Notizie del 11 maggio 2020



NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Spese di trasferta ed imponibilità fiscale: le differenze tra rimborso analitico e forfetario


La Cassazione - con ordinanza del 6 maggio 2020, n. 8489 - ha ribadito che l'indennità di trasferta corrisposta al dipendente in busta paga, in riferimento alle spese sostenute durante la trasferta, ha sempre natura meramente restitutoria e non retributiva, se, vi è un rimborso analitico delle spese sostenute.

Nello specifico, la Suprema Corte ha chiarito che nel caso di rimborso analitico il dipendente non subisce alcuna conseguenza in tema di tassazione, in quanto l'importo gli viene riconosciuto sulla base della documentazione dallo stesso fornita e non può mai superare la spesa effettivamente sostenuta.

Pertanto, ancorché l'indennità sia riconosciuta assieme allo stipendio ed alle altre voci retributive, la stessa assume natura restitutoria e non retributiva.

Qualora, invece, il rimborso delle spese avvenga secondo il metodo forfettario, a mente dell'art. 51 del TUIR è previsto un limite oltre il quale l'importo forfettario riconosciuto al lavoratore diventa computabile nel reddito da lavoro dipendente.




NEWS - ASSENZA DAL LAVORO

Sospensione attività aziendale ed assenza dal lavoro per malattia: i chiarimenti della regione Lombardia


La Regione Lombardia - con Nota del 15 aprile 2020, prot. n. 17030 - ha illustrato il percorso di riammissione al lavoro per i soggetti che operano in aziende rientranti nell’elenco di quelle che proseguono l’attività.

Com'è noto, l’assenza dal lavoro per disposizione di isolamento domiciliare obbligatorio o fiduciario prevede che i medici di medicina generale all’atto della compilazione dei certificati di malattia dei soggetti interessati, debbano esplicitare in diagnosi che se si tratta di quarantena, isolamento fiduciario, sindrome simil-influenzale con sospetto di corona virus, o in alternativa appongono il codice V29.0.

Conclusa la sorveglianza con sintomatologia assente continuativamente da almeno 14 giorni, il medico di medicina generale richiede all’ASL l’esecuzione di un tampone nasofaringeo per la ricerca di Covid-19; con risultato negativo si conclude l’isolamento fiduciario con ripresa dell’attività lavorativa. L’isolamento domiciliare, disposto dal medico di medicina generale prosegue fino a tale comunicazione. Se il risultato è positivo il soggetto viene messo in isolamento domiciliare obbligatorio.

Con la ripresa dell’attività lavorativa di una azienda sottoposta a fermo per disposizione nazionale o regionale di contenimento dell’epidemia di Covid-19, salvo che sia disposto diversamente, non può essere richiesta certificazione/autocertificazione di assenza di malattia da parte del datore di lavoro.




NEWS - ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

Le novità del Fondo Metasalute sul Flexible Benefit 2020


Il Fondo Metasalute (fondo sanitario dei lavoratori metalmeccanici) - con comunicato del 7 maggio 2020 - ha informato che nel periodo 14/28 maggio 2020, i lavoratori iscritti al Piano Base potranno scegliere di destinare al Fondo di categoria l’importo previsto dal Flexible Benefit relativo all’anno 2020 pari a 200,00 euro attivando il piano sanitario integrativo D.

Nello specifico, il lavoratore iscritto al Piano Base o che ha aderito al Piano Flexible Benefit 2019, interessato a destinare le quote di welfare a Metasalute, dovrà comunicarlo all’azienda la quale, entro e non oltre il 28 maggio, potrà attivare il piano D attraverso l’apposita procedura disponibile all’interno dell’Area Riservata Azienda nella sezione “Flexible Benefit”.

L’eventuale cessazione del rapporto di lavoro con l’azienda che avrà provveduto all’attivazione del Flexible Benefit 2020 determinerà la cessazione del PIANO D alla medesima data. In caso di nuovo datore di lavoro il dipendente beneficerà del piano assegnatogli dalla nuova azienda senza possibilità di proseguire con il piano D precedentemente attivato. Rientrano in questa casistica anche i dipendenti che per effetto di variazioni societarie, anche infragruppo, (es. cessione di ramo di azienda) subiscono il trasferimento della posizione su un’altra anagrafica aziendale: la variazione determinerà l’interruzione del piano Flexible Benefit alla data del trasferimento.

