ricerca avanzata

Notizie del 15 novembre 2018



NEWS - PREVIDENZA COMPLEMENTARE

PREVINDAI: iscrizione al Fondo aperta anche ai familiari fiscalmente a carico


PREVINDAI - con comunicato del 13 novembre 2018 - ha ricordato che dal 2018, il Fondo di previdenza complementare ha aperto le porte anche ai familiari fiscalmente a carico del dirigente iscritto.

A tal fine è stata predisposta una procedura via web per formalizzare l’adesione dei familiari.

E’ data facoltà di determinare liberamente l’ammontare e la periodicità della contribuzione, nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • l’importo del primo versamento è pari almeno ad € 300,00 (si tratta del primo versamento che, in assoluto, perviene sulla posizione previdenziale del familiare);
  • l’importo dei successivi versamenti deve essere almeno di € 100,00 ciascuno.

Il versamento della contribuzione deve essere effettuato con bonifico bancario utilizzando le coordinate indicate sul modulo di bonifico, disponibile nell’area riservata alla funzione “663 – Modulo di bonifico” cliccando sul tasto “B” della colonna “Strumenti”.




NEWS - DISTACCO

Lavoratori distaccati e responsabilità del committente: la sentenza della CGUE


La Corte di Giustizia Unione Europea - con sentenza del 13 novembre 2018 relativa alla causa n. C-33/17 - ha chiarito che è contraria al diritto dell’UE una normativa di uno Stato membro in base alla quale le autorità competenti possono imporre, a un committente stabilito in tale Stato membro, di sospendere i pagamenti alla sua controparte contrattuale stabilita in un altro Stato membro e persino di costituire una cauzione di importo equivalente al compenso per la prestazione non ancora versato, a garanzia del pagamento dell’eventuale sanzione pecuniaria che potrebbe essere inflitta a detta controparte in caso di accertata violazione del diritto del lavoro del primo Stato membro.




NEWS - APPRENDISTATO

Contratto di apprendistato: riepilogo dell'assetto normativo e contributivo


L'INPS - con Circolare del 14 novembre 2018, n. 108- ha riepilogato l’assetto del regime contributivo relativo ai rapporti di apprendistato nella necessaria prospettiva di analisi integrata delle misure di agevolazione introdotte nel corso degli ultimi anni allo scopo di promuovere l’utilizzo delle predette forme contrattuali.  

In questo quadro, l'Istituto riporta alcuni adeguamenti delle indicazioni fornite:

  • con il Messaggio n. 2243/2017 , in tema di assunzione in apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, di lavoratori beneficiari di indennità di mobilità ovvero di un trattamento di disoccupazione;
  • con il Messaggio n. 2499/2017 , in tema di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, ex art. 43, D.Lgs. n. 81/2015. 

Con il provvedimento in commento, infine, l'Istituto ha fornito anche le corrette istruzioni operative per la compilazione dei flussi Uniemens.




NEWS - INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INAIL: sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei premi assicurativi nei comuni colpiti dal sisma del 21 agosto 2017


L'INAIL - con Circolare del 14 novembre 2018, n. 43- ha ricordato che l’art. 34, primo periodo , D.L. n. 109/2018 ha disposto che nei Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno dell'isola di Ischia, sono sospesi i termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria in scadenza nel periodo dal 29 settembre 2018 fino al 31 dicembre 2020.

La sospensione si applica esclusivamente alle posizioni assicurative territoriali (Pat) con sede dei lavori nei suddetti Comuni e ai premi  assicurativi riferiti alle attività svolte negli stessi territori. Ricadono nel periodo di sospensione, i versamenti correnti relativi alla quarta rata dell’autoliquidazione 2017/2018 in scadenza al 16 novembre 2018, il premio di autoliquidazione 2018/2019 in scadenza al 18 febbraio 2019 e il premio di autoliquidazione 2019/2020 in scadenza al 17 febbraio 2020.

Per quanto riguarda gli adempimenti, la sospensione si applica:

  • al termine per la presentazione delle denunce annuali delle retribuzioni per l’autoliquidazione 2018/2019 in scadenza al 28 febbraio 2019;
  • al termine per la presentazione delle denunce annuali delle retribuzioni per l’autoliquidazione 2019/2020 in scadenza il 29 febbraio 2020.

Sono sospesi inoltre i termini per la presentazione delle denunce periodiche riguardanti i premi speciali unitari sopra descritti ricadenti sempre nel periodo dal 29 settembre 2018 al 31 dicembre 2020.




NEWS - CONSULENTI DEL LAVORO

ENPACL: entro il 16 novembre il versamento della rata della contribuzione obbligatoria 2018


L'ENPACL, sul proprio sito internet, ha ricordato che venerdì 16 novembre 2018 scade il termine per il versamento della rata del contributo soggettivo minimo nonché dell’eccedenza del contributo soggettivo e integrativo dovuti per il 2018.

Per effettuare il versamento è necessario accedere all’area riservata all’interno dei servizi “ENPACL on line” e selezionare la voce di menu “Pagamenti – Piano dei pagamenti 2018”: poi, è possibile scegliere la modalità per il versamento dei contributi.

Il ritardo dei versamenti comporta l’applicazione delle sanzioni previste dal Regolamento di previdenza e assistenza.




