Notizie del 9 aprile 2021



NEWS - CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DI LAVORO

Siglato l’accordo nelle Agenzie di Viaggio per posticipare l’erogazione dell’Una Tantum


In data 31 marzo 2021 è stato siglato - tra FIAVET e FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTUCS UIL - l’accordo per posticipare l’erogazione delle due tranche di una tantum previste dall’ipotesi di accordo 17 aprile 2019 e dell’Elemento economico per mancato accordo sul "Premio di risultato".

In merito all’Una Tantum, le nuove scadenze sono le seguenti:

Livello

Settembre 2021

Novembre 2021

1

111,00

111,00

2

101,25

101,25

3

95,25

95,25

4

90,00

90,00

5

84,75

84,75

6

80,25

80,25

6 S

81,00

81,00

7

75,00

75,00

QUADRO A

128,25

128,25

QUADRO B

118,50

118,50

APP.PROFESS.

60,00

60,00

Con riferimento al Premio di risultato, qualora - nonostante la presentazione di una piattaforma integrativa - non venga definito un accordo in materia entro il mese ottobre 2021, il datore di lavoro erogherà, con la retribuzione del mese di dicembre 2021, i seguenti importi:

Livello

Euro

A, B

186,00

1, 2, 3

158,00

4, 5

140,00

6S, 6, 7

112,00




NEWS - ORARIO DI LAVORO

Prestazione lavorativa svolta nei giorni festivi e previsione delle clausole contrattuali


La Cassazione - con ordinanza del 31 marzo 2021, n. 8958 - ha affermato che la rinuncia al diritto all'astensione dalla prestazione lavorativa nei giorni di festività infrasettimanale può essere validamente inserita quale clausola nel contratto individuale di lavoro.

Nello specifico, la Suprema Corte ha ribadito che il diritto del lavoratore ad astenersi dalla prestazione durante le festività infrasettimanali è un diritto disponibile e che, pertanto, sono validi gli accordi individuali sottoscritti tra datore e lavoratore, a condizione che il datore di lavoro eserciti il proprio potere di richiedere la prestazione lavorativa nei giorni festivi nel rispetto dei principi di buona fede e correttezza.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Regolamento per la definizione dei termini di conclusione dei procedimenti amministrativi


L’INPS - con Circolare 8 aprile 2021, n. 55 - ha reso noto d’aver definito il Regolamento per la definizione dei termini di conclusione dei procedimenti amministrativi.

Tale Regolamento si applica ai procedimenti amministrativi di competenza dell’Istituto, che prendano avvio ad istanza di parte o d’ufficio; sono esclusi, come nella previgente disciplina, quelli in autotutela, quelli promossi con ricorso avverso un atto o un provvedimento amministrativo e quelli relativi alla gestione del personale e all’acquisizione di lavori, servizi e forniture.

Tra i tanti aspetti trattati, il Regolamento disciplina le conseguenze di eventuali ritardi nella conclusione dei procedimenti, escludendo dal risarcimento del danno ingiusto i casi riferibili all’inerzia o al ritardo ascrivibili alle Istituzioni estere parti del procedimento.




NEWS - INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Al via la nuova modalità di richiesta del bonus baby-sitting


L’INPS ha comunicato che a decorrere dall'8 aprile 2021, è attiva la procedura per il nuovo bonus baby-sitting, ex D.L. n. 30/2021 .

La domanda può essere inoltrata con le seguenti modalità:

  • dal sito internet www.inps.it, utilizzando l’apposito servizio online “Bonus servizi di babysitting”, disponibile seguendo il percorso: “Prestazioni e servizi” -> “Tutti i servizi” -> “Domande per Prestazioni a sostegno del reddito” -> “Bonus servizi di babysitting”;
  • tramite gli enti di Patronati, utilizzando i servizi da loro offerti gratuitamente.

I cittadini che intendano presentare domanda mediante l’applicazione web possono accedere al servizio mediante riconoscimento dell’identità digitale tramite SPID almeno di livello 2, Carta di identità elettronica (CIE), Carta nazionale dei servizi (CNS), ovvero tramite il PIN di tipo dispositivo rilasciato dall’Istituto.




