ricerca avanzata

Notizie del 11 gennaio 2019



NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Tumore del dipendente per fumo passivo e responsabilità datoriale


La Cassazione - con ordinanza del 9 gennaio 2019, n. 276 - ha ribadito la condannabilità del datore di lavoro a risarcire il danno all’ex dipendente, per aver contratto un tumore da fumo passivo alle vie aeree superiori.

Nello specifico, la Suprema Corte ha riconosciuto l’esposizione al fumo passivo degli altri lavoratori, stante gli spazi angusti di lavoro, quale concausa del tumore del lavoratore: pertanto, stante la normativa vigente in materia di sicurezza e salute sul luogo di lavoro, ha confermato la sentenza di secondo grado, con la quale veniva statuito la responsabilità del datore per i luoghi di lavoro insalubri.




NEWS - FINE RAPPORTO

Iter disciplinare e legittimità del licenziamento per giusta causa


La Cassazione - con sentenza del 4 gennaio 2019, n. 79 - ha ritenuto legittimo da parte di un datore di lavoro, che ha già intimato un licenziamento per una specifica motivazione, intimare un secondo provvedimento espulsivo fondato su un motivo diverso.

Nel dettaglio, la Suprema Corte ha chiarito che entrambi i provvedimenti sono astrattamente idonei a determinare la risoluzione del rapporto lavorativo ed il secondo produce effetti soltanto qualora sia riconosciuta l’invalidità o l’inefficacia del primo.




NEWS - COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE TELEMATICHE

ISTAT: pubblicata la Nota mensile sull'andamento dell'occupazione a novembre 2018


In data 9 gennaio 2018, l'ISTAT ha pubblicato la Nota mensile sull’andamento dell’occupazione in Italia a novembre 2018.

Nel suddetto mese, la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto a ottobre; anche il tasso di occupazione rimane invariato al 58,6%.

Come già accaduto in ottobre, l’andamento degli occupati è sintesi di un lieve aumento dei dipendenti permanenti (+15.000) e una diminuzione di quelli a termine (-22.000). Cresce l’occupazione maschile, mentre cala quella femminile.

Torna a calare, dopo due mesi di crescita, la stima delle persone in cerca di occupazione (-0,9%, pari a -25.000 unità).

Il calo si concentra prevalentemente tra le donne e le persone da 15 a 34 anni. Il tasso di disoccupazione si attesta al 10,5% (-0,1%), quello giovanile scende al 31,6% (-0,6%).

A novembre si stima un aumento degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+0,2%, pari a +26.000 unità).

L’aumento si concentra tra le donne e le classi di età estreme dei 15-24enni e degli over50. Il tasso di inattività sale al 34,3% (+0,1%).




NEWS - POLITICHE SOCIALI

In GU il riparto delle risorse afferenti al Fondo nazionale per le politiche sociali


Nella Gazzetta Ufficiale del 10 gennaio 2019, n. 8 è stato pubblicato il Decreto MLPS del 26 novembre 2018 , recante "Riparto del Fondo nazionale politiche sociali. Annualità 2018".

Le risorse complessivamente afferenti al Fondo nazionale per le politiche sociali per l'annualità 2018, pari ad € 275.964.258,00, sono ripartite nel modo seguente:

  1. somme destinate alle regioni: € 266.731.731,00
  2. somme attribuite al MLPS per gli interventi a carico del Ministero e la copertura degli oneri di funzionamento finalizzati al raggiungimento degli obiettivi istituzionali:  € 9.232.527,00.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Erogazione bonus ai dipendenti e deduzione nell’esercizio di valutazione: i chiarimenti dell'AE


L’Agenzia delle Entrate - con risposta ad Interpello del 9 gennaio 2019, n. 1 - ha fornito indicazioni sull’individuazione del periodo d’imposta nel quale è possibile dedurre il bonus corrisposto ai dipendenti da parte di una stabile organizzazione di un soggetto non residente all’interno del territorio dello Stato.

Nello specifico, il caso in oggetto concerne una stabile organizzazione italiana di una società estera, che corrisponde remunerazioni ai propri dipendenti “partner” costituite da una base fissa e da una base variabile (bonus).

Il bonus viene corrisposto a seguito di una procedura di valutazione (peer review) che si conclude successivamente al termine dell’esercizio oggetto di valutazione (anno 2017).

Due sono i momenti in cui il bonus viene pagato:

  1. una quota parte viene versata entro il termine dell’esercizio oggetto di valutazione;
  2. la parte rimanente (saldo) viene versata successivamente al termine del suddetto esercizio.

Al riguardo, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il bonus corrisposto successivamente alla chiusura dell’esercizio di valutazione non può essere dedotto nell’esercizio di valutazione se ha natura di accantonamento.




NEWS - FINE RAPPORTO

Codatorialità del rapporto di lavoro ed illegittimità del licenziamento per g.m.o.


