Notizie del 12 marzo 2020



NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS

Sottoscritto in Lombardia l'accordo sulle politiche di contenimento del Coronavirus


In data 11 marzo 2020 è stato sottoscritto - dalla Regione Lombardia e dalle parti sociali - l'accordo per l’elaborazione di politiche che possano contenere l’espansione del contagio da Coronavirus.

Nel dettaglio, le associazioni territoriali di Confindustria Lombardia hanno istituito  task force dedicate, e sono disponibili a mettere in campo un codice di autoregolamentazione in linea con le prescrizioni sanitarie più ferree e auto imporsi una sospensione in caso di impossibilità a soddisfare i requisiti di sicurezza richiesti dall’emergenza.

Il Codice di autoregolamentazione regionale prevede:

  • sul luogo di lavoro e in tutte le attività connesse, andranno applicati criteri stringenti di sicurezza sanitaria (già oggi adottati) ma che potrebbero essere ulteriormente implementati;
  • limitazione massima degli spostamenti all’interno dei siti e accesso contingentato agli spazi comuni;
  • Smart working per tutte quelle attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
  • incentivo per i propri dipendenti a godere di ferie e congedi retribuiti;
  • chiusura dei reparti aziendali non indispensabili per la produzione.




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l'accordo Edilizia Artigianato della provincia di Bolzano


In data 25 febbraio 2020 è stato siglato - tra Lvh apa - Confartigianato imprese, la CNA/SHV Unione Provinciale Artigiani e PMI e la ASGB Bau, la FENEAL UIL-SGK, la FILCA SGBCISL, la FILLEA/GBH CGIL/AGB - l’accordo per l'attuazione dell'elemento variabile della retribuzione nel settore dell'artigianato edile e P.M.I. della provincia autonoma di Bolzano. 

Al riguardo, le Parti hanno convenuto che la misura dell'EVR individuata a livello provinciale è pari al 4,00% dei minimi di paga base in vigore da aprile 2017 (CCNL Edilizia artigianato). 

Livello

Paga base all’1/4/2017

EVR

EVR dall’1/1/2020 Importo orario

1.735,48 €

4,00%

0,41 €

1.518,56 €

4,00%

0,36 €

1.265,27 €

4,00%

0,30 €

1.172,05 €

4,00%

0,28 €

1.096,12 €

4,00%

0,26 €

968,93 €

4,00%

0,23 €

846,45 €

4,00%

0,20 €




NEWS - COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE TELEMATICHE

Pubblicata la Nota trimestrale delle Comunicazioni Obbligatorie relativa al IV trimestre 2019


In data 11 marzo 2020, sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stata pubblicata la Nota trimestrale relativa al IV trimestre 2019, tratta dal Sistema Informativo Statistico delle Comunicazioni Obbligatorie del MLPS.

Nel quarto trimestre del 2019, le attivazioni dei contratti di lavoro, calcolate al netto delle Trasformazioni a Tempo Indeterminato, sono risultate pari a 2.721.000, in crescita dello 0,9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (pari a +25.000 contratti), ed hanno riguardato 1.962.000 lavoratori, in lieve calo tendenziale, pari a circa 1.400 individui (-0,1%).

Considerando anche le Trasformazioni a Tempo Indeterminato, pari a circa 210.000, il numero complessivo di attivazioni di contratti di lavoro raggiunge 2.930.000, in calo dello 0,7% (pari a 19.000 attivazioni in meno), rispetto al corrispondente periodo del 2018.

Il calo delle attivazioni ha coinvolto in primo luogo il Nord del Paese (-2,9%) e in misura minore il Centro (-0,8%), mentre nel Mezzogiorno si assiste a una crescita tendenziale pari al 2,6%. Si osserva, inoltre, che nel Centro e nel Nord del Paese le attivazioni (comprensive delle Trasformazioni) diminuiscono in misura superiore per la componente maschile.

Di contro, nel Mezzogiorno si registra un aumento più sostenuto per gli uomini (+3,9% rispetto a +1,0% per le donne), determinando variazioni tendenziali a livello nazionale sostanzialmente simili per la componente maschile (-0,6%) e per quella femminile (-0,7%).




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Novità sul rilascio della procedura di acquisizione delle domande di assegno di natalità


L'INPS - con Messaggio dell'11 marzo 2020, n. 1099 - ha comunicato che è stata rilasciata la procedura di acquisizione delle domande di assegno di natalità per le nascite, le adozioni o gli affidamenti preadottivi dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

La durata massima di erogazione del beneficio è stabilita in 12 mensilità.

