Notizie del 4 novembre 2019



NEWS - LAVORI PARLAMENTARI

Riders, pubblicate in GU le nuove misure di tutela


Nella Gazzetta Ufficiale del 2 novembre 2019, n. 257 è stata pubblicata la Legge 2 novembre 2019, n. 128 , di conversione, con modificazioni, del D.L. 3 settembre 2019, n. 101, contenente misure urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali.

Tra le principali novità introdotte dal provvedimento si segnalano:

  1. l'estensione dell'ambito applicativo del D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81, alle prestazioni che si svolgono attraverso piattaforme e sistemi di organizzazione delle prestazioni di lavoro sia digitali che non digitali (come ad esempio i sistemi di smistamento di chiamate telefoniche);
  2. l'introduzione di misure a tutela del lavoro svolto tramite piattaforme digitali. In tale ambito, in particolare, vengono introdotti livelli minimi di tutela dei riders, cioè dei lavoratori impiegati con contratto di lavoro non subordinato nelle attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l’ausilio di velocipedi o veicoli a motore di cui all’art. 47, comma 2, lettera a), del Codice della strada (D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285).







NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Ordine pubblico: in GU il Testo Unico salute e sicurezza


Nella Gazzetta Ufficiale del 30 ottobre 2019, n. 255 è stato pubblicato il Decreto Min. Interno 21 agosto 2019, n. 127 "Regolamento recante l'applicazione del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nell'ambito delle articolazioni centrali e periferiche della Polizia di Stato, del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonché delle strutture del Ministero dell'interno destinate per finalità istituzionali alle attività degli organi con compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica". 

Il Regolamento - redatto di concerto dal l Ministero dell’Interno, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero della Salute e Ministero per la Pubblica Amministrazione - sarà vigente dal 14 novembre 2019.

In particolare si segnalano i seguenti articoli:

  • Art. 2 - Ai fini della responsabilità per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro sopraindicati, fermo restando quanto previsto dal decreto legislativo n. 81 del 2008, nel rispetto delle effettive particolari esigenze connesse al servizio  e agli assetti organizzativi, le funzioni di datore di lavoro sono assolte anche dal dirigente al quale  spettano i poteri di gestione dell'ufficio, ivi inclusi quelli di organizzazione del lavoro e di autonoma valutazione del rischio,  ovvero dal funzionario non avente qualifica dirigenziale preposto ad  un ufficio avente autonomia gestionale  ancorché non siano dotati di autonomi poteri di spesa.
  • Art. 5 - Il datore di lavoro, tenuto conto delle esigenze di riservatezza e segretezza, istituisce e organizza il servizio di prevenzione e protezione, avvalendosi in via esclusiva di personale  dell'Amministrazione in possesso dei requisiti professionali di cui all'articolo 32 del decreto legislativo n. 81 del 2008.
  • Art. 10 - I rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza del personale  sono eletti o designati secondo le modalità previste dagli articoli 47, 48 e 49 del decreto legislativo n. 81 del 2008 e nel rispetto  degli accordi collettivi nazionali di lavoro e ricevono la prevista formazione a cura dell'Amministrazione.

Inoltre, il decreto abroga il D.M. 14 giugno 1999, n. 450 , in materia di salute e sicurezza dei lavoratori nell'ambito delle strutture della Polizia di Stato, del Corpo nazionale e dell'Amministrazione della pubblica sicurezza.




NEWS - ISTAT

Pubblicata la Nota metodologica inerente i dati di occupati/disoccupati di settembre 2019


In data 31 ottobre 2019, l'ISTAT ha pubblicato la Nota metodologica inerente i dati di occupati/disoccupati di settembre 2019.

In tale periodo, la stima degli occupati risulta in leggero calo (-0,1%, pari a -32.000 unità) rispetto ad agosto mentre il tasso di occupazione resta stabile al 59,1%.

L’occupazione è in diminuzione per entrambe le componenti di genere; aumenta tra gli under 35 (+16.000) mentre cala da 35 anni in poi (-49.000).