La procedura di gestione dei Flexible Benefit sarà disponibile solo per le aziende aventi il PIANO BASE tra le opzioni attive allo step 1 della procedura di assegnazione dei piani 2020.




NEWS - LAVORO DOMESTICO

Lavoro domestico: le modalità di richiesta delle cd. indennità Covid-19 previste da Cassacolf


L'ASSINDATCOLF, con comunicato del 6 maggio 2020 , ha predisposto le linee guida per ottenere bonus e rimborsi declinati nel pacchetto di assistenza integrativa messe a disposizione di Cassacolf, per far fronte all’emergenza Covid-19.

Sarà necessario allegare alla richiesta gli ultimi due pagamenti effettuati (per un importo complessivo non inferiore ad € 8,00).

Alla luce della sospensione del versamento del I trimestre 2020, ex D.L. n. 18/2020, verranno accettati anche quelli relativi al III e il IV trimestre 2019.

Per tutte le altre prestazioni Cassacolf, invece, è necessario il versamento dei quattro trimestri precedenti o comprensivi del trimestre durante il quale è occorso l’evento (ricovero, convalescenza, pagamento del ticket, gravidanza, neonati) in relazione al quale si chiede la prestazione, la cui somma non risulti inferiore ad € 25,00.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

I dati di CIG, assegno ordinario, richieste di pagamento SR41, CIGD al 7 maggio 2020


In data 8 maggio 2020, l'INPS ha reso noto che i beneficiari complessivi di Cassa integrazione ordinaria e Assegno ordinario, al 7 maggio 2020, sono 8.472.311.

Dei relativi benefici, 5.536.094 sono già stati anticipati dalle aziende con conguaglio INPS, e 2.936.217 sono a pagamento diretto, in corso di pagamento.

Nello specifico, le domande di Cassa integrazione ordinaria aziende pervenute, come da tabella 1, sono 381.692. Di queste 157.001 risultano essere con pagamento a conguaglio e 224.691 con pagamento diretto, a oggi ne sono state autorizzate 324.516.

Il totale dei lavoratori beneficiari è 5.466.821. Di questi, 3.962.212 lavoratori hanno già ricevuto l'anticipo dalle aziende con conguaglio INPS e 1.504.609 hanno ricevuto il pagamento diretto da INPS.




NEWS - VIGILANZA SUL LAVORO

INL: corretto inquadramento nell'ambito del lavoro agricolo


L'Ispettorato Nazionale del Lavoro - con Nota 8 maggio 2020, prot. n. 23 - ha fornito alcuni chiarimenti al corretto inquadramento nell'ambito del lavoro agricolo.

Nel dettaglio, per il solo settore agricolo, l’accertamento della carenza dei requisiti necessari per la qualificazione dell’azienda come impresa agricola non è sufficiente, essendo necessario accertare, altresì, se la prestazione di lavoro effettuata da ciascun lavoratore rientri o meno tra le attività elencate, ex art. 6 , legge n. 92/1979.

In quest’ultimo caso, i lavoratori potranno comunque mantenere l’iscrizione previdenziale nel settore agricolo in funzione dell’attività cui sono stati addetti, conservando il diritto alle prestazioni previdenziali specifiche del settore, già corrisposte e/o da corrispondere.

Pertanto, laddove si accerti la carenza dei requisiti per configurare l’azienda quale impresa agricola, sarà necessario verificare se la prestazione di lavoro effettuata da ciascun lavoratore rientri eventualmente tra le attività elencate nell’art. 6 della Legge n. 92/1979 in modo da mantenere in capo ai lavoratori l’iscrizione previdenziale nel settore agricolo nonostante la riqualificazione dell’azienda nel settore non agricolo.

Diversamente laddove, a seguito della riqualificazione dell’azienda, venga accertato che anche l’attività prestata in concreto dal lavoratore non rientri tra quelle identificabili come agricole, si procederà al disconoscimento delle giornate di lavoro in agricoltura, al conseguente aggiornamento della posizione assicurativa, nonché al recupero delle indebite prestazioni, con particolare riferimento alle prestazioni a sostegno del reddito specifiche di tale settore, che siano già state eventualmente erogate (ad es. indennità di disoccupazione).