NEWS - DECRETO "SOSTEGNI"

Inps: “Liquidata l'indennità una tantum di 2.400 euro”


L'art. 10, comma 1 , del decreto “Sostegni” (D.L. 22 marzo 2021, n. 41) ha previsto una indennità una tantum di 2.400 euro a favore dei soggetti già beneficiari delle indennità di cui agli articoli 1515-bis del decreto “Ristori” (D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, convertito con modifiche dalla Legge 18 dicembre 2020, n. 176).

Alla misura in esame sono interessate le seguenti categorie di lavoratori:

  • lavoratori stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.

Al riguardo, con il Messaggio 8 aprile 2021, n. 1452 , l'Inps ha precisato che “si è provveduto centralmente alla liquidazione dell’indennità una tantum di importo pari a 2.400 euro a favore di tutti i lavoratori già beneficiari delle indennità di cui agli articoli 15 e/o 15-bis del citato D.L. n. 137/2020, appartenenti alle sopra richiamate categorie”.




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

DVR redatto dal RSPP ed obbligo datoriale di effettuare controlli periodici


La Cassazione - con sentenza del 6 aprile 2021, n. 12940 - ha dichiarato inammissibile il ricorso di un datore di lavoro condannato per non aver elaborato un congruo Documento Valutazione Rischi.

Al riguardo, la Suprema Corte ha stabilito che il datore di lavoro, avvalendosi del RSPP, ha l'obbligo di:

  • analizzare e individuare tutti i fattori di pericolo concretamente presenti in azienda;
  • redigere e sottoporre ad aggiornamento periodico il DVR, contenente le misure precauzionali e i dispositivi adottati per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori;
  • verificare l'adeguatezza e l'efficacia del DVR, anche se redatto da terzi a ciò delegati (nel caso di specie da un geometra e dal medico competente).




NEWS - FINANZIAMENTI

Cessione del quinto dello stipendio e della pensione: stabiliti i tassi per il secondo trimestre 2021


L'Inps ha stabilito il valore dei tassi applicabili nel suddetto periodo 1° aprile 2021 – 30 giugno 2021 per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, alla luce di quanto disposto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con il D.M. 29 marzo 2021, n. 24410 .

Tali novità sono operative con decorrenza 1° aprile 2021.




NEWS - SICUREZZA SUL LAVORO

Aggiornato il Protocollo sulla sicurezza in azienda ed il contenimento di contrasto alla diffusione del Covid-19


In data 6 aprile 2021, è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”, che aggiorna e rinnova i precedenti accordi su invito del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del Ministro della salute, in seguito ad un nuovo confronto tra le Parti sociali.

Il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°C, non sarà consentito l’accesso ai luoghi di lavoro.

Le persone in tale condizione - nel rispetto delle indicazioni riportate in nota - saranno momentaneamente isolate e fornite di mascherina chirurgica ove non ne fossero già dotate, non dovranno recarsi al Pronto Soccorso e/o nelle infermerie di sede, ma dovranno contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante e seguire le sue indicazioni.

Al riguardo, le imprese potranno:

  • disporre la chiusura di tutti i reparti diversi dalla produzione o, comunque, di quelli dei quali è possibile il funzionamento mediante il ricorso al lavoro agile e da remoto;
  • procedere ad una rimodulazione dei livelli produttivi;
  • assicurare un piano di turnazione dei lavoratori dedicati alla produzione con l’obiettivo di diminuire al massimo i contatti e di creare gruppi autonomi, distinti e riconoscibili;
  • utilizzare il lavoro agile e da remoto per tutte quelle attività che possono essere svolte in tale modalità, in quanto utile e modulabile strumento di prevenzione.

Gli spostamenti all’interno del sito aziendale devono essere limitati al minimo indispensabile e nel rispetto delle indicazioni aziendali.

Non sono consentite le riunioni in presenza.