L’andamento dell’occupazione è sintesi della crescita dei dipendenti a termine (+30.000) e della diminuzione sia dei permanenti (-18.000) sia, soprattutto, degli indipendenti (-44.000).

 




NEWS - ASPETTATIVA

Adempimenti datoriali in caso di fruizione da parte del lavoratore di aspettativa o distacco sindacale


L'INPS - con Messaggio del 31 ottobre 2019, n. 3971 - ha riassunto gli adempimenti a cui è tenuto il datore di lavoro nel caso in cui il rapporto di lavoro risulti sospeso per aspettativa o distacco sindacale del lavoratore, ovvero per aspettativa per cariche pubbliche elettive.

Nel dettaglio, vengono riepilogate le disposizioni già in uso ed i nuovi adempimenti introdotti con il presente messaggio, riunendo in un unico documento tutti gli oneri di comunicazione e di certificazione in carico al datore di lavoro nelle varie fasi: dall’atto della concessione dell’aspettativa o del distacco, nel tempo del suo protrarsi, alla sua conclusione con rientro in azienda del lavoratore ovvero alla cessazione del rapporto di lavoro o cessazione dell’attività aziendale per altre cause. 

La revisione organica della materia ha reso necessaria, per entrambe le fattispecie (aspettativa e distacco), l’introduzione dell’onere di presentazione della denuncia mensile UniEmens - pur in assenza di contribuzione - contenente l’indicazione degli elementi utili agli accrediti figurativi connessi alla funzione sindacale o pubblica/elettiva esercitata.

I dati dovranno essere forniti a decorrere dalla competenza gennaio 2020.




NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

INPGI: modalità di assicurazione contro gli infortuni dei giornalisti co.co.co.


L’INPGI - con Circolare del 31 ottobre 2019, n. 8 - ha ricordato che i giornalisti che, stante il rapporto di co.co.co risultano iscritti presso la suddetta gestione separata, con un compenso annuo non inferiore ad € 3.000, sono obbligatoriamente assicurati contro gli infortuni presso l’apposita forma assicurativa costituita nell’ambito della Gestione separata INPGI, indipendentemente dalla natura pubblica o privata del loro committente.

L’assicurazione comprende tutti i casi di infortunio per causa violenta – esterna e fortuita con delimitazione dell’indennizzo alle sole lesioni corporali – occorsi durante l’espletamento dell’attività professionale, dai quali derivi la morte o l’inabilità permanente assoluta del giornalista, ovvero una sua inabilità permanente parziale nei limiti previsti dal Regolamento. 




NEWS - DIRITTO DEL LAVORO

INPGI: il nuovo regime previdenziale per i giornalisti titolari di co.co.co.


L’INPGI - con Circolare del 31 ottobre 2019, n. 7 - ha comunicato il nuovo regime previdenziale per i giornalisti  titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa.

La misura dell’aliquota contributiva di finanziamento delle prestazioni temporanee, a decorrere dal primo periodo di paga utile  (novembre 2019) è stata elevata dallo 0,72% al  2,00% del compenso lordo.

Pertanto, l’aliquota contributiva da applicare sui compensi dovuti ai giornalisti che svolgono attività lavorativa nella forma della collaborazione coordinata e continuativa, che non risultino contestualmente assicurati presso altre forme obbligatorie  e la relativa aliquota contributiva per il computo delle prestazioni pensionistiche sono così stabilite:

Decorrenza dal

IVS  

Prestazioni
temporanee

TOTALE    

A CARICO DEL COMMITTENTE

A CARICO DEL GIORNALISTA

 1/01/2011

26,00 % 

0,72% 

26,72 % 

 17,81 %

8,91 % 

 01/11/2019

26,00 %

2,00 %

28,00 %

18,67 %

9,33 %




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INAIL: servizi online non disponibili per attività di aggiornamento


L'INAIL - con avviso agli utenti pubblicato nella home page del sito istituzionale - ha informato che oggi 4 novembre, dalle ore 16:00 alle ore 22:00, i servizi online non saranno disponibili per attività di aggiornamento.