La Cassazione - con sentenza del 9 gennaio 2019, n. 267 - ha ritenuto illegittimo il licenziamento nei confronti del dipendente, che ha operato in modo del tutto indistinto per due società appartenenti al medesimo gruppo, ma intimato da una sola di queste.

Al riguardo, la Suprema Corte ha ritenuto che in un caso di utilizzazione promiscua della forza lavoro da parte di più società, queste possano essere considerate in un rapporto di “codatorialità”, divenendo solidalmente obbligate nei confronti dello stesso.

Pertanto, l’individuazione delle ragioni tecnico-produttive che hanno dato luogo al licenziamento per GMO doveva essere riferita ad entrambe le suddette realtà aziendali.




NEWS - LAVORO AUTONOMO

Co.co.pro. fittizi: evasione contributiva e maxi sanzione in capo al datore di lavoro


La Cassazione - con ordinanza del 9 gennaio 2018, n. 270 - ha precisato che in caso di stipula di co.co.pro. fittizi è giustificata la notifica della cartella esattoriale con applicazione di una maxi sanzione per evasione contributiva (in luogo della semplice omissione, ravvisabile soltanto nel caso del mancato versamento dei contributi in presenza di regolari registrazioni e denunce).

Al riguardo, la Suprema Corte ha sottolineato che l’illegittima stipulazione di tali contratti - benché regolarmente denunciati e registrati - e ancor di più la somministrazione illecita di personale mediante pseudo volontari o la conclusione di contratti di appalto illeciti integrano l’evasione contributiva, poiché comportano occultamento dei rapporti o delle retribuzioni o di entrambi.




RASSEGNA STAMPA - POLITICHE ATTIVE

Reddito di cittadinanza, escluso chi si licenzia

( Il Sole 24 Ore , pag. 6 , 11 gennaio 2019 )

di Pogliotti Giorgio, Tucci Claudio


Sono esclusi per 12 mesi dal reddito di cittadinanza i nuclei familiari con persone che si sono dimesse volontariamente dal lavoro diventando disoccupate, a meno che non siano state presentate dimissioni per giusta causa.

La norma è contenuta nella bozza di decreto legge che sarà portato in Consiglio dei ministri settimana prossima, tra giovedì e venerdì.

Il reddito di cittadinanza è compatibile con il godimento della Naspi, l’indennità di disoccupazione, e con altri strumenti di sostegno al reddito a condizione che il beneficiario abbia i requisiti economici e patrimoniali per accedervi.




RASSEGNA STAMPA - PREVIDENZA

Opzione donna, servono 58 anni e 35 di contributi

( Il Sole 24 Ore , pag. 6 , 11 gennaio 2019 )

di Colombo Davide, Perrone Manuela


Il Consiglio dei ministri che avrebbe dovuto dare il via libera al decreto su pensioni e reddito di cittadinanza è stato rinviato a settimana prossima.

Tra i nodi da sciogliere, i fondi per gli invalidi e la richiesta di un confronto urgente da parte delle regioni, con gli assessori al Lavoro che chiedono uno spazio adeguato nel decreto.

L’ultima bozza, inoltre, non prevede più l’inclusione delle nate nel 1960 nella proroga di “opzione donna” e si torna a parlare di lavoratrici con 58 anni di età e 35 di contributi.




RASSEGNA STAMPA - TERZO SETTORE

Non profit, ritorna l’Ires agevolata

( Il Sole 24 Ore , pag. 22 , 11 gennaio 2019 )

di Parente Giovanni


La maggioranza ha presentato un emendamento al decreto semplificazioni che ripristina l’aliquota Ires agevolata del 12 per cento per le associazioni non profit. L’agevolazione era stata abolita dall’ultima legge di Bilancio e le coperture necessarie dovrebbero essere trovate attingendo a un fondo.

Il Governo ha anche espresso l’impegno a costituire la cabina di regia per il Terzo settore, ovvero il soggetto che ha il compito di coordinare, in raccordo con i ministeri competenti, le politiche di governo e le azioni di promozione e di indirizzo delle attività degli enti del Terzo settore.




RASSEGNA STAMPA - PROFESSIONI

Elezioni forensi, rinvio possibile fino a luglio

( Il Sole 24 Ore , pag. 24 , 11 gennaio 2019 )

di Negri Giovanni


Il Consiglio dei ministri di ieri ha approvato un decreto legge che dà la possibilità di rinviare fino a luglio le elezioni forensi, nel rispetto però della sentenza della Cassazione sull’ineleggibilità dopo due mandati.

Il decreto è stato approvato salvo intese, lasciando quindi la porta aperta a eventuali cambiamenti, e punta a risolvere l’incertezza prodotta dal contrasto tra il giudizio della Corte e un precedente intervento del Cnf sull’arco temporale nel quale misurare i due mandati.

Alcuni elementi già eletti al Cnf potrebbero non essere in regola con la norma sul divieto di proroga dei due mandati.