ricerca avanzata

Notizie del 12 giugno 2019



NEWS - STATISTICHE

Stabile la spesa media mensile delle famiglie italiane


Nel 2018, la spesa media mensile delle famiglie residenti in Italia è rimasta praticamente invariata rispetto all'anno precedente (2.571 euro): si tratta quindi di un dato ancora distante dai livelli del 2011 (2.640 euro mensili), come rilevato ieri dall'Istat.

Considerando l'inflazione (l'indice dei prezzi al consumo ha registrato un incremento dell'1,2 per cento), in termini reali la spesa diminuisce dello 0,9 per cento, segnando una contrazione per la prima volta dopo la moderata dinamica positiva registrata dal 2014 al 2017. I livelli di spesa più elevati, e superiori alla media nazionale, si sono registrati nel Nord Ovest (2.866 euro), nel Nord Est (2.783) e nel Centro (2.723 euro); più bassi, e inferiori alla media nazionale, nel Sud (2.087 euro) e nelle Isole (2.068 euro).

Per quanto riguarda le voci che compongono la spesa, al primo posto si conferma l'abitazione (35,1 per cento dell'importo complessivo), seguita dalle spese alimentari (18 per cento) e dai costi sostenuti per i trasporti (11,4 per cento).




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l'Accordo Metalmeccanica PMI (Confapi)


In data 5 giugno 2019 è stato siglato - tra UNIONMECCANICA CONFAPI, FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL - l’accordo in attuazione di quanto previsto dal rinnovo del CCNL 3 luglio 2017 in materia di adeguamento:

  • dei minimi contrattuali,
  • dell'indennità  di trasferta,
  • dell'indennità di reperibilità

per i lavoratori dipendenti delle piccole e medie imprese associate ad Unionmeccanica.

Gli incrementi dei minimi tabellari decorreranno dal 1° giugno 2019.

Con riferimento all'indennità di reperibilità, il compenso per lo svolgimento dei turni viene stabilito a decorrere dal 1° giugno 2019 con compenso giornaliero o settimanale commisurato in base ai diversi livelli di inquadramento.




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l'Accordo Metalmeccanica aziende cooperative


In data 4 giugno 2019 è stato siglato - tra Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Lavoro e servizi, Agci Produzione e Lavoro e Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil - il verbale di incontro con cui vengono fissati i nuovi importi, a decorrere dal 1° giugno 2019:

  • dei minimi tabellari,
  • dell'indennità di trasferta,
  • dell'indennità di reperibilità.

I nuovi minimi retributivi sono i seguenti:

Categorie

Livelli retributivi mensili

in vigore dal 1/6/2018

Livelli retributivi mensili

in vigore dal 31/5/2020

1a

1.310,80

1.321,29

2a

1.446,92

1.458,50

3a

1.604.53

1.617,37

3a Super

1.639,20

1.652,31

4a

1.673,87

1.687,26

5a

1.792,65

1.806,99

6a

1.921,46

1.936,83

7a

2.061,41

2.077,90

8a

2.241,38

2.259,31

9a

2.470,27

2.490,03




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l'Accordo Scuole private materne (Fism) sul lavoro stagionale


In data 30 maggio 2019 è stato siglato - tra FISM con FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS CONFSAL  - l'accordo inerente il cd. lavoro stagionale.

Con tale Accordo - a valere dal 30 maggio 2019 e fino al 31 agosto 2019 - viene stabilito che le attività dei centri estivi a carattere socio educativo svolte a luglio ed agosto dagli enti gestori che applicano il CCNL hanno le caratteristiche della stagionalità.

Pertanto, i lavoratori in forza presso l’istituto che manifestano la volontà di prestare servizio nei centri estivi, hanno diritto di precedenza nell’assegnazione dell’attività estiva e le competenze si intendono aggiuntive a quelle ordinarie.

Il periodo di prova non può superare i 6 giorni lavorativi e si applica il diritto di precedenza, ex D.Lgs. n. 81/2015.




NEWS - APPUNTAMENTO CON L'ESPERTO

Nuova disciplina delle mansioni e dello jus variandi. On line il video dell'Appuntamento con l'Esperto


Tra le molteplici innovazioni introdotte dal D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 (cosiddetto Codice dei Contratti), nell’ambito del Jobs Act, rientra a pieno titolo – e ne rappresenta anzi una parte significativa – la nuova disciplina delle mansioni del dipendente e della possibilità del datore di lavoro, nelle diverse ipotesi, di procedere alla loro modifica mediante l’istituto dello jus variandi

Nel corso dell’Appuntamento il dott. Alberto Bosco illustrerà i profili generali dell’istituto e dei suoi aspetti peculiari, con particolare riferimento a quanto segue:

  1. disciplina generale ai sensi dell’art. 2103 del codice civile;
  2. attribuzione di mansioni di un solo livello inferiore;
  3. modifica della categoria, del livello, delle mansioni, e della connessa retribuzione;
  4. casi particolari: whistleblower e vittime di molestie;
  5. modalità e forma per il demansionamento.

Puoi inviare le tue domande all'indirizzo e-mail diretta@cesimultimedia.com o attraverso un messaggio WhatsApp al numero 3496648859.

Ai quesiti di interesse generale verrà data risposta nella Circolare Monografica TuttoQuesiti che verrà pubblicata nei prossimi giorni.

Per guardare il video clicca sull'icona "play" in basso a sinistra o se preferisci visualizzarlo a tutto schermo CLICCA QUI

Per scaricare le slides CLICCA QUI

 




NEWS - ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE

La rivalutazione dei livelli di reddito per la corresponsione degli ANF


Il Ministero dell'Economia e delle Finanze - con Circolare dell'11 giugno 2019, n. 19 - ha reso nota la rivalutazione dei livelli di reddito per il periodo dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020, in merito alla corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare.

A mente di quanto previsto dall'ISTAT, la rivalutazione in oggetto è pari all’1,1%.

L'INPS - con Circolare n. 66/2019 - ha diramato le tabelle aggiornate con i nuovi limiti di reddito familiare da considerare, sulla base del reddito conseguito nel 2018.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Le nuove modalità di presentazione delle domande di rilascio del certificato di legislazione applicabile


L'INPS - con Circolare dell'11 giugno 2019, n. 86 - ha comunicato, al fine di agevolare i datori di lavoro nella presentazione delle richieste di rilascio del documento portatile A1, d’aver realizzato una nuova procedura finalizzata ad informatizzare l’iter procedurale previsto per l’emissione di tale certificazione.

A decorrere dal 1° settembre 2019 le domande di rilascio del documento portatile A1, per le quali è prevista la presentazione da parte dei datori di lavoro o degli intermediari previdenziali, devono essere presentate all’INPS esclusivamente in via telematica.

L’invio telematico deve avvenire tramite il seguente percorso:

  • dal sito internet www.inps.it selezionare “Tutti i servizi”, digitare nel campo Testo libero “Servizi per le aziende e consulenti” e accedere al “Portale delle Agevolazioni (ex-DiResCo)” > “Distacchi” (Procedura per la richiesta della certificazione A1 in applicazione della normativa UE).

Fino al 31 agosto 2019 è previsto un periodo transitorio durante il quale sarà possibile inviare le domande sia con le consuete modalità sia utilizzando il canale telematico.




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Nuove modalità di accesso alla procedura "lavoro in somministrazione"


L'INAIL - con comunicato del 10 giugno 2019 - ha reso noto che da tale data l'accesso alla procedura "Lavoro in somministrazione" deve essere effettuato sul portale www.inail.it dalla sezione "Accedi ai servizi online".

L'abilitazione all’accesso degli Agenti, Funzionari e Commerciali deve essere effettuata dal legale rappresentante attraverso l'applicativo "Gestione utente/Gestione utenti e profili" disponibile all'interno dei servizi online del portale www.inail.it.

Sia il Legale rappresentante che i soggetti da abilitare devono preventivamente dotarsi di credenziali dispositive.




NEWS - APPALTO

Il procedimento fallimentare nei confronti dell'appaltatore non blocca l'azione dei dipendenti verso il committente


Come affermato dalla Cassazione nella pronuncia n. 3559/2001 (e in senso conforme, le successive nn. 16577/2004, 10626/2006, 22304/2007 e 515/2016), in materia di appalto, l'apertura del procedimento fallimentare nei confronti dell'appaltatore non comporta l'improcedibilità dell'azione precedentemente esperita dai dipendenti nei confronti del committente, ai sensi dell'art. 1676 del codice civile, per il recupero dei loro crediti verso l'appaltatore-datore di lavoro, atteso che la previsione normativa di una tale azione risponde proprio all'esigenza di sottrarre il soddisfacimento dei crediti retributivi al rischio dell'insolvenza del debitore e che, d'altra parte, si tratta di un'azione “diretta”, incidente, in quanto tale, direttamente sul patrimonio di un terzo (il committente) e solo indirettamente su un credito del debitore fallito.

Pertanto va escluso che il conseguimento di una somma, che non fa parte del patrimonio del fallito, possa comportare un nocumento delle ragioni degli altri dipendenti dell'appaltatore, che fanno affidamento sulle somme dovute (ma non ancora corrisposte) dal committente per l'esecuzione dell'opera appaltata; né tale situazione suscita sospetti di incostituzionalità, con riferimento all'art. 3 Cost. (letto in corrispondenza del principio della “par condicio creditorum”), non essendo irrazionale una norma che accorda uno specifico beneficio a determinati lavoratori, anche rispetto ad altri, in relazione all'attività lavorativa dai medesimi espletata e dalla quale un altro soggetto (il committente) ha ricavato un particolare vantaggio (in tal senso, Cass., sezione lavoro, 10 giugno 2019, n. 15558).




NEWS - DISTACCO

Distacco transnazionale non genuino e sanzione amministrativa: i chiarimenti dell'INL


L’Ispettorato Nazionale del Lavoro - con Nota del 10 giugno 2019, prot. n. 5398 (non ancora pubblicata sul sito istituzionale) - ha chiarito alcuni aspetti peculiari riguardanti il distacco non genuino di lavoratori all’estero da parte di un’impresa stabilita in altro Stato della UE in favore di una propria unità produttiva ubicata in Italia.

Al riguardo, l'INL ha precisato che se distaccante e distaccatario coincidono dal punto di vista giuridico, poiché è la medesima azienda che invia i lavoratori presso una propria unità locale, si applica una sanzione unica.

Tale sanzione sarà irrogata all’unico soggetto dotato di personalità giuridica ovvero il distaccante.