 




NEWS - INAIL

Infortunio sul lavoro ed utilizzo delle tabelle milanesi per il calcolo del risarcimento


La Cassazione - con ordinanza del 29 ottobre 2109, n. 27727 - ha chiarito che in caso di infortunio sul lavoro, è legittimo il "risarcimento superiore al massimo dell’incremento percentuale stabilito dalle tabelle milanesi, qualora la vittima del sinistro subisca un eccezionale danno esistenziale, dovuto al fatto che l’invalidità non gli permette più di coltivare le sue passioni sportive".

Nello specifico, la Suprema Corte ha ribadito che le tabelle milanesi non costituiscono normativa di diritto ma sono solo dei criteri guida dai quali il giudice può discostarsi.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Detassazione dei premi di risultato e contenuto del contratto aziendale: gli ulteriori chiarimenti dell'AE


L'Agenzia delle Entrate - con risposta ad Interpello del 31 ottobre 2019, n. 456 - ha ribadito che la funzione incentivante delle norme in materia di detassazione dei premi di produttività, ex art. 1, commi da 182 a 190, legge n. 208/2015, può ritenersi assolta quando la maturazione del premio (e non solo la relativa erogazione) avvenga successivamente alla stipula del contratto aziendale, sulla base del raggiungimento degli obiettivi incrementali previamente definiti e misurati nel c.d. periodo congruo.

Pertanto (come nel caso in specie), qualora la misurazione degli indicatori individuati in un accordo integrativo del 2 luglio 2018 (siglato per modificare in parte l’accordo base per la detassazione del 2016) rilevi, al 31 dicembre 2018, un incremento del loro valore rispetto a quello che i medesimi indicatori registravano al 30 giugno 2018, l’applicazione dell’imposta sostitutiva del 10% potrà riguardare solo il 50% del premio di risultato del 2018.

In tal senso, la società potrà recuperare, in sede di conguaglio 2020, le maggiori ritenute operate sul 50% del totale del premio relativo all’anno 2018.




NEWS - BANCA CENTRALE EUROPEA

BCE: i tassi a ottobre 2019 rimangono azzerati


La Banca Centrale Europea - con comunicato stampa del 24 ottobre 2019 - ha reso noto di non aver modificato il TUR (rimanendo, dunque, fissato nella misura dello 0,00%).

Pertanto:

  • gli interessi di dilazione dei debiti contributivi rimangono pari allo 6,00% (TUR + 6 punti percentuali),
  • le sanzioni per il ritardato pagamento delle inadempienze contributive spontaneamente denunciate rimangono pari al 5,5% (TUR + 5,5%).




NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

ANPAL: le domande presentate al 31 agosto 2019 per la fruizione dell'Incentivo “Occupazione Sviluppo Sud”


L'ANPAL - con comunicato del 31 ottobre 2019 - ha reso noto che, al 31 agosto 2019, sono state 70.074 le domande presentate per il nuovo incentivo “Occupazione Sviluppo Sud”.

Rispetto al totale delle domande presentate, ne risultano confermate 44.664 (il 57,4% riguarda nuove assunzioni a tempo indeterminato).

L’ammontare complessivo delle risorse relative alle domande confermate è pari a 202,4 milioni di euro (83,2% si concentra nelle regioni meno sviluppate).

 




NEWS - LAVORI PARLAMENTARI

Al via la Commissione d'inchiesta sulla sicurezza e lo sfruttamento del lavoro


L'Aula del Senato ha approvato all'unanimità il documento XXII, n. 4, istitutivo di una Commissione monocamerale d'inchiesta sulla sicurezza e lo sfruttamento del lavoro.

Tra i compiti assegnati alla Commissione, si segnalano:

  1. la dimensione e la gravità degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, con particolare riguardo alla tutela delle vittime e delle loro famiglie;
  2. l’entità della presenza dei minori, con particolare riguardo ai minori provenienti dall’estero e alla loro protezione ed esposizione a rischio;
  3. le cause degli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alla loro entità nell’ambito del lavoro nero o sommerso e del doppio lavoro;
  4. il livello di applicazione e l’efficacia della legislazione vigente per la prevenzione degli infortuni;
  5. l’idoneità dei controlli da parte degli organi di vigilanza sull'applicazione delle norme antinfortunistiche.