La domanda di assegno deve essere inoltrata dai soggetti aventi diritto esclusivamente in via telematica e, di norma, una sola volta per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo.

Nell’ipotesi di nascite gemellari o adozioni plurime (ossia avvenute contestualmente), sarà necessario presentare un’autonoma domanda per ogni figlio nato o adottato.

La procedura di presentazione telematica della domanda è raggiungibile dal sito www.inps.it, digitando nel motore di ricerca “Assegno di natalità”, selezionando tra i risultati la Scheda Prestazione “Assegno di natalità (Bonus Bebè)” e cliccando poi all’interno della scheda sul pulsante “Accedi al servizio”.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Inps: le modalità di rilascio della Certificazione Unica 2020


Al fine di evitare il più possibile la concentrazione di persone agli sportelli delle proprie sedi, l'Inps ha messo a disposizione degli utenti alcune modalità alternativa per acquisire la Certificazione Unica 2020.

In particolare, sono disponibili:

  1. il servizio online dedicato, accedendo con le proprie credenziali (CIE, SPID, PIN o CNS);
  2. l’app INPS Mobile da smartphone o tablet, disponibile per dispositivi Android e Apple iOS, accedendo con il proprio PIN o SPID;
  3. il numero verde 800 434 320, sia da rete fissa che mobile, servizio con risponditore automatico, per richiedere la Certificazione Unica che sarà inviata al domicilio di residenza;
  4. il Contact center INPS al numero verde 803 164 da rete fissa o 06 164 164 da rete mobile (con costi varabili in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico del chiamante).

La Certificazione Unica non è comunque necessaria:

  • per la presentazione del 730 precompilato, in quanto i dati della CU INPS sono già precaricati nel sistema dell’Agenzia delle Entrate;
  • per la presentazione del 730 tramite un CAF o un professionista abilitato, poiché, tramite apposita delega da parte dell’interessato, possono prelevare la CU direttamente dal sito dell’Inps.




NEWS - GOVERNO

In CdM l'integrazione alla relazione al Parlamento 2020


In data 11 marzo 2020, il Consiglio dei Ministri n. 36 ha approvato un’integrazione alla relazione al Parlamento per il 2020, approvata ai sensi dell’art. 6 della legge 24 dicembre 2012, n. 243, ai fini dell’autorizzazione da parte del Parlamento di un ulteriore ricorso all’indebitamento.

Complessivamente, sentita la Commissione europea, la richiesta di autorizzazione all’ulteriore ricorso all’indebitamento, aggiuntiva rispetto a quanto già indicato nella Relazione al Parlamento 2020, è incrementata di 13,75 miliardi di euro (pari a circa 0,8%), da utilizzare nel corso del 2020. Considerata anche la precedente richiesta di autorizzazione, l’obiettivo programmatico di indebitamento netto potrà pertanto aumentare fino a 20 miliardi di euro, corrispondenti a circa 1,1 punti percentuali di prodotto interno lordo (PIL).




NEWS - RAPPORTO DI LAVORO

Gestione del rapporto di lavoro al tempo del Coronavirus: i suggerimenti della Fondazione Studi CdL


La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro - con Circolare del 10 marzo 2020, n. 6 - ha fornito una serie di chiarimenti sugli ultimi interventi normativi, cercando di suggerire la migliore gestione degli strumenti tesi a flessibilizzare il rapporto di lavoro (fruizione delle ferie e congedi, utilizzo del lavoro agile). 

Il documento in specie, inoltre, illustra procedure e formulari che consentano agli operatori del mercato del lavoro di affrontare l'emergenza sanitaria in corso.




NEWS - EMERGENZA

Coronavirus: le indicazioni del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l'Artigianato


In data 2 marzo 2020, il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l'Artigianato (FSBA) ha adottato una delibera d'urgenza (di recepimento dell'accordo interconfederale del 26 febbraio 2020 ), avente effetti per l'intero territorio nazionale.

Al riguardo, si prevede:

  • la predisposizione di un apposito modello tipo di Accordo Sindacale, con specifiche disposizioni per consentire la sottoscrizione degli accordi anche in modalità telematica;
  • la sospensione del requisito del limite di 90 giorni di anzianità aziendale per i lavoratori, a condizione che siano stati assunti prima del 26 febbraio 2020;
  • la sospensione del limite di 6 mesi di regolarità contributiva per le aziende neo-costituite, se già attive alla data del relativo provvedimento.




