da cinquantasette a novant'anni, di cui alla tabella A allegata al regolamento per l'attuazione delle attività di previdenza;
  • approvazione della delibera n. 45/19 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza per gli psicologi (ENPAP) in data 21 giugno 2019 - tasso di capitalizzazione dei montanti contributivi 2017, ai sensi dell'art. 14, comma 4, del Regolamento per l'attuazione delle attività di previdenza;
  • approvazione della delibera n. 49/2019 adottata dal consiglio di amministrazione dell'Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei medici e degli odontoiatri (ENPAM) in data 24 maggio 2019 - modifiche al Regolamento del fondo di previdenza generale;
  • approvazione della delibera n. 130/19/Dist adottata dal consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza dei dottori commercialisti in data 23 luglio 2019 - nuovi termini di comunicazione dei dati reddituali e di versamento delle eccedenze contributive.




NEWS - FINE RAPPORTO

Illegittimità del licenziamento del lavoratore in somministrazione e quantificazione del risarcimento


La Cassazione - con sentenza dell'11 novembre 2019, n. 29105 - ha precisato che in caso di illegittimità del licenziamento, il lavoratore in somministrazione ha diritto ad un risarcimento commisurato alla retribuzione percepita presso l’utilizzatore.

Al riguardo, la Suprema Corte ha chiarito che non è applicabile l’indennità di disponibilità, in quanto il risarcimento deve ripristinare lo status quo precedente allo svolgimento dell’attività lavorativa.




NEWS - FINE RAPPORTO

I chiarimenti della Fondazione Studi CdL sull'illegittimità del licenziamento e la responsabilità negli appalti


La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro - con approfondimento del 12 novembre 2019 - ha pubblicato le risposte ai quesiti Live fornite dagli esperti in materia di legittimità del licenziamento economico e di nuove modalità di versamento delle ritenute fiscali negli appalti, ex D.L. n. 124/2019 .

Per quanto riguarda i licenziamenti, in particolare, vengono esaminate le ipotesi di prosecuzione dell’attività produttiva, esternalizzazione, riduzione delle commesse, sostituzione del lavoratore con un’assunzione agevolata, nonché le conseguenze e i costi di un'eventuale impugnativa.




NEWS - DIMISSIONI

Dimissioni volontarie durante il contratto a tempo indeterminato e fruizione dell'indennità di risarcimento del danno


La Cassazione - con sentenza dell'8 novembre 2019, n. 28931 - ha ribadito che il lavoratore che si sia dimesso antecedentemente alla scadenza naturale del termine non ha diritto all’indennità di risarcimento del danno prevista per i casi nei quali il giudice abbia ordinato la trasformazione di un contratto a tempo determinato in tempo indeterminato.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha precisato che l’indennità onnicomprensiva ex art. 28, comma 2, D.Lgs. n. 81/2015, spetta unicamente per il periodo compreso tra la scadenza del termine e la pronuncia con la quale il giudice ordini la ricostituzione del rapporto lavorativo.




NEWS - ORDINE PUBBLICO

Dal Consiglio di Stato indicazioni sul rapporto tra diritto di sciopero e foglio di via obbligatorio


Con la sentenza 6 novembre 2019, n. 7575 , la terza sezione del Consiglio di Stato ha fornito chiarimenti sul rapporto tra foglio di via obbligatorio e diritto di sciopero.

In particolare, i giudici amministrativi hanno sottolineato che ai fini della adottabilità del foglio di via obbligatorio sono richiesti elementi di fatto, attuali e concreti, in base ai quali può essere formulato un giudizio prognostico sulla probabilità che il soggetto commetta reati che offendono o mettono in pericolo la tranquillità e sicurezza pubblica.

Diversamente, infatti, si finirebbe per fondare la misura sulla responsabilità collettiva per fatti addebitabili ad anonimi esponenti di un gruppo o di un movimento sindacale. In particolare, assumono rilievo centrale, sul piano istruttorio e motivazionale, il profilo soggettivo, relativo alla “dedizione” del soggetto alla commissione di reati, e quello oggettivo, inerente all'attitudine offensiva dei medesimi reati nei confronti dei beni nominativamente individuati dal Legislatore, e cioè quelli della sicurezza e della tranquillità pubblica.




NEWS - ENTI LOCALI

Concorsi banditi nel 2019, Anci: “Superare divieto scorrimento graduatorie”


Tra le priorità dell'Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) vi è il superamento delle problematiche generate dall'art. 1, comma 361, della legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145): lo ha dichiarato il vicepresidente Anci e sindaco di Chieti Umberto di Primio, secondo il quale questa situazione penalizza i Comuni, “attualmente costretti a fare nuovi concorsi per ogni esigenza di assunzione non programmabile, con oneri economici e procedimentali”.

La Manovra 2019 aveva infatti introdotto un blocco all’utilizzo delle graduatorie dei nuovi concorsi. Il rappresentante degli enti locali ha inoltre sottolineato l'esigenza di “superare una volta per tutte il blocco delle graduatorie consentendo ai Comuni di utilizzarle pienamente anche mediante scorrimento, entro i limiti temporali di validità delle stesse”.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Compensazione illecita del cd. "bonus Renzi" mai versato ai lavoratori e confisca diretta dei beni azienda


La Cassazione - con sentenza dell’11 novembre, n. 45709 - ha chiarito che la compensazione illecita del c.d. “Bonus Renzi”, utilizzato quale credito fiscale senza essere mai versato ai lavoratori, è punita con la confisca diretta sui beni della società cooperativa.