NEWS - COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE TELEMATICHE

Comunicazioni obbligatorie: definitivamente chiusi i portali provinciali del Lazio


L'ANPAL - con comunicato del 13 novembre 2018 - ha informato che sono definitivamente chiusi i portali provinciali della Regione Lazio per l'invio delle comunicazioni obbligatorie: l'unico canale disponibile è il nodo web sussidiario CO ANPAL.

Al riguardo, l'ANPAL raccomanda di verificare che l'accreditamento a sistema sia andato a buon fine: chi non avesse ancora ricevuto le utenze e sia impossibilitato ad operare a sistema, deve trasmettere nuovamente la documentazione all'indirizzo di posta elettronica info@anpal.gov.it, indicando nell'oggetto "accreditamento CO Lazio".

I documenti da allegare sono:

  • Atto di notorietà
  • Copia del documento di identità
  • Codice fiscale.

Non appena ricevuta la documentazione, Anpal provvederà al rilascio delle credenziali per accedere al portale.

In attesa delle credenziali, esclusivamente al fine di consentire il rispetto dei termini di legge, le Comunicazioni obbligatorie di assunzione possono essere inviate via fax al numero 848 800 131 usando il modulo UNIurg. Entro il primo giorno utile la comunicazione UNIlav dev'essere però trasmessa tramite il portale CO ANPAL.




NEWS - IMPOSIZIONE FISCALE

Compensazione crediti d'imposta e benefici fiscali: i chiarimenti dell'AE


L'Agenzia delle Entrate - con risposta ad Interpello del 9 novembre 2018, n. 63 - ha fornito chiarimenti in merito alla compensazione di crediti d’imposta derivanti da agevolazioni o incentivi fiscali.

Al riguardo, l'Agenzia delle Entrate ha ribadito che i crediti d’imposta derivanti da agevolazioni o incentivi fiscali, per i quali esiste una copertura di legge, non concorrono, ai fini della compensazione, alla determinazione del limite di € 700.000, ex art. 34, comma 1, legge n. 388/2000.




RASSEGNA STAMPA - INPS

Marcia indietro Inps sull’apprendistato

( Il Sole 24 Ore , pag. 32 , 15 novembre 2018 )

di Cannioto Antonino, Maccarone Giuseppe


L’Inps, con circolare 108/2018  diffusa ieri, ha chiarito a distanza di oltre tre anni dall’entrata in vigore del Jobs act, i profili contributivi relativi ai contratti di apprendistato.

Per i lavoratori assunti con apprendistato di primo livello, ha riconosciuto che se il datore si lavoroha alle proprie dipendenze sino a nove addetti e assume un lavoratore con contratto di apprendistato di primo livello, dovrà versare all’Istituto l’1,5% per i primi 12 mesi, il 3% per il secondo anno e il 5% a partire dal terzo anno.

Le aziende potranno recuperare le somme a loro credito fino al 18 febbraio 2019.




RASSEGNA STAMPA - PREVIDENZA

Inps, al via le simulazioni per quota 100

( Il Sole 24 Ore , pag. 5 , 15 novembre 2018 )

di Colombo Davide


Il presidente Inps, Tito Boeri, ha convocato un incontro stampaper illustrare il progetto di sistemazione dell’estratto contro contributivo dei dipendenti pubblici.

Nel corso dell’evento ha spiegato che l’Inps si sta preparando al debutto di quota 100 con un adeguamento del servizio “La mia pensione sicura”, ovvero il simulatore attivato a marzo 2016 per consentire a tutti i lavoratori attivi iscritti di calcolare il valore dell’assegno previdenziale e della data di decorrenza.

Fino ad oggi oltre cinque milioni di lavoratori ha fatto la simulazione sulla propria pensione futura attraverso il servizio dell’Inps, mentre nel corso del 2018 gli utenti unici che hanno effettuato almeno una simulazione sono stati un milione.




RASSEGNA STAMPA - PREVIDENZA

Quota 100 e reddito di cittadinanza a febbraio e marzo

( Il Sole 24 Ore , pag. 5 , 15 novembre 2018 )

di Colombo Davide, Rogari Marco


Ieri notte è stato inviato il documento programmatico di Bilancio a Bruxelles. Subito dopo l’approvazione parlamentare della legge di bilancio, è previsto un decreto legge con quota 100 e reddito di cittadinanza.

Così, l’efficacia immediata delle misure su previdenza e politiche sociali non verrà più definita con l’approvazione della legge di bilancio, ma con legge collegata. Il vicepremier, Luigi di Maio, ha spiegato che non ci sarà nessuno slittamento, ma un decreto che farà decollare le due misure rispettivamente a febbraio e marzo.




RASSEGNA STAMPA - AGEVOLAZIONI E INCENTIVI VARI

Super e iperammoratmento cumulabili con la mini Ires

( Il Sole 24 Ore , pag. 27 , 15 novembre 2018 )

di Gaiani Luca


Dalle relazioni al ddl bilancio 2019 emerge che super e iperammortamento si possono cumulare con la mini Ires.

Nel calcolo dell’importo su cui spetta l’aliquota del 15 per cento, gli ammortamenti vanno quantificati senza tenere conto delle maggiorazioni del 30 o del 150 per cento, ma questo non esclude una ulteriore deduzione di tali importi dal reddito di impresa. 

La mini Ires spetta, in ciascun esercizio, sulle quote di ammortamento dedotte sui beni acquistati a partire dal 2019, ma nel limite dell’incremento del valore residuo dell’anno da ammortizzare rispetto a quello a fine 2018.