Notizie del 3 luglio 2020



NEWS - INCENTIVI ALLE AZIENDE

Rilascio di garanzie a favore delle imprese agricole: i chiarimenti di ABI ed ISMEA


L'Associazione Bancaria Italiana, con Circolare del 1° luglio 2020, n. 1251, e l'ISMEA, con circolare 22 giugno 2020, n. 3, hanno fornito alcuni chiarimenti in merito all’applicazione delle modifiche introdotte dalla legge di conversione del D.L. "Liquidità", relative alle garanzie che possono essere rilasciate in favore delle imprese agricole.

Qualora la rinegoziazione/consolidamento abbia ad oggetto più finanziamenti, la banca deve applicare all’operazione un tasso di interesse inferiore alla media ponderata di quelli sui debiti residui oggetto di rinegoziazione/consolidamento.

I nuovi modelli per la presentazione delle domande sono disponibili sul sito di ISMEA (http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB php/L/IT/IDPagina/11028).

Con specifico riferimento alla richiesta di garanzia dei finanziamenti di cui alla lettera m) e alla luce di quanto sopra indicato, si sottolinea che - nelle more dell’autorizzazione della Commissione Europea - la nuova modulistica non prevede la possibilità di erogare finanziamenti fino a 10 anni.




NEWS - AMMORTIZZATORI SOCIALI

Fondazione Studi CdL: pubblicata la Guida agli ammortizzatori sociali da Covid-19


In data 30 giugno 2020, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha pubblicato la Guida sugli ammortizzatori sociali connessi all'emergenza epidemiologica da Covid-19, alla luce delle ultime novità introdotte dal D.L. n. 52/2020 .

Il documento in specie rende note:

  • le istruzioni per presentare domanda di cassa integrazione guadagni ordinaria per le aziende che nell'anno 2020 sospendono o riducono l'attività lavorativa per l'emergenza da Coronavirus,
  • le modalità di presentazione delle domande per i lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione salariale che devono risultare alle dipendenze dei datori di lavoro alla data del 25 marzo 2020 e di quelle semplificate,
  • i termini di presentazione e le modalità di pagamento dopo il rilascio dell'autorizzazione da parte dell'INPS;
  • le indicazioni per la presentazione delle domande di pagamento diretto con richiesta di anticipo del 40% che deve avvenire entro 15 giorni dall'inizio del periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa (come argomentato dalla Circolare INPS n. 78/2020 );
  • le modalità di richiesta per Cigo, Fis e assegno ordinario e Cigd;
  • le modalità di calcolo per l'anticipazione che viene elaborata in base ad un determinato algoritmo e le istruzioni da seguire per il pagamento a saldo e per il recupero di importi non dovuti.




NEWS - PUBBLICO IMPIEGO

Le sanzioni in capo al carabiniere che si è apposto tatuaggi di grandi dimensioni


È illegittima la sanzione disciplinare della perdita del grado inflitta ad un carabiniere per essersi apposto, sugli avambracci, tatuaggi di grandi dimensioni, condotta ritenuta incompatibile con il Regolamento sulle uniformi per l’Arma dei Carabinieri, i doveri di rettitudine assunti con il giuramento e tale da compromettere il rapporto di fiducia con l’Arma: lo ha affermato il Tar di Bologna con la sentenza 24 giugno 2020, n. 432 , depositata lo scorso 29 giugno.

Per i giudici amministrativi, si tratta infatti di un inadempimento meritevole di sanzione ma non di gravità tale da non consentire la prosecuzione del rapporto. Nella pronuncia è stato inoltre sottolineato che costituisce principio generale in tema di sanzioni disciplinari per i dipendenti pubblici, compresi quelli appartenenti ai Corpi militari, quello secondo cui la P.A. dispone di un'ampia sfera di discrezionalità nell'apprezzamento della gravità dei fatti e nella graduazione della sanzione disciplinare, fermo restando che l'applicazione della misura afflittiva “deve conformarsi a parametri di ragionevolezza e proporzionalità rispetto alla rilevanza dell'illecito ascritto” (Tar Lazio Roma, sez. I , 2 marzo 2020, n. 2689) non potendo il giudice amministrativo sostituire la propria valutazione a quella della competente autorità amministrativa, salvi i limiti della manifesta irragionevolezza o arbitrarietà.




NEWS - ISTAT

ISTAT: pubblicata la Nota Flash con occupati/disoccupati di maggio 2020


In data 2 luglio 2020, l'ISTAT ha pubblicato la Nota Flash, con i dati di occupati/disoccupati di maggio 2020.

Anche in tale mese, si segnala (inevitabilmente) la diminuzione dell’occupazione e torna a crescere il numero di persone in cerca di lavoro, a fronte di un marcato calo dell’inattività.

La diminuzione dell’occupazione su base mensile (-0,4% pari a -84.000 unità) coinvolge soprattutto le donne (-0,7% contro -0,1% degli uomini, pari rispettivamente a -65.000 e -19.000), i dipendenti (-0,5% pari a -90.000) e gli under50 mentre aumentano leggermente gli occupati indipendenti e gli ultracinquantenni.