NEWS - VIGILANZA SUL LAVORO

I chiarimenti dell'INL dopo la conversione in legge del cd. decreto Cura Italia


L'Ispettorato Nazionale del Lavoro - con Nota del 6 maggio 2020, n. 12 - ha fornito alcuni chiarimenti in merito al contenuto della legge n. 27/2020 (di conversione, con modificazioni, del D.L. n. 18/2020 ) in tema di sospensione dei termini di decadenza e prescrizione relativamente alle attività di competenza dell'INL.

Al riguardo, viene segnalata:

  • la proroga della sospensione al 15 maggio 2020 del pagamento in misura ridotta dei verbali e dello svolgimento dell'attività difensiva,
  • la proroga al 31 maggio 2020 per i provvedimenti in materia di lavoro e legislazione sociale.

Infine, i certificati in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020 conservano la loro validità̀ per i novanta giorni successivi alla dichiarazione dello stato di emergenza.

In tal senso, è stata prorogata al 29 ottobre 2020 la validità̀ dei documenti unici di regolarità̀ contributiva (DURC), mentre i termini di prescrizione delle contribuzioni di previdenza e assistenza sociale obbligatoria sono sospesi dal 23 febbraio 2020 sino al 30 giugno 2020.




NEWS - EMERGENZA CORONAVIRUS

Bellanova: "Urgente far sapere come candidarsi per svolgere lavori agricoli"


"Già dalle prossime ore dobbiamo far sapere come un cittadino può candidarsi per svolgere lavoro agricolo, con quali competenze, in quali territori. Allo stesso modo dobbiamo far sapere alle imprese agricole e alle loro organizzazioni dove poter segnalare i loro fabbisogni e dove reperire lavoratori. Un discorso che vale per lavoratori italiani e stranieri, per cassaintegrati e percettori di sussidi. È uno sforzo da fare ora; tra pochi giorni sarà troppo tardi": lo ha sottolineato la Ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, in una lettera inviata alla Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo.

Nel documento si denunciano inoltre l'aggravarsi dei “problemi relativi al reperimento di manodopera stagionale, confermati da tutti gli interventi delle organizzazioni agricole e dal rialzo dei prezzi di alcuni prodotti", il rischio di carenze nell'approvvigionamento di cibo se non sarà garantita la stagione dei raccolti e dei correlati aumenti di prezzo per i consumatori, già rilevati nei giorni scorsi dall'Istat.




NEWS - LAVORI PARLAMENTARI

Alla Camera le nuove norme a tutela di medici e infermieri


E' prevista per oggi alla Camera la discussione generale del disegno di legge C. 2117-A, riguardante disposizioni in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell'esercizio delle loro funzioni. Il provvedimento – già approvato dal Senato – prevede tra l'altro l'istituzione dell’Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e sociosanitarie.

A tale organo sono attribuiti i seguenti compiti:

  1. monitorare gli episodi di violenza commessi ai danni degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni;
  2. monitorare gli eventi sentinella che possano dar luogo a fatti commessi con violenza o minaccia ai danni dei medesimi soggetti;
  3. promuovere studi e analisi per la formulazione di proposte e misure idonee a ridurre i fattori di rischio negli ambienti più esposti;
  4. monitorare l’attuazione delle misure di prevenzione e protezione a garanzia dei livelli di sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81;
  5. promuovere la diffusione delle buone prassi in materia di sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie.




NEWS - COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE TELEMATICHE

Al via il nuovo sistema informativo per le Comunicazioni obbligatorie della Provincia Autonoma di Trento


A decorrere da lunedì 11 maggio 2020, nella Provincia Autonoma di Trento non sarà più possibile registrare una nuova utenza attraverso l'indirizzo www.co.lavoro.gov.it.

Tale sistema potrà essere usato dagli utenti già registrati fino alle ore 12.00 del 20 maggio 2020. Fanno eccezione le comunicazioni delle assunzioni congiunte nel settore dell'agricoltura, in riferimento alle quali continuerà invece ad essere valido il sistema ministeriale.

La Provincia Autonoma di Trento fornirà a breve indicazioni sui tempi e modalità di accesso al nuovo sistema. Per avere ulteriori informazioni è disponibile il servizio di supporto all'indirizzo email sare.adl@provincia.tn.it.