NEWS - EMERGENZA

Coronavirus: gli strumenti messi in campo dalla Bilateralità degli studi professionali


Confprofessioni - con comunicato del 10 marzo 2020 - ha informato d'aver mobilitato tutti gli enti bilaterali del CCNL degli Studi professionali (Ebipro, Cadiprof e Fondoprofessioni) per dare un aiuto concreto ai liberi professionisti che stanno affrontando gravissime difficoltà sul piano economico e occupazionale causate dalla diffusione del virus Covid 19.

Le risorse messe a disposizione da Ebipro ammontano a oltre quattro milioni di euro, che verranno distribuiti su tre linee di intervento specifiche:

  • sostegno al reddito - previsto un contributo a sostegno della retribuzione oraria lorda persa in seguito a riduzione/sospensione dell’orario di lavoro. Allo studio interventi per integrare gli ammortizzatori sociali in deroga;
  • smart working - Ebipro per agevolare il lavoro a distanza  interviene con un rimborso a favore del datore di lavoro per le spese sostenute nell’acquisto degli strumenti necessari (personal computer, monitor, stampanti...). L'importo viene riconosciuto per ciascun lavoratore interessato;
  • garanzie Fidiprof su prestiti e finanziamenti - Ebipro, attraverso Gestione Professionisti, ha stanziato un contributo a Fidiprof che potrà consentire l'accesso a finanziamenti per investimenti e liquidità per 7,5 milioni di euro a favore dei liberi professionisti che avranno così l'opportunità di accedere alle garanzie dello Stato, rilasciate dal Mediocredito Centrale, per far fronte alle esigenze di credito per tutta la durata dell'emergenza, ma anche per stimolare la ripresa delle attività degli studi post emergenza.




NEWS - EMERGENZA

Coronavirus: Conte dispone la chiusura per due settimane di bar, pub e ristoranti. Garantiti i trasporti


Nella serata dell'11 marzo 2020, il premier Giuseppe Conte ha annunciato un nuovo provvedimento (D.P.C.M. 11 marzo 2020  pubblicato nella G.U. di ieri sera) che prevede la chiusura in Italia, a partire da oggi, di tutti i negozi, tranne quelli per i beni di prima necessità, come farmacie e alimentari.

Resta consentita la consegna a domicilio.

Sono, pertanto, sospese le attività di bar, pub, ristoranti (per tutto il giorno e non solo dopo le 18), mentre saranno aperte edicole e tabacchi. Chiusura anche dei centri estetici, parrucchieri e servizi di mensa.

Le industrie resteranno aperte ma con "misure di sicurezza", cioè purché garantiscano iniziative per evitare il contagio.

Chiusi invece i reparti aziendali non indispensabili per la produzione.

Vengono incentivati la regolazione di turni di lavoro, lo smart working e le ferie anticipate.

Saranno garantiti - spiega Conte - i trasporti, le attività agricole, i servizi bancari, assicurativi e postali.

"Per avere un riscontro effettivo" di queste misure "dovremo attendere un paio di settimane" ha spiegato il premier elencando le nuove disposizioni.

Queste stringenti misure andranno contemperate con le misure per lavoratori ed imprese previste nell'emanando decreto legge.




NEWS - AGEVOLAZIONI

Adozioni internazionali, entro il 9 maggio le domande di rimborso per gli anni 2012-2017


Con il D.M. 28 gennaio 2020 è stata disposta la riapertura del termine di presentazione delle istanze di rimborso delle spese sostenute per l'adozione internazionale ai genitori adottivi conclusa negli anni dal 2012 al 2017.

Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. le istanze dovranno essere presentate - a pena di irricevibilità – entro il 9 maggio 2020, cioè entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto citato;
  2. ai fini della presentazione della domanda occorre accedere al seguente portale: http://www.commissioneadozioni.it/per-una-famiglia-adottiva/adozione-trasparente/;
  3. il rimborso è previsto dall'art. 2, comma 1, del D.P.C.M. 3 maggio 2018;
  4. restano valide le domande di partecipazione già inviate dagli aventi diritto entro il 16 luglio 2018 ai sensi del D.P.C.M. 3 maggio 2018;
  5. le istanze pervenute sulla base della proroga disposta ora saranno esaminate e liquidate al termine della liquidazione delle richieste di rimborso presentate entro il 16 luglio 2018.