Nel complesso, il tasso di occupazione scende al 57,6% (-0,2%).

L’aumento delle persone in cerca di lavoro (+18,9% pari a +307.000 unità) si rileva maggiormente tra le donne (+31,3%, pari a +227.000 unità) rispetto agli uomini (+8,8%, pari a +80.000) e coinvolge tutte le classi di età.

Il tasso di disoccupazione risale al 7,8% (+1,2%) e, tra i giovani, al 23,5% (+2,0%).




NEWS - AMMORTIZZATORI SOCIALI

I chiarimenti MPLS sulla CIGD al tempo del Coronavirus


Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - con Circolare del 1° luglio 2020, n. 11 - ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla cassa integrazione guadagni in deroga in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19.

Il provvedimento - di raccordo tra i vari decreti legge pubblicati e le relative leggi di conversione entrate in vigore - ribadisce che possono accedere al trattamento di cassa integrazione guadagni in deroga, i lavoratori subordinati dipendenti di datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro.

Sono esclusi i datori di lavoro domestico.

I datori di lavoro che hanno diritto di accedere alle prestazioni CIGO e assegno ordinario garantito dal FIS o dai Fondi di solidarietà, ex artt. 26, 27 e 40, D.Lgs. n. 148/2015, dovranno richiedere la prestazione alla propria gestione di appartenenza e non potranno accedere alle prestazioni in deroga.

Ne deriva altresì che potranno accedere alla prestazione in parola le aziende che, avendo diritto solo alla CIGS, non possono accedere alle prestazioni CIGO e assegno ordinario.

Le Regioni e le Province autonome (ovvero, nel caso di aziende c.d. plurilocalizzate, il MLPS), possono riconoscere trattamenti di cassa integrazione guadagni in deroga, per la durata della riduzione o sospensione del rapporto di lavoro e comunque per una durata massima di nove settimane per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020.

Una volta che l’azienda abbia avuto l’autorizzazione per tutte le nove settimane, a prescindere da quanto effettivamente fruito, potrà chiedere un ulteriore periodo di cinque settimane all’INPS.

Infatti, i datori di lavoro che avessero ottenuto decreti di autorizzazione per periodi inferiori alle 9 settimane, prima di poter richiedere le ulteriori 5 settimane, ex D.L. n. 34/2020 , dovranno rivolgersi alla Regione o al MLPS per richiedere la concessione delle settimane mancanti rispetto alle prime nove, secondo le procedure già in uso.




NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

CCNL Laterizi e manufatti cementizi: da luglio 2020 i nuovi minimi contrattuali


A mente del CCNL 12 febbraio 2020, i nuovi minimi contrattuali in vigore da luglio 2020 sono i seguenti:

Categorie

Parametri

Minimi al 1.6.2020

Aumento dall'1.7.2020

Minimi dall'1.7.2020

AS

220

2.006,30

40,44

2.046,74

A

185

1.687,10

34,01

1.721,11

B

151

1.377,05

27,76

1.404,81

CS

143

1.302,51

26,29

1.328,80

C

136

1.239,23

25,00

1.264,23

D

126

1.152,14

23,16

1.175,30

E

117

1.067,95

21,51

1.089,46

F

100

913,84

18,38

932,22

Inoltre, a decorrere dal 1° luglio 2020, la contribuzione da versare al fondo ARCO, unicamente da parte delle aziende con esclusivo riferimento ai lavoratori iscritti al fondo, è fissata nella misura dell'1,80%, ferma restando la base di calcolo (il contributo del lavoratore, invece, sarà dell'1,50%).

 




NEWS - POLITICHE SOCIALI

Catalfo: “Necessario riformare il programma Garanzia Giovani”


“Come Ministro del Lavoro ho più volte sottolineato la necessità di riformare il programma “Garanzia Giovani”, implementando interventi per l’ingresso nel mercato del lavoro. Il nuovo pacchetto che la Commissione Ue sta realizzando va in questa direzione”: lo ha affermato sul proprio profilo Twitter il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo.

Lo scorso 8 aprile 2020, l'ANPAL aveva pubblicato il rapporto quadrimestrale n. 3/2019 di Garanzia Giovani. Al riguardo, risultavano 1.564.000 i giovani che al 31 dicembre 2019 si erano registrati al Programma, con un incremento di oltre 48.000 unità rispetto al quadrimestre precedente e di oltre 141.000 rispetto all’anno precedente.

Dei giovani registrati, il 78,1% è stato preso in carico dai servizi per l’impiego. Il 59,9% dei giovani presi in carico è stato avviato a una misura di politica attiva; gli interventi erogati sono stati oltre 870.000, rappresentati per oltre la metà dal tirocinio extra-curriculare (57%). Gli incentivi occupazionali (25,5%) e la formazione (13,4%) risultano essere dopo il tirocinio extra-curriculare i percorsi